Articoli con tag ‘ mater ’

mater (# 13)

Pubblicato da
4
5 gennaio 2017

di Giacomo Sartori

wp_20161229_16_12_11_pro_rit

 

 

 

 

 

 

Sempre pollo!

sempre pollo!

sempre pollo!

declamavi

scimmiottando

l’agiata vicina

durante la guerra Continua a leggere »

mater (# 12)

Pubblicato da
13 dicembre 2016

di Giacomo Sartori

Volevo dirti

volevo dirti che

il libro su dio

vendicchia benino

anche se certo

la critica latita

(i clerici delle lettere

son così ligi

ai riti prestabiliti

così disattenti

così asserviti!) Continua a leggere »

mater (# 11)

Pubblicato da
6 dicembre 2016

di Giacomo Sartori

Al maestro dicevo

al maestro dicevo

ch’eri sempre fuori

sempre fuori

di giorno e di notte

(soprattutto la notte)

fuori con la pelliccia

fuori con i rossetti Continua a leggere »

mater (# 10)

Pubblicato da
22 novembre 2016
mater (# 10)

di Giacomo Sartori

 

 

In una foto

 

in una foto sulla neve

(sfondo di pareti

simili a pandori)

hai calzoni rastremati

di protosportiva

scarponi di pelle…


Leggi »

mater (# 9)

Pubblicato da
8 novembre 2016
mater (# 9)

di Giacomo Sartori

 

 

 

 

 

Come potevano

come potevano

l’incongruenza del pensiero

la presunzione

la foia di primeggiare…


Leggi »

mater (# 8)

Pubblicato da
24 ottobre 2016

di Giacomo Sartori

 

Portavi i fiori

portavi i fiori

sulla tomba di famiglia

brullo muro

nel cupo del colonnato

(neoclassicismo malmesso

dei cimiteri)

dov’è il dandy

che tanto t’è mancato Continua a leggere »

mater (# 7)

Pubblicato da
7 ottobre 2016

di Giacomo Sartori

Eri bella mentre morivi

eri bella

all’ospedale

senza rossetti e fronzoli

senza plateali

parole

 

eri bella

avviata alla morte Continua a leggere »

mater (# 6)

Pubblicato da
22 settembre 2016

di Giacomo Sartori

Adoravi i risotti

adoravi i risotti

il prosciutto di Parma

i formaggi cremosi

i bianchi secchi

i rossi leggerini

la frutta gonfia di succo

e i dolci

tutti i dolci

morbidi o crostosi Continua a leggere »

mater (# 5)

Pubblicato da
12 settembre 2016

di Giacomo Sartori

dsc_0662_rit_rid_sep

 

Il tuo fascismo

il tuo fascismo

era la voluttà della neve

l’asprigno di resina Continua a leggere »

mater (# 4)

Pubblicato da
24 agosto 2016

di Giacomo Sartori

 

Più di tutto

 

amavi i libri

i fiori

i cieli

i film

chiacchierare Continua a leggere »

mater (# 3)

Pubblicato da
8 giugno 2016

di Giacomo Sartori

 

come foglie di novembre

 

non mi dicevi ch’era morto

l’amico d’una vita

o l’ultraconfidente

crollato un altro bastione

dissertavi e divagavi

murata nella logorrea

(stizziti guizzi del mento) Continua a leggere »

mater (# 2)

Pubblicato da
24 maggio 2016

di Giacomo Sartori

 

come facciamo con le sedie

 

come facciamo con le sedie

ci tenevi tanto

a regalarmele tu

ma poi mancava il tempo

per andare a sceglierle

veniva la festa successiva

avevo altre urgenze

l’anno seguente ero  via Continua a leggere »

mater

Pubblicato da
10 maggio 2016

di Giacomo Sartori

 

poi ricordo

 

quando mi scopro stanco

o le cose smottano

mi dico che

devo proprio chiamarti

(il solito opportunista)

poi ricordo

che sei morta Continua a leggere »



indiani