Articoli con tag ‘ Andrea Inglese ’

Critica del lavoratore culturale

Pubblicato da
18 maggio 2015

di Andrea Inglese

[Di tutta la faccenda scandalosa e sintomatica riguardante i mancati pagamenti della casa editrice Isbn nei confronti di autori, traduttori & collaboratori a vario titolo, la cosa che io trovo più scandalosa e sintomatica è il fatto che la denuncia esplicita e mirata sia venuta da un signore straniero, quando è evidente...
Leggi il seguito »

Scritti dopo gli attentati di Parigi – un e-book di Nazione Indiana

Pubblicato da
8 maggio 2015
Scritti dopo gli attentati di Parigi – un e-book di Nazione Indiana

di Andrea Inglese

Proponendo un e-book che raccoglie quanto è stato scritto su questo blog e sul blog amico alfabeta2 dopo gli attentati di Parigi di gennaio1, viene subito da chiedersi se tale operazione editoriale abbia minimamente...
Leggi il seguito »

Esce L’Ulisse n.18. Poetiche per il XXI secolo.

Pubblicato da
5 maggio 2015
Esce L’Ulisse n.18. Poetiche per il XXI secolo.

L’ULISSE n. 18. Poetiche per il XXI secolo.

 

INDICE

 

Editoriale, di Stefano Salvi

 

IL DIBATTITO

IDEE DI POETICA

Fabiano Alborghetti

Gian Maria Annovi

Vincenzo Bagnoli…


Leggi il seguito »

Insieme MRK 1034

Pubblicato da
10 aprile 2015

di Maria Grazia Calandrone

.

le spirali delle due ammoniti sul tuo petto
ripetono la forma delle galassie gemelle
PGC 9074 e PGC 9071
della costellazione del Triangolo

una (la 9074, di tipo Sa) mostra una sporgenza luminosa, l’intenzione di un’alba, ma porta i bracci avvolti strettamente intorno al proprio nucleo

l’altra, la galassia che si...
Leggi il seguito »

L’urlo e la musica: la scrittura della voce in Céline

Pubblicato da
9 aprile 2015

Céline mini di Andrea Inglese

… la voce umana, il suono meno ragionevole in tutta la natura…
Italo Svevo

[La voce tra rumore e canto – I excursus: il Joyce di Berio – II excursus: il Byron di Bene – Metafora della voce e teoria letteraria – Il romanzo come collettore delle voci inascoltate: Voyage au bout de la nuit - Il ritmo del fraseggiare – I romanzi della vociferazione assordante: Féerie pour une autre fois ] Continua a leggere »

Poetitaly al Palladium: “Saperi”, per Elio Pagliarani

Pubblicato da
22 marzo 2015
Poetitaly al Palladium: “Saperi”, per Elio Pagliarani

POETITALY al PALLADIUM

www.poetitaly.it     Cinque appuntamenti dal 23 febbraio all’8 giugno 2015 al Teatro Palladium di Roma piazza Bartolomeo Romano, 8 – tel.  06 57067761   ​ Lunedì 23 marzo 2015

SAPERI

 in collaborazione con  Università di Roma...
Leggi il seguito »

LIBERA OCCUPAZIONE POETICA ° [i materiali]

Pubblicato da
16 marzo 2015
LIBERA OCCUPAZIONE POETICA °  [i materiali]

LIBERA OCCUPAZIONE POETICA è l’incontro collettivo che si terrà sabato 21 marzo 2015 a Torino, nella sede dell’Unione Culturale Antonicelli (Via Cesare Battisti, 4/b) a partire dalle 17.30. Presentiamo qui alcuni materiali che hanno contribuito alla preparazione di questo incontro.…


Leggi il seguito »

LIBERA OCCUPAZIONE POETICA – 21 marzo a Torino

Pubblicato da
9 marzo 2015
LIBERA OCCUPAZIONE POETICA  – 21 marzo a Torino

L’Unione Culturale Franco Antonicelli organizza le prime iniziative culturali
del progetto Liberazioni del nuovo Polo del 900

LIBERA OCCUPAZIONE POETICA
La giornata mondiale della poesia all’Unione Culturale
Sabato 21 marzo 2015
Via Cesare Battisti, 4/b – Torino
(ingresso libero e gratuito)

⇓⇓⇓…


Leggi il seguito »

Fortini e la poesia come pratica di minoranza

Pubblicato da
24 febbraio 2015

di Andrea Inglese

Ho ripreso in mano Fortini, a vent’anni dalla scomparsa, non per celebrarne la figura: non ne possiederei le prerogative, dal momento che non sono né uno studioso della sua opera né ho pretesa, in ambito poetico, di continuarla in qualche forma, per prossimità di temi o di modi.…


Leggi il seguito »

Toujours Charlie? Riflessioni e testimonianze un mese dopo gli attentati di Parigi.

