Nina e Baptiste. Una storia di sogni e solitudine

di Altaluna

francesca matteoni

Curo laboratori di poesia e fiabe per varie fasce d’età, insegno storia delle religioni e della magia presso alcune università americane di Firenze, conduco laboratori intuitivi sui tarocchi. Ho pubblicato questi libri di poesia: Artico (Crocetti 2005), Higgiugiuk la lappone nel X Quaderno Italiano di Poesia (Marcos y Marcos 2010), Tam Lin e altre poesie (Transeuropa 2010), Appunti dal parco (Vydia, 2012); Nel sonno. Una caduta, un processo, un viaggio per mare (Zona, 2014); Acquabuia (Aragno 2014). Dal sito Fiabe sono nati questi due progetti da me curati: Di là dal bosco (Le voci della luna, 2012) e ‘Sorgenti che sanno’. Acque, specchi, incantesimi (La Biblioteca dei Libri Perduti, 2016), libri ispirati al fiabesco con contributi di vari autori. Sono presente nell’antologia di poesia-terapia: Scacciapensieri (Millegru, 2015) e in Ninniamo ((Millegru 2017). Ho all’attivo pubblicazioni accademiche tra cui il libro Il famiglio della strega. Sangue e stregoneria nell’Inghilterra moderna (Aras 2014). Tutti gli altri (Tunué 2014) è il mio primo romanzo. Insieme ad Azzurra D’Agostino ho curato l’antologia Un ponte gettato sul mare. Un’esperienza di poesia nei centri psichiatrici, nata da un lavoro svolto nell’oristanese fra il dicembre 2015 e il settembre 2016. Abito in un borgo delle colline pistoiesi. 

Tags:

  5 comments for “Nina e Baptiste. Una storia di sogni e solitudine

  1. véronique vergé
    31 Ottobre 2009 at 17:24

    Mi piace molto l’universo della favola, con colori sbiaditi.
    La ballerina con la sua rosa. Mi sono ricordata il piacere dell’ifnazia e ancora oggi a sfiorare tissuto (per lo brusio, il profumo, la carezza).

    Avevo propio un “tutu de danseuse fabbriqué avec du paier crépon”, per la festa della scuola.

  2. véronique vergé
    31 Ottobre 2009 at 17:24

    fabriqué avec du apier

  3. véronique vergé
    31 Ottobre 2009 at 17:26

    du papier (désolé per gli errori anche in francese)

  4. elena
    3 Novembre 2009 at 15:43

    Altaluna è una splendida artista

  5. Chiara
    17 Dicembre 2009 at 20:02

    da quando ho preso il book in montagnola per la mia piccola Nina ho iniziato il viaggio nella sua vita attraverso la comunicazione!era il suo primo regalo da parte della mamma!grazie

Comments are closed.