Articolo precedenteLe teste
Articolo successivoche avrebbe detto Bartolo

Photoshoperò #2010 – Aukurs!

Print Friendly, PDF & Email

4 Commenti

  1. Oh Francesco, è bellissimo … siamo quello che leggiamo, quello che amiamo e ci portiamo dentro e non importa che anno sia, è tutto un cammino.

    grazie… da lettrice raccolgo i tuoi auguri e li ricambio con affetto estendendoli a tutta la redazione di N.I.

  2. Ray Bradbury, gli uomini libro! Ricordo che quando lo lessi mi fu chiaro che ciò che noi sappiamo ci è stato passato proprio così, da questa catena, di bocca in orecchio e la bocca è anche ogni pagina a cui noi ci aprima per raccogliere con l’orecchio interiore.Bellissima memoria.ferni

  3. E’ una bellissima entrata nell’anno 2010. Con i libri siamo nel più vicino del nostro cuore e delle nostra percezione della vita. I libri fanno un regno dove il mondo si riflette con più di verità o di luminosità.
    Dentro la più oscura giornata, si mormorava la voce di un romanzo o di una poesia.
    E pensate al momento dove tutte le letture fatte in silenzio si accordano.
    Sto leggendo lo stesso libro forse che un altro in questo momento.
    C’è qualcosa di magica che fa di una solitudine un sospiro unito a un altro. Sto leggendo l’ultimo libro di Franco Arminio Nevica e ho le prove,
    si parla della solitudine in Irpania, ogni parola del libro entra nella mia carne, nel tessuto, nell’osso. Nella solitudine irpinia respira la solitudine
    di un paese del norte della Francia.

    AUGURI agli scrittori, ai commenatori di nazione Indiana
    e effeffe, stappiamo questa bottiglia di Champagne!

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

Diario di Saragozza: Ex vuoto 11 settembre

di Francesco Forlani
Queste riflessioni sono parte di un corso di filosofia preparato per i miei ragazzi al Lycée Français Molière di Saragozza sulla nozione di Arte e particolarmente sul ruolo che quest'ultima può avere nella creazione di un territorio nell'immaginario collettivo...

Diario di Saragozza: Ecce Homo

di Francesco Forlani
Oggi si tratta di un viaggio nel viaggio che comincia al mattino servito su un tavolo insieme al caffè e che recita testualmente: autobus stazione Delicias, Saragozza- Borja partenza ore 12,45 e ritorno 18h40.

cinéDIMANCHE #29 FRANK CAPRA L’eterna illusione [1938]

Ognuno fa quel che vuole, vero?
di Orsola Puecher

Populism or populism?
di Francesco Forlani

Progetto per un appendi-nuvole / Projet pour un porte-nuages

di Francesco Forlani
Video progetto di effeffe per la rivista Dialogue. Projet pour un porte-nuages Poesia L'étranger di Charles Baudelaire Traduzione in furlèn di Cisco Escalona Musiche eseguite da Lamberto Curtoni

Limina moralia: Boris Vian

di Francesco Forlani
Trent`anni prima che Romain Gary si prendesse gioco della società delle lettere francesi, pubblicando il capolavoro La Vie devant soi, sotto falso nome e premio vero, il Goncourt, a Boris Vian il colpo era riuscito con un cocktail esplosivo di politica e pornografia.

Limina moralia: Charles Dickens

di Francesco Forlani
L’universo descritto in ogni suo minimo dettaglio di personaggi secondari, figuranti smarriti nella nuova civiltà del mercato globale, una catastrofe polifonica che soltanto la visione catartica del romanzo può contenere grazie a un potente gioco di specchi e di sguardi.
francesco forlani
Vivo e lavoro a Parigi. Fondatore delle riviste internazionali Paso Doble e Sud, collaboratore dell’Atelier du Roman . Attualmente direttore artistico della rivista italo-francese Focus-in. Spettacoli teatrali: Do you remember revolution, Patrioska, Cave canem, Zazà et tuti l’ati sturiellet, Miss Take. È redattore del blog letterario Nazione Indiana e gioca nella nazionale di calcio scrittori Osvaldo Soriano Football Club, Era l’anno dei mondiali e Racconti in bottiglia (Rizzoli/Corriere della Sera). Métromorphoses, Autoreverse, Blu di Prussia, Manifesto del Comunista Dandy, Le Chat Noir, Manhattan Experiment, 1997 Fuga da New York, edizioni La Camera Verde, Chiunque cerca chiunque, Il peso del Ciao, Parigi, senza passare dal via, Il manifesto del comunista dandy, Peli, Penultimi, Par-delà la forêt. , L'estate corsa   Traduttore dal francese, L'insegnamento dell'ignoranza di Jean-Claude Michéa, Immediatamente di Dominique De Roux
Print Friendly, PDF & Email
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: