Ballata del letamaio. Remix

10 gennaio 2005
Pubblicato da

di Giuseppe Caliceti

cartaigienica.jpgCaro Tiziano, ti invio un testo rimixato che se vuoi puoi pubblicare su Nazione Indiana. A me piace. Il merito è soprattutto di Balestrini. Nelle mie ultime letture pubbliche è già diventato un piccolo must. All’inizio, e poi a scelta, mentre si legge/interpreta, bisogna sospendere la frase e chiedere al pubblico di ripetere sempre la stessa parola, in coro: Merda!
Tu, Aldo9 e chiunque voglia, deve provarla. Funziona! E pare che abbia anche un effetto terapeutico/scaramantico. (Scherzo). Il testo cita diversi versi della poesia di Nanni Balestrini La signorina Richmond constata incredula che c’è chi loda il letamaio, tratta da Le avventure complete della signorina Richmond (edito da Testo&Immagine, 1999).

_____________________________________

BALLATA DEL LETAMAIO. REMIX

a Nanni Balestrini

il segno culturale del nostro tempo
è il bello di cattivo gusto cioè la MERDA
le belle pubblicità di MERDA i bei abiti
di MERDA il bell’erotismo di MERDA

le belle barche di MERDA i bei romanzi
di MERDA il bel giornalismo di MERDA
i bei talk show di MERDA insomma
tutti tutti tutti i belli super professionali di

MERDA prodotti dalla cultura spettacolo
di MERDA con quella incancellabile e richiesta
vena di cattivo gusto cioè di MERDA diciamo
la cultura dei professionisti di massa di MERDA

che lavorano per le masse di MERDA
che producono coltivano selezionano
impacchettano smerciano ogni giorno
eccezionali quantità di prodotti di MERDA

per gente di MERDA
perché la MERDA va forte, ci dicono
la MERDA va alla grande
anche la MERDA formato famiglia

la famosa MERDA in scatola
la televisione insomma
e il mercato di MERDA della MERDA per la MERDA
non dà segni di cedimento.

ci dicono: Che bel sapore ha la MERDA!
ci dicono: Che bell’odore ha la MERDA!
ci dicono: Guardate la MERDA!
ci dicono: Mangiate la MERDA!
ci dicono: Come profuma di MERDA la MERDA!
ci dicono: Che buon sapore di MERDA ha la MERDA!
ci dicono: Mangiatela!
ci dicono: Cagatela!
ci dicono: Mangiatela! Cagatela! Mangiatela! Cagatela!
e ce lo dicono sempre con quella insopprimibile vena
di cattivo gusto cioè di MERDA che li contraddistingue

è difficile, diciamo noi, è difficile
disobbedire al proprio tempo di MERDA
ci sono tempi che danno la licenza del buon gusto
e tempi di MERDA che la tolgono

e chi contravviene alla MERDA se va bene sarà apprezzato
dai posteri oggi i buoni professionisti della MERDA
selezionati dai grande media di MERDA sanno mettere insieme
parole suoni immagini colori di MERDA luci effetti

di MERDA tridimensionali belli bellissimi
sanno organizzare i bei dibattiti sadomaso di MERDA
le belle inchieste tutte ritmo e suspance
ma mettendoci sempre quel tanto di

cattivo gusto cioè di MERDA che hanno coltivato
invece di soffocare per piacere allo spettatore massa di
MERDA e senza un po’ di cattivo gusto cioè di
MERDA ci dicono oggi, ci dicono, si campa male

ci dicono: Che bel sapore ha la MERDA!
ci dicono: Che bell’odore ha la MERDA!
ci dicono: Guardate la MERDA!
ci dicono: Mangiate la MERDA!
ci dicono: Come profuma di MERDA la MERDA!
ci dicono: Che buon sapore di MERDA ha la MERDA!
ci dicono: Mangiatela!
ci dicono: Cagatela!
ci dicono: Mangiatela! Cagatela! Mangiatela! Cagatela!

ci dicono: Che bell’odore ha la MERDA!
ci dicono: Che bel sapore ha la MERDA!
ci dicono: Chi non mangia la MERDA morirà di fame!
ci dicono: Più la mandi giù e più ti senti su!
ci dicono: Meglio una MERDA oggi che una gallina domani!
ci dicono: La MERDA è richiesta dalla maggioranza!
ci dicono: In fondo siamo tutti piccoli o grandi pezzi di MERDA!
ci dicono: Anche tu sei un pezzo di MERDA!
ci dicono: Evviva la MERDA!
e ce lo dicono sempre con quella insopprimibile vena
di cattivo gusto cioè di MERDA che li contraddistingue