Pubblicato da
9 febbraio 2015

ob_787472_libreinfo-double-peine-pour-charlie

[Riproponiamo oggi uno speciale apparso su alfabeta2 a un mese dagli eccidi di Parigi. Abbiamo raccolto alcune voci e privilegiato alcuni aspetti, convinti non solo che non sia facile dare una lettura univoca di quegli eventi, ma che non sia neppure necessario. In Francia, intanto, analisi e discussioni continuano, e non solo su legislazioni antiterrorismo e sul potenziale nemico interno, ma anche sulla segregazione sociale e razziale che mina la “République” ben più in profondità degli occasionali massacri realizzati da un piccola minoranza di adepti dell’idiozia e del fascismo di marca religiosa. Articoli di Badiou, Inglese, Donaggio, Buffoni, Rakha, Gallo Lassere. a. i.] Continua a leggere »

La fuga romanzesca. Note su “La Lentezza” e “L’identità” di Milan Kundera

Pubblicato da
21 gennaio 2015

di Massimo Rizzante

1

La Lentezza: breve formato; struttura che si sviluppa dall’inizio alla fine a partire da un solo nocciolo; articolazione in corti capitoli dove il tema viene costantemente rielaborato; principio di imitazione, che regge tanto la costruzione dei personaggi quanto quella tematica.…


Leggi il seguito »

Da “Avremo cura”

Pubblicato da
17 gennaio 2015

di Gianni Montieri

(Sud) in caso di morte


I

Gli spararono in faccia
che tutti sapessero, che tutti ricordassero
la sera stessa in piazza
commenti da stupidi ventenni
stabilivamo con una birra in mano
il grado di importanza di una morte
(chi lo conosceva, quanti colpi
se c’era tanto sangue, quanta polizia) Continua a leggere »

Appunti su roghi e coprifuochi

Pubblicato da
14 gennaio 2015
Appunti su roghi e coprifuochi

[Sono passati dieci anni e due mesi dall’ondata di tumulti che per tre settimane sconvolsero le periferie francesi tra il 27 ottobre e il 17 novembre del 2005. In quel contesto, non fu possibile neutralizzare le cause sociali della rivolta, per appellarsi allo spettro dello scontro tra civiltà.…


Leggi il seguito »

Un omaggio a degli autentici rompicoglioni miscredenti

Pubblicato da
8 gennaio 2015
Un omaggio a degli autentici rompicoglioni miscredenti


di Andrea Inglese

.

Non sono mai stato un lettore assiduo di Charlie Hebdo. D’altra parte, come scriveva Beckett, poiché “sono nato tetro come si nasce sifilitici”, non sono un gran consumatore di stampa umoristica. Ho fatto i miei maggiori sforzi seguendo con una certa regolarità Cuore durante il suo...
Leggi il seguito »

Un silenzio sociale

Pubblicato da
6 gennaio 2015
Un silenzio sociale

di Andrea Inglese

Come tutti i disoccupati, gli spossati affettivi, e gli accidiosi per natura, ero tremendamente indaffarato, dovendo costantemente assicurarmi che non stavo facendo le cose più importanti, più tipiche, più auspicabili di un maschio adulto quarantenne: lavorare, guadagnare soldi, tessere proficue relazioni, contribuire alla manutenzione della casa e all’aggiornamento degli elettrodomestici, coricarmi...
Leggi il seguito »

Se me li sono persi: “Ritornati dalla polvere”

Pubblicato da
12 dicembre 2014
Se me li sono persi: “Ritornati dalla polvere”

di Eugenio Lucrezi

RAY BRADBURY, Ritornati dalla polvere, traduzione di Giuseppe Lippi, strade blu Mondadori, Milano 2002

È di questi giorni la notizia del ritrovamento di un nutrito corpus di epigrammi di Posidippo, poeta alessandrino che nel terzo secolo gareggiava per fama con Callimaco.…


Leggi il seguito »

La stufa a parabola + una nota su Ponge

Pubblicato da
8 dicembre 2014
La stufa a parabola + una nota su Ponge

  di Francis Ponge

traduzione collettiva*

Questo intero quartiere della città quasi deserto dove m’inoltravo non era che uno degli angoli monumentali della sua altissima muraglia minuziosamente lavorata, rosea al sole che tramonta.

Alla mia sinistra si apriva una via di case basse, secca e sordida ma inondata da una luce ammaliante, semi spenta.…


Leggi il seguito »

“Chi ha compagni non morirà”: per Franco Fortini a Torino (programma)

Pubblicato da
30 novembre 2014

UNIONE CULTURALE ANTONICELLI

Franco Fortini «Chi ha compagni non morirà»
Dal 5 al 13 dicembre 2014
Via Cesare Battisti, 4 B – Torino
ingresso libero e gratuito

Ma voi che altro di più non volete se non sparire e disfarvi, fermatevi.…


Leggi il seguito »

Ineguaglianza sociale, razzismo, neofascismo: sui fatti di Tor Sapienza

Pubblicato da
24 novembre 2014

di Andrea Inglese

.1.
“Perché a chiunque ha sarà dato e sarà nell’abbondanza; ma a chi non ha sarà tolto anche quello che ha.” Così recita un passo del Vangelo di San Matteo. Nella sociologia statunitense si parla di Matthew effect, per designare quella legge sociale, verificata nell’ambito della ricerca scientifica o dell’apprendimento, per cui chi parte con un vantaggio non farà che cumularlo rispetto a dei soggetti concorrenti, che muovono invece da una posizione iniziale di svantaggio. Continua a leggere »

Documentare la vita che fugge

Pubblicato da
18 novembre 2014
Documentare la vita che fugge

 

di Andrea Inglese

 

… s’instaura comme une fallite de ma mémoire: je me mis à avoir peur d’oublier, comme si, à moins de tout noter, je n’allais rien pouvoir retenir de la vie qui s’enfuyait.

