Speriamo bene

Pensando al 2012 italiano m’è tornata in mente questa bella vignetta del buon vecchio Paz.
Che dire ancora? Teniamo duro.
G.B.

gianni biondillo

GIANNI BIONDILLO (Milano, 1966), camminatore, scrittore e architetto pubblica per Guanda dal 2004. Come autore e saggista s’è occupato di narrativa di genere, psicogeografia, architettura, viaggi, eros, fiabe. Nel 2011 il romanzo noir I materiali del killer ha vinto il Premio Scerbanenco. Nel 2018 il romanzo storico Come sugli alberi le foglie ha vinto il Premio Bergamo. Scrive per il cinema, il teatro e la televisione. È tradotto in varie lingue europee. 

Tags:

  3 comments for “Speriamo bene

  1. 1 gennaio 2012 at 15:50

    Che occhio chiaro, che visione semplice e profonda aveva il vecchio Paz.
    Buon 2012, sperando bene

  2. 1 gennaio 2012 at 17:26

    E che cosa dobbiamo ancora sperare, Gianni? La speranza, roba per lo più mondana, sta assumendo il carattere proprio della Fede. O la Fede si sta declassando a speranza, forse. Non c’è più spazio per queste cose, speranza o Fede che sia. Forza di volontà e determinazione, questo è tener duro.
    Buon anno.

  3. 2 gennaio 2012 at 11:53

    conviene appellarsi all’affermazione di un libertino d’antan:”talvolta un po di agonia è parte integrante dell’estasi”(De sade)

    http://stansarea.com/Miscellaneous/MusicToEnjoy/BobbybVintonJukebox_files/Bobby%20Vinton%20-%20Blue%20Moon.mp3

Comments are closed.