incisioni

testi redatti per Nazione Indiana e di particolare rilevanza

La forma della finzione

Pubblicato da
26 novembre 2009

di Lorenzo Esposito

 

visione, una distanza ci divide

E. Montale

 

A proposito di ciò che il cinema fa e ha fatto al mondo, ci sarebbe da chiedersi meglio quando si è dis-fatto del mondo, giungendo infine a segnalare il distacco dell’occhio dalla terra e dai suoi abitanti.…


Leggi il seguito »

SCHEMINO ILLUMINISTICO

Pubblicato da
23 novembre 2009

di Franco Buffoni

Il suddito pontificio Giacomo Leopardi – che per terrore del freddo rinunciò alla cattedra universitaria in Germania (filologia classica e studi danteschi) – a Roma non potè lavorare nemmeno come bibliotecario per il rifiuto ad indossare l’abito talare.…


Leggi il seguito »

Brenda, R.I.P.

Pubblicato da
23 novembre 2009
Brenda, R.I.P.

di Gianni Biondillo

Alle battute ho pensato. Appena ho saputo della tua morte, Brenda, della tua morte crudele, della tua fine meschina, ho pensato con vergogna alle mille e mille battute fatte su di te in queste settimane. Al darsi di gomito sull’autobus, agli ammiccamenti al bar, all’invasione...
Leggi il seguito »

I tortuosi sentieri del capitale / Giovanni Arrighi intervistato da David Harvey (2)

Pubblicato da
20 novembre 2009

Il Tribunale brasiliano concede l’estradizione a Battisti. Prime pagine dei quotidiani di giovedì 19 novembre. Già si prepara una dibattito all’italiana: ci chiederanno se siamo pro o contro l’estradizione di Battisti, se lo vogliamo difendere o no, e intanto si restringerà ancora di più la visuale sugli anni Settanta.…


Leggi il seguito »

I tortuosi sentieri del capitale / Giovanni Arrighi intervistato da David Harvey

Pubblicato da
17 novembre 2009
I tortuosi sentieri del capitale / Giovanni Arrighi intervistato da David Harvey

Giovanni Arrighi, dall’inizio degli anni Sessanta fino al giorno della sua scomparsa, il 18 giugno scorso, è stato qualcuno che ha creduto, con tenacia illuministica, nella possibilità di penetrare nel fatum capitalistico. Per questo suo sforzo è considerato, a livello mondiale, uno dei massimi studiosi del...
Leggi il seguito »

L’oro vero. Ritratto dell’artista da vecchio

Pubblicato da
16 novembre 2009

di Salvatore Mannuzzu

«Non immaginavo che la morte di Aldo Contini (30 ottobre 2009) potesse essere, per me, così lunga e difficile da digerire. E non trovando altra medicina – perché medicine non ce ne sono, specie alla mia età –...
Leggi il seguito »

BERLINO 9 novembre 1989

Pubblicato da
9 novembre 2009

Cosa c’è di europeo nella letteratura europea?

Pubblicato da
5 novembre 2009

di Dubravka Ugrešić

La letteratura europea e l’Eurovision Song Contest

La nozione di letteratura europea, così come viene intesa dai politici dell’Unione, da coloro che finanziano la cultura, dagli editori, dai dipartimenti di letteratura, dalle università vecchio stile e molto spesso dagli scrittori stessi, non è poi così diversa da quella di “miglior canzone pop in...
Leggi il seguito »

CONFRONTI A DISTANZA

Pubblicato da
29 ottobre 2009

di Franco Buffoni

Mentre in Italia un Parlamento di nominati boccia la proposta di legge presentata da Paola Concia, divenendo così oggettivamente complice di chi istiga odio e violenza nei confronti degli omosessuali (violenza fisica e violenza morale sono strettamente connesse: non si può pensare di condannare l’una e giustificare allo stesso tempo l’altra), negli...
Leggi il seguito »

Enrico Filippini, sintesi di movimento

Pubblicato da
28 ottobre 2009

di Michele Sisto

Nei primi anni sessanta Enrico Filippini è tra i protagonisti di un nuovo “decennio delle traduzioni”. Facendo squadra con la giovane casa editrice Feltrinelli e con il Gruppo 63 porta in Italia una schiera di nuovi autori di lingua tedesca non riconducibili all’idea di letteratura allora dominante, quella affermatasi col neorealismo.…


Leggi il seguito »

1° È l’animale, questo, che non c’è.

Pubblicato da
13 ottobre 2009
1° È l’animale, questo, che non c’è.

Così come l’unicorno son io
Che si sbalordisce nel guardare
Quando la vergine va mirare.
Tanto è avvinto dalla malinconia,
Che svenuto le cade nel grembo;
Allor l’uccidono a tradimento.
E m’uccisero con simil fare
Amore e la mia Dama, per ver:
hanno il mio cuor, non più il posso riaver.

