La punta della lingua 2007

Poesia Festival

Ancona 11-14 ottobre

Editoriale + Programma

Rieccoci a parlare di poesia con questa seconda edizione del nostro festival. Ancora una volta cerchiamo di farlo senza cadere in sterili accademismi, evitando la trappola dell’autoreferenzialità e dell’orgoglio isolazionistico, con un approccio il più possibile laico.

Certo, nell’epoca dell’utilitarismo a tutti i costi la poesia sembra essere finita irreversibilmente fuori dai giochi. Comprensibili dunque le tentazioni di rivendicarne la supremazia, la diversità e l’irriducibilità alle logiche correnti, sottraendola al confronto, alla discussione e, in definitiva, alla critica. E se, molto novecentescamente, tutto questo rappresenta “ciò che non siamo e ciò che non vogliamo”, quale sia la pars construens è presto detto: basta una sbirciatina al programma di questa nostra tre giorni per rendersene conto. Siamo per una poesia che non guardi al mondo dall’alto della propria splendida torre d’avorio ma che sia disposta a scendere a patti con la realtà e a dialogare, a contaminarsi e intrattenere commerci con le altre arti, discipline, modalità espressive. Si spiega così, allora, la presenza di una sezione dedicata ad un’arte completamente nuova come quella della video-poesia, i cui precedenti (poesia visiva, video-arte e net-art) non hanno esaurito le infinite potenzialità offerte dall’abbinamento di immagini e parola scritta o detta. Continuiamo inoltre a guardare alle esperienze più significative della poesia italiana contemporanea, con l’illustre presenza di Vivian Lamarque (campione di qualità e di vendite), Aldo Nove, Giovanna Marmo e lo sguardo alle più recenti tendenze e generazioni poetiche, con la presentazione del nuovo Quaderno di Marcos y Marcos. E se anche abbiamo voluto lasciare fuori, per una volta, la gara di poesia ad alta voce del poetry slam, questo appuntamento rientrerà dalla finestra di Palazzo Camerata, dove verrà presentata un’antologia con i migliori specialisti europei di questa disciplina, durante il convegno sulla presenza della poesia nei nuovi media. Ultima non ultima, segnaliamo la presenza del talentuoso musicista Egle Sommacal, chitarrista che ha militato nella cult band dei Massimo Volume, più di ogni altra disponibile ad ibridare testi di alto valore letterario e rock di ricerca. Nella consapevolezza che la poesia non cambierà il mondo, ci auguriamo che possa almeno rappresentare un’occasione di ascolto, dialogo, riflessione e, perché no, di divertimento.

Direzione artistica:
Luigi Socci
Coordinamento e comunicazione:
Valerio Cuccaroni
Organizzazione:
Ass. Cult. NIE WIEM onlus

In collaborazione con:

Regione Marche
Provincia di Ancona
Comune di Ancona
info
www.niewiem.org
info@niewiem.org
339.6185682

Grazie a: Hangar Cult Lab
Roma Poesia
Progetto grafico: Enzo Ferrara

Giovedì
11. La poesia che si vede
HANGAR CULT LAB H 21:30
Andrea Cortellessa e Luigi Socci
presentano una concentrata selezione del materiale in gara al concorso internazionale di video-poesia Doctor Clip (2005 e 2006) . In collaborazione con “Roma Poesia”.

Sabato
12. Cambiare canale?
“La poesia dentro e fuori dai libri nell’epoca dei nuovi media”
PALAZZO CAMERATA H 17:00
Andrea Cortellessa presenta la collana di poesia “Fuori Formato” da lui curata per Le Lettere di Firenze.
Laura Pugno, legge alcuni testi dal volume Il colore oro. Proiezione foto di Elio Mazzacane.
Sparajurij Lab presenta l’Antologia europea del poetry slam (ed. No Reply).
Letture di Luigi Socci.
Andrea Inglese parla delle opportunità e dei limiti della poesia in Internet.
Introduce e modera Valerio Cuccaroni.

Poeti da antologia
MERCATO DELLE ERBE H 21.30
Letture di Vivian Lamarque, Aldo Nove e Giovanna Marmo.
Interventi musicali di Egle Sommacal.

Domenica
14. In Libreria
LIBRERIA FELTRINELLI H 11.00
Franco Buffoni presenta Più luce, padre. Dialogo su Dio, la guerra e l’omosessualià (Luca Sossella ed.).