Georges Perec

Non so Perec, ma io non ci sono riuscito, anche se...
Leggi il seguito »

Memorie per dopo domani – per Franco Fortini (programma)

Pubblicato da
14 novembre 2014
Memorie per dopo domani – per Franco Fortini (programma)


MEMORIE PER DOPO DOMANI
– Per Franco Fortini nel ventesimo anniversario della scomparsa
Regione Toscana – Istituto Storico della Resistenza Senese e dell’Età Contemporanea, Siena – Centro studi Franco Fortini (Università di Siena)

°
Mercoledì 19 Novembre ore 12.30| Palazzo Strozzi Sacrati, Piazza del Duomo FIRENZE
Regione Toscana – Conferenza stampa...
Leggi il seguito »

Note per una critica futura

Pubblicato da
13 novembre 2014
Note per una critica futura

di Biagio Cepollaro

[Nel 2006 scrissi alcune note nell’intento di mettere a fuoco ciò che per me era l’atto della critica come atto di lettura. Sono apparse poi sulla rivista Atelier, Numero 46, giugno 2007.Tale scritto ha dato  il titolo ai Quaderni di critica letteraria che curai con Andrea Inglese tra il 2007 e...
Leggi il seguito »

Dialoghi con Georges Corm

Pubblicato da
10 novembre 2014
Dialoghi con Georges Corm

);" >Georges Corm è, oggi soprattutto, una lettura necessaria. Tra le poche in grado di abbinare visuale storica, analisi politica e centralità dei fattori sociali e economici nella comprensione di quella regione del mondo, il Medio e Vicino Oriente, che sembra intellegibile, nella rappresentazione dominante, solo...
Leggi il seguito »

AmneZia: il libro e il progetto

Pubblicato da
4 novembre 2014
AmneZia: il libro e il progetto

 [Ho incontrato Oleksandr Mykhed, ventiseienne scrittore ucraino, la primavera scorsa a Berlino, dove presentava il progetto “Amnesia” basato sul suo libro e sulla collaborazione con alcuni artisti, tra cui il fotografo bielorusso Aleksei Shinkarenko. Propongo qui un testo di presentazione del progetto e dei passi del libro tradotti in italiano.…


Leggi il seguito »

Se me li sono persi: “Invisibile pittura”

Pubblicato da
3 novembre 2014

di Eugenio Lucrezi

CORRADO COSTA, Invisibile pittura, Magma, Roma, 1973

Potremmo dire, parafrasando l’autocommento alla Storia della sarta che apre l’ “Indice ragionato” de L’invisibile pittura, che se in questa seconda metà del secolo fosse esistita la scrittura, noi avremmo certamente incontrato i Grandissimi Scrittori, e Corrado Costa tra loro. Poiché sono esistiti soltanto «arte e artifici, gruppi e divisioni, dichiarazioni e silenzi, controdichiarazioni e contraddizioni, cocktail e cocktailizzazioni, quote e quotazioni, etc. etc.», quelli che abbiamo incontrato, quelli che sarebbero stati grandissimi scrittori, erano gente in fuga, che viveva di nascosto. Come Costa, che ha «sprecato il suo tempo migliore parlando a vanvera e a casaccio di storie che stavano di qua o di là, al di sopra o al di sotto» delle Storie con la S maiuscola. Continua a leggere »

Assioma 10: la gita a Seul: sui compiti attuali della critica letteraria

Pubblicato da
31 ottobre 2014

[L’assioma 7 già postato qui; da Letteratura e controvalori. Critica e scritture nell’era del web, Roma, Donzelli, 2014.]

di Alberto Casadei

1. Con lo scopo di individuare valori estetici non scontati, la critica artistica, e in particolare letteraria, nasce tra Sette e Ottocento. Almeno fino agli anni settanta del XX secolo, l’intreccio di opera e poetica è sembrato indispensabile, così come il dialogo o lo scontro autore-critico. Persino la distinzione fra il versante accademico-storico-filologico e quello militante-attualizzante è stata in molti casi superata, prima in virtù di una contiguità in circoli letterari di grande autorevolezza (per esempio le Giubbe Rosse a Firenze), poi di una connessione sul terreno della teoria letteraria (per esempio durante la stagione strutturalista e semiotica). Continua a leggere »

Su “Parole di Elisa” di Marco Mazzi

Pubblicato da
29 ottobre 2014

Di Alessandro De Francesco

Parole di Elisa è un libro importante, che dev’essere segnalato, letto e meditato. Parole di Elisa è frutto di ore di dialogo registrato tra l’autore, che si definisce in realtà “curatore” per sottolineare l’a-soggettività...
Leggi il seguito »