Leggi il seguito »

Saramago, il quaderno di un blogger

Pubblicato da
29 settembre 2009
Saramago, il quaderno di un blogger

di Marco Belpoliti

In copertina una fotografia scattata da Daniel Mordzinski. L’autore del libro vi stringe in mano un piccolo specchio in cui si vede una parte del suo viso: gli occhi e gli occhiali, la fronte e le sopracciglia. Il ritratto di José Saramago ci appare così: parziale, un frammento della sua immagine...
Leggi il seguito »

Frontiere erranti della letteratura

Pubblicato da
14 settembre 2009
Frontiere erranti della letteratura

di Gianni Celati

Fine dell’umanesimo.

Un filosofo contemporaneo, Peter Sloterdijk, si è chiesto che ne è di tutto quello che l’umanesimo ci ha lasciato in eredità. (Regole del parco umano, in Non siamo ancora stati salvati, Bompiani, 2004). Questa eredità è soprattutto quella dei libri, della...
Leggi il seguito »

“Il corpo delle donne” o del fascismo estetico (2)

Pubblicato da
14 settembre 2009
“Il corpo delle donne” o del fascismo estetico (2)

di Andrea Inglese

(La discussione scaturita da questo post, grazie alle osservazioni e testimonianze emerse nei commenti, mi ha fornito materiale di ulteriore riflessione. E davvero diversi sarebbero i filoni di discussione possibili. Per conto mio proverò a metterne a fuoco uno, quello relativo alla formula suggestiva, ma per certi versi opaca, che mi...
Leggi il seguito »

OUTING E DIRITTI CIVILI

Pubblicato da
11 settembre 2009

di Franco Buffoni

Un motivo di consolazione. Forse – grazie agli eventi degli ultimi mesi – siamo riusciti a scampare l’elezione di Silvio Berlusconi a prossimo Presidente della Repubblica. Non è poco. L’anomalia è che gli eventi non sono stati messi in moto dall’opposizione (come sarebbe logico) o dall’opposizione interna (es: Gordon Brown vs Tony...
Leggi il seguito »

“Videocracy” o del fascismo estetico (1)

Pubblicato da
9 settembre 2009
“Videocracy” o del fascismo estetico (1)

di Andrea Inglese


La negligenza, e quasi la cecità, della sinistra e della sua intellighentsia dinanzi a questo fenomeno deriva dalla situazione con cui hanno guardato alla cultura delle masse, che è stata considerata sempre marginale rispetto al potere presunto vero, cioè alla dimensione politica ed economica.…


Leggi il seguito »

Albacete

Pubblicato da
5 settembre 2009
Albacete

di Stefano Gallerani

Poco più che adolescente non trovai di meglio, per costringere mio padre a lasciarmi andar via da quella piccola città, che convincerlo della mia vocazione al sacerdozio. Sul momento, la mia risoluzione non ebbe che l’effetto di scatenare...
Leggi il seguito »

Dopo il “frocio” aspettiamo l’altro

Pubblicato da
3 settembre 2009
Dopo il “frocio” aspettiamo l’altro

una riflessione di Raul Montanari

Bene.
Boffo si è dimesso dalla direzione dell'”Avvenire”. E’ stato centrato e affondato da Vittorio Feltri, che ha rivelato la sua omosessualità (un grosso problema, a parte altre considerazioni, per il direttore dell’organo della Conferenza Episcopale Italiana) e una condanna patteggiata anni fa per aver molestato al telefono la moglie...
Leggi il seguito »

Lettera al mio aggressore

Pubblicato da
2 settembre 2009

di Mohamed Ba

Caro fratello che non conosco,
ti scrivo per invitarti a riflettere assieme a me su ciò che ci legherà per sempre.
Domenica 31 Maggio, Milano ore 19.45, fermata del tram 19.
Ti vedo tranquillo in mezzo alla gente in attesa che rideva spensierata, erano quasi tutti sud americani.…


Leggi il seguito »

Il serial killer di negri

Pubblicato da
1 settembre 2009

di Marco Rovelli

S. annoda i due indici delle mani stretti, lo fa più volte, come a dire quel che gli è mancato e continua a mancargli. “Noi senegalesi siamo così”, dice. Solidali. Non succederebbe che qualcuno venga lasciato morire per la strada.…


Leggi il seguito »

Due note

Pubblicato da
30 agosto 2009
Due note

di Stefano Gallerani


NOTA IN BUONA FEDE:
È generalmente risaputo che un sentimento potente si riflette con facilità sull’indole e sul carattere di chi lo prova, mentre non è difficile che induca anche ad atti inesplicabili e perfino contraddittori a paragone di esso.…


Leggi il seguito »