Articolo precedenteda “Wunderkammer”
Articolo successivoCurriculum vitae

Pensieri di mortali

di Gherardo Bortolotti

Print Friendly, PDF & Email

14 Commenti

  1. bgmole nell’ infraordinario è una leggenda! ;-))
    che bello il playmobil, anch’io quando ero piccola ne avevo uno, m ‘imbambolava la pubblicità di quello col fortino ;-)
    gherardo, sai che bgmole nell’infraordinario invece di leggerlo:
    incerca di borbottii dispersi negli angoli dