Articolo precedenteMetromorfosi: nuovo numero, nuova stagione
Articolo successivoM.A.U.S.S.?

Luigi Schenoni (1935-2008)

Leggo in ritardo, da Marco Giovenale, della scomparsa di Luigi Schenoni:

Luigi Schenoni, il geniale traduttore italiano di Finnegans Wake, è venuto a mancare in questi giorni. Qui di séguito il link a un file pdf che ospita il n.2 della rivista “Carte Scoperte” (issue 2), con sue annotazioni dal  Joycentenary del 1982: http://www.gianpaologuerini.it/b_aboutyou/2_guests/pdf/_carte_scoperte.pdf
(thanks to Gian Paolo Guerini for sharing)

Segnalo anche il bel dossier allestito da Giorgio Di Costanzo.

4 Commenti

  1. Domenico Pinto come Alì Babà.: Apriti sesamo!

    E’ noto come il tesoro che si trovava nella caverna
    fosse formato da pietre preziose e da gioielli appartenenti
    a un passato mitico.

    I Quaranta Ladroni che Domenico ci dà la possibilità
    di incontrare in questa escursione,
    ci fanno rimpiangere i tempi in cui le mappe erano chiare,
    leggibili facilmente, il tesoro rintracciabile, e le difficoltà soltanto
    nella estrema complessità delle tecniche del furto.

  2. Che brutta notizia! Da un po’ di anni lavoro occasionalmente sul FW in italiano di Schenoni e quello francese di Lauvergne, due operazione diametricalmente opposte nell’affrontare quel monstrum testuale: laddove Lauvergne getta la spugna e si fa piano e perfino didascalico, Schenoni resta sempre eroico, lancia in resta, mento in fuori e riso aperto davanti al guizzo, al pun, alla divertita erudizione joyciana. E adesso chi lo finisce, il suo Finnegans? Mannaggia.

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

Gnosticismo acido

di Edoardo Camurri 1 Viviamo in tempi interessanti. La tecnologia sta portando alle estreme conseguenze, con risultati paradossali e paralizzanti, alcuni...

Prosa in prosa (Inglese, Zaffarano, Giovenale, Broggi)

    Le edizioni Tic hanno recentemente ripubblicato Prosa in prosa, originariamente uscito nel 2009 per la collana fuoriformato de Le Lettere. Ospito qui...

Audio Doc Sound: parti sonore, video invisibili

di Pietro D'Agostino Normalmente alla base della produzione di un film, di un documentario o comunque di una serie di...

Marco Giovenale: Le carte della casa

    «sa come funziona il movimento di annottare. il magenta-blu che è negli sterri negli sbancamenti delle vigne, dove è morta per...

Intervista a Marco Giovenale su “Quasi tutti”

Intervista a cura di Gianluca Garrapa La presente versione di Quasi tutti (Miraggi ed., 2018), da considerare definitiva, emenda qualche...

Letteratura e mistica

di Francesca Caraceni   Se c’è un termine che si sta riaffacciando sullo scenario collettivo, nel mezzo di tecnicismi medico-scientifici...
domenico pintohttps://www.nazioneindiana.com/
Domenico Pinto (1976). È traduttore. Collabora alle pagine di «Alias» e «L'Indice». Si occupa di letteratura tedesca contemporanea. Cura questa collana.