Articolo precedenteTre hurrà per Sergej Dovlatov
Articolo successivoLe scimmie… (16)

Le scimmie… (15)

di Dario Voltolini

e la mia condizione in fondo non mi pesa
intuisco che forse ci sono ricorrenze
non so cos’è forse glielo dirai
a tu per tu
un giorno che sarò fuori a lavorare
siete sempre
così sicure che certe cose
gli uomini non le possano
capire
di fianco
di fronte
lunghi viali in salita durante
questi cambi di stagione
con la sera che ogni giorno
arriva prima
e i fanali gialli tra le foglie brillano
e l’aria passa già fresca
come un brivido che imbrunisce mentre passano
ho solo paura che mi aumentino le tasse
automobili senza conducente e di nuovo
si sente l’annuncio di una prossima
annuale fatica risuonare
nella mente
non sono un uomo particolarmente
attraente
ho speso tanti soldi
ma per fortuna mi sono annoiato
comperavo quei libri scritti da quei tali
e la strada non finiva mai
grazie al cielo
nemmeno sotto i portici del corso
nemmeno nel rondò successivo
e aprendo i libri linearmente
dalla prima pagina in poi
oppure a campione
un po’ qui un po’ là
prelevavo blocchi di scrittura
che sovente non solo mi lasciavano del tutto indifferente
ma persino mi abbattevano le palpebre
come saracinesche
e nell’ultima fetta di luce intravista
prima della chiusura
infilavo la chance
di ritrovare la direzione per casa
così camminavo per tutto il pomeriggio
nel frastuono amico dei motori
che quasi quasi pensavo mi bastasse
per fare quattro passi in fila
mentre invece si aprivano le cateratte
e venivano giù i fiumi e i mari
non solo io camminavo con l’acqua sulle spalle
ce n’erano altri
e muovevamo tutti quanti le chiappe
lungo palazzi intonacati a piastre
con finestre a ghigliottina cigolanti in cima

Print Friendly, PDF & Email

articoli correlati

Callimaco – Quattro epigrammi

trad. isometra di Daniele Ventre A. P. V 6 Glielo giurò Callignòto, a Iònide, di non avere altro più caro, nessuna altra...

L’ultima Thule

di Romano A. Fiocchi
«L’ultima Thule» è il penultimo capitolo del romanzo «Il tessitore del vento», pubblicato da Ronzani Editore. Un romanzo corale e teatrale dove i personaggi si alternano e parlano in prima persona su una scena immaginaria...

Due libri, e una lezione di vita, di Goffredo Fofi

di Davide Orecchio
"Cari agli dei" e "Son nato scemo e morirò cretino" raccontano un'altra storia del Novecento italiano fino ai nostri giorni

Dal “Faldone” (zero-cinquantanove, novantotto-novantanove)

di Vincenzo Ostuni
Testi tratti da "Faldone zero-cinquantanove, novantotto-novantanove. Poesie 1992-2020. Estratti, II".

Mots-clés__Compleanno

di Elisabetta Abignente
Arrivò il suo compleanno, e Luciano notò come fosse sempre più numerosa la schiera di enti e istituti che ne celebravano l’occorrenza, con una proporzione inversa rispetto alle persona a cui poteva attribuire un volto.

Nuovi autismi #23 – I miei buchi

di Giacomo Sartori
[dall'archivio di NI: pezzo pubblicato il 13 giugno 2012] I buchi che faccio per lavoro si dividono in due tipi, quelli piccoli e quelli grandi.
Print Friendly, PDF & Email
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: