Articolo precedenteRiccardo non piange più
Articolo successivoLa poesia nera di Alan D. Altieri

Nina e Baptiste. Una storia di sogni e solitudine

5 Commenti

  1. Mi piace molto l’universo della favola, con colori sbiaditi.
    La ballerina con la sua rosa. Mi sono ricordata il piacere dell’ifnazia e ancora oggi a sfiorare tissuto (per lo brusio, il profumo, la carezza).

    Avevo propio un “tutu de danseuse fabbriqué avec du paier crépon”, per la festa della scuola.

  2. da quando ho preso il book in montagnola per la mia piccola Nina ho iniziato il viaggio nella sua vita attraverso la comunicazione!era il suo primo regalo da parte della mamma!grazie

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

Da Kafka a Franzen: cosa leggiamo quando leggiamo una traduzione

di Daniele Ruini 1. Nel 2018 l’editore Sellerio pubblicò un sublime libretto di Adriano Sofri, Una variazione di Kafka: si tratta...

MSQ→AMS→PAR #3

di Andrea Inglese, Barbara Philipp, Aleksei Shinkarenko Terzo episodio, di cinque. I primi due in versione italiana, qui e qui. In versione francese sul sito...

Last words

di Gabriele Tinti immagini di Andres Serrano # Ancora una volta ho mandato a puttane la mia vita e questa volta non c’è...

VISIONI in TRALICE [IV] Cum dederit dilectis suis somnum

"Grace si addormentò lungo la strada maestra grazie alla sua sana capacità di allontanare da sé qualunque sgradevolezza. Un Dio generoso l’aveva benedetta con un raro talento: il potere di guardare avanti e solo avanti."

Il museo dell’arte luccicante

testo di Chiara Cerri foto di Nicola Gnesi Era un freddo cane. Un anno fa nel periodo di natale, quando ci...

Mproject-2 a Roma

Giovedì 20 maggio 2010, dalle ore 19.30 ESC Atelier Autogestito Via dei Volsci 159 – Roma www.escatelier.net Mproject-2 di Teresa Iaria e Giulio Marzaioli -...
francesca matteonihttp://orso-polare.blogspot.com
Sono nata nel 1975. Curo laboratori di tarocchi intuitivi e poesia e racconto fiabe. Fra i miei libri di poesia: Artico (Crocetti 2005), Tam Lin e altre poesie (Transeuropa 2010), Acquabuia (Aragno 2014). Ho pubblicato un romanzo, Tutti gli altri (Tunué, 2014). Come ricercatrice in storia ho pubblicato questi libri: Il famiglio della strega. Sangue e stregoneria nell’Inghilterra moderna (Aras 2014) e, con il professor Owen Davies, Executing Magic in the Modern Era: Criminal Bodies and the Gallows in Popular Medicine (Palgrave, 2017). I miei ultimi libri sono il saggio Dal Matto al Mondo. Viaggio poetico nei tarocchi (effequ, 2019), il testo di poesia Libro di Hor con immagini di Ginevra Ballati (Vydia, 2019), e un mio saggio nel libro La scommessa psichedelica (Quodlibet 2020) a cura di Federico di Vita. Il mio ripostiglio si trova qui: http://orso-polare.blogspot.com/