è difficile, diciamo noi, è difficile
è difficile opporsi alla propria epoca di MERDA
è difficile, diciamo noi, è difficile
contravvenire alla MERDA dilagante

chi contravviene alla MERDA chi si oppone
alla MERDA è allontanato dalla MERDA
è visto con sospetto dalla MERDA è visto
come un corpo estraneo alla MERDA

gli dicono: Riguardati!
gli dicono: Ripensaci!
gli dicono: Che discorso di MERDA stai facendo? Taci!
gli dicono: Che ragionamenti di MERDA stai facendo?

gli dicono: Ti rendi conto di che figura di MERDA stai facendo?
gli dicono: Sei un uomo di MERDA!
gli dicono: Sei una donna di MERDA!
gli dicono: Hai dei figli di MERDA!

gli dicono: Hai un lavoro di MERDA!
gli dicono: Fai una vita di MERDA!
gli dicono: Ma che MERDA stai dicendo?
gli dicono: Ma che MERDA stai facendo?

gli dicono: Tu tieni troppa MERDA sotto il naso!
gli dicono: Tu puzzi come una MERDA!
gli dicono: Sei proprio un gran pezzo di MERDA!
gli dicono: Che brutta MERDA che sei!

a noi tocca vivere nella cultura della cultura spettacolo
di MERDA la cultura del bello di cattivo gusto
cioè di MERDA ben retribuiti e puniti
ogni giorno dalla fama di MERDA della MERDA

è difficile disobbedire al proprio tempo di merda
è difficile non curarsi del suo segno culturale di MERDA
oggi uno che non ha successo con la MERDA
perché guarda in alto e comunque non nel letamaio

non viene guardato dalla MERDA
come un’intelligenza esigente
come il portatore di una grande ambizione
ma come un corpo estraneo alla MERDA

gli dicono: Vivere in sintonia
con la cultura di massa di MERDA
è vivere nel migliore dei mondi di MERDA
oggi possibile!

gli dicono: è impossibile sottrarsi alla cultura
del proprio tempo di MERDA i compensi
ai furbi ai consapevoli agli intelligenti perché producano
MERDA per i rozzi e i volgari sono ottimi

e tutti più o meno
ci siamo adeguati alla MERDA
e tutti più o meno
siamo grandi o piccoli pezzi di MERDA

ci dicono: E comunque questo è il migliore
dei mondi di MERDA oggi possibile!
ci dicono: E comunque è statisticamente provato
che anche tu prima o poi ti adeguerai alla MERDA!

ci dicono: E’ solo una questione di tempo
e poi anche tu imparerai ad apprezzare la MERDA!
ci dicono: Imparerai a mangiarla, a cagarla,
a mangiarla, a cagarla, è questa la nostra vita?

ci dicono: E comunque mi dici che amici di MERDA frequenti?
ci dicono: Scusa, ma che libri di MERDA stai a leggere?
ci dicono: Non ti pare di essere un moralista di MERDA?
ci dicono: Non ti pare di essere un provocatore di MERDA?

ci dicono: Non ti pare di avere delle grande idee di MERDA?
ci dicono: Possibile che non ti senti una MERDA a pensare quello che pensi?
ci dicono: Ma se sei tutto pieno di MERDA!
ci dicono: Non ti pare di essere proprio tu il più grande pezzo di MERDA in
circolazione!

ci dicono: Ma togliti la MERDA dal culo!
ci dicono: Ma togliti la MERDA dalla bocca!
ci dicono: Vaffanculo sfigato di MERDA!
ci dicono: Sparisci bastardo di MERDA! Sparisci! Sparisci!
ma ce lo dicono sempre con quella insopprimibile vena
di cattivo gusto cioè di MERDA che li contraddistingue.

Tag: , ,

One Response to Ballata del letamaio. Remix

  1. gianni biondillo il 12 gennaio 2005 alle 22:31

    L’ho vista recitare “live” a Pordenone, ed è stato bellissimo!



indiani