gli atipici [di Radio3]



Se oggi Radio3 sarà muta sarà anche per colpa nostra. Siamo gli atipici della rete, lavoratori più che precari, quasi sempre a partita iva, sotto contratto per molti mesi all’anno in cambio di compensi ridicolmente bassi e in via di riduzione. Siamo redattori, conduttori, registi, autori: siamo l’anima della rete, quelli chiamati perché esperti di musica, di politica, di scienza o di letteratura. Domani appoggeremo lo sciopero dei nostri colleghi dipendenti Rai contro il piano aziendale di Masi (pur non avendo diritto di sciopero, insieme a tanti altri diritti come ferie, malattia, maternità). Significa che non faremo nulla di diverso da quello che prevedono formalmente i nostri contratti e non chineremo la testa al ricatto di un’azienda che ci fa lavorare come dipendenti da anni e poi, come liberi professionisti, finisce di fatto per utilizzarci per sostutuire i colleghi in sciopero.

GLI ATIPICI DI RADIO3 INVITANO I COLLEGHI ALTRETTANTO ATIPICI A FARE MASSA CRITICA. SCRIVETE a ivaparty[at]gmail[dot]com

4 Commenti

  1. radio 3 è una delle ultime isole di bellezza sopravvissute in mezzo alla palude maleodarnte che è diventato questo paese, preda della volgarità di chi ci governa che considera la cultura un lusso e un costo e pensa bene da buon ragioniere di tagliare.
    Iniziativa bella, coraggiosa e intelligente che puo’ indicare un nuovo modo di opporsi all’inarrestabile degrado culturale.
    tutti gli asoltatori di radio3, tutte le persone di buon senso, dovrebbero manifestare il loro sdegno con ogni mezzo e forma.
    Si potrebbe cominciare inondando di mail la rai e i gruppi parlamentari e il presidente della repubblica

  2. in un contesto culturale in cui nientology è il massimo comun divisore del panorama mediatico generalista e l’eccezionalità dell terzo canale radiotelevisivo valuta pregiata,viene da credere che senza scomporsi(essendo forse già decomposti)i maggiorenti sordi alle sacrosante istanze approfitteranno del silenzio degli stessi per coprire i buchi con vari dilettantismi velleitari pseudoculturali farciti dai soliti amici.Occhio alla penna

    http://bell1388.narod.ru/PeterGunn.mp3

  3. incredibile, neanche con l’ausilio di google riuscivo a capire perchè non si sente che musica, su radio tre oggi… grazie nazioneindiana, e sottoscrivo carmelo…

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

A proposito di SMart – cooperativa per lavoratori atipici

SMart, letteralmente "società mutualistica per artisti", è una cooperativa che si rivolge ad artisti e freelance che operano nel...

Perché tout le monde déteste le Parti Socialiste

Questo articolo, in versione ridotta, è stato pubblicato ieri sul manifesto. Le foto sono di Jean Segura e Alhil Villalba. Sciopero...

Surf-publishing: Marcello Capozzi

Sciopero a parole di Marcello Capozzi Tempo fa avevo l’incubo ricorrente di finire sotto terra con l’ultimo respiro ancora in gola. Paura...

quasi falso

di Chiara Valerio Si ravvisa, dunque, la necessità di elaborare una legge che contemperi il rispetto dell’esercizio della libertà del...

Lo “sciopero dell’autore”: Un’iniziativa di dissenso dai governi nazionali e locali di centrodestra

Invitati a leggere nostri testi nell’ambito di una manifestazione patrocinata, tra gli altri, dal Comune di Roma, ci siamo...

Sciopero

Cari amici, io domani 24 ottobre sciopererò. E' uno sciopero simbolico, ovviamente, tuttavia non posterò nulla su - né...