Il vangelo secondo precario

20 ottobre 2005
Pubblicato da

promo film vangelo precario Un film che parla di storie di ordinaria flessibilità doveva ovviamente essere prodotto in modo precario, e così è stato. Stefano Obino, Stefano Cella e Francesco Pensabene hanno finanziato Il vangelo secondo precario con il metodo della produzione dal basso, vendendo dei future sui DVD del loro film. Ora che è finito si può vedere, a Milano al cinema Anteo il 24 ottobre alle 20.30 e alle 22.30 (gratis) e nel resto d’Italia presto, consultando il sito del film.

In Nazione Indiana si è parlato di precarietà del lavoro, per esempio Andrea Bajani qui:

E mi vengono in mente anche Le avventure della stagista in casa editrice, di Giulio Mozzi su Vibrisse.

One Response to Il vangelo secondo precario

  1. andrea bajani il 21 ottobre 2005 alle 09:13

    Il film di Stefano Obino è semplicemente geniale. Ne ho visto qualche scampolo a Roma in maggio quando la lavorazione era ancora agli inizi. Caustico e intelligente.



indiani