La nuova poesia
MERCATO DELLE ERBE H 21.30
Presentazione del Nono quaderno italiano di poesia contemporanea (ed.
Marcos y Marcos, 2007)
Introduce il curatore Franco Buffoni.
Intervengono Francesco Scarabicchi e Renata Morresi.
Letture di Alessandro Broggi, Maria Grazia Calandrone,
Massimo Gezzi, Marco Giovenale, Luciano Neri
e Giovanni Turra.
Chitarra solista: Egle Sommacal

Print Friendly, PDF & Email

3 Commenti

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

“Il ritorno di Hartz” di Osvaldo Lamborghini

di Osvaldo Lamborghini
A cura di Massimo Rizzante. "Bussano alla porta, spero / Sia il medico il visitatore inatteso. / L’ospedale come il fiore allettante dell’avvenire. (...)"

“Perfect days”. Ambire il mondo

di Daniela Mazzoli
“Sempre meglio che pulire i cessi!” Quante volte lo abbiamo sentito dire. È il limite di ogni situazione, scomoda, difficile, insopportabile

Creazione di sé e progetto democratico

di Andrea Inglese
Cosa significa venire al mondo in una società individualista, in una società che concepisce se stessa attraverso l’ideologia dell’individualismo, ossia cosa vuol dire venire al mondo in una società che ha conosciuto la modernità occidentale? Prima o poi, chi nasce e cresce in essa sarà confrontato a un ideale forte, quello della realizzazione di sé.

“Autorizzare la speranza”: una lettura a più voci #3

di Maria Borio
La speranza è legata alle idee e ai fatti: nella storia dell’utopia le sono state spesso attribuite capacità di influire non solo sul pensiero astratto, ma anche sull’azione sociale e politica. Tuttavia, la ragione strumentale e le scienze ci hanno assuefatto a considerare la speranza soprattutto come una manifestazione intellettiva e emotiva dell’interiorità.

Ritratto pop di Antonio Syxty

di Leonardo Canella
l'odorino di cervello sulla lamiera rovente, lo sparo, il cervello caldo sulla mia mano.

“Le mancuspie”, una nuova collana di poesia

Una presentazione e un'intervista ad Antonio Bux
, direttore di una nuova collana di poesia: "Le mancuspie" per le Edizioni Graphe.it. Volumi di: Luciana Frezza, Giorgio Manganelli, Gino Scartaghiande, Cristina Annino.
andrea inglese
andrea inglese
Andrea Inglese (1967) originario di Milano, vive nei pressi di Parigi. È uno scrittore e traduttore. È stato docente di filosofia e storia al liceo e ha insegnato per alcuni anni letteratura e lingua italiana all’Università di Paris III. Ora insegna in scuole d’architettura a Parigi e Versailles. Poesia Prove d’inconsistenza, in VI Quaderno italiano, Marcos y Marcos, 1998. Inventari, Zona 2001; finalista Premio Delfini 2001. La distrazione, Luca Sossella, 2008; premio Montano 2009. Lettere alla Reinserzione Culturale del Disoccupato, Italic Pequod, 2013. La grande anitra, Oèdipus, 2013. Un’autoantologia Poesie e prose 1998-2016, collana Autoriale, Dot.Com Press, 2017. Il rumore è il messaggio, Diaforia, 2023. Prose Prati, in Prosa in prosa, volume collettivo, Le Lettere, 2009; Tic edizioni, 2020. Quando Kubrick inventò la fantascienza. 4 capricci su 2001, Camera Verde, 2011. Commiato da Andromeda, Valigie Rosse, 2011 (Premio Ciampi, 2011). I miei pezzi, in Ex.it Materiali fuori contesto, volume collettivo, La Colornese – Tielleci, 2013. Ollivud, Prufrock spa, 2018. Stralunati, Italo Svevo, 2022. Romanzi Parigi è un desiderio, Ponte Alle Grazie, 2016; finalista Premio Napoli 2017, Premio Bridge 2017. La vita adulta, Ponte Alle Grazie, 2021. Saggistica L’eroe segreto. Il personaggio nella modernità dalla confessione al solipsismo, Dipartimento di Linguistica e Letterature comparate, Università di Cassino, 2003. La confusione è ancella della menzogna, edizione digitale, Quintadicopertina, 2012. La civiltà idiota. Saggi militanti, Valigie Rosse, 2018. Con Paolo Giovannetti ha curato il volume collettivo Teoria & poesia, Biblion, 2018. Traduzioni Jean-Jacques Viton, Il commento definitivo. Poesie 1984-2008, Metauro, 2009. È stato redattore delle riviste “Manocometa”, “Allegoria”, del sito GAMMM, della rivista e del sito “Alfabeta2”. È uno dei membri fondatori del blog Nazione Indiana e il curatore del progetto Descrizione del mondo (www.descrizionedelmondo.it), per un’installazione collettiva di testi, suoni & immagini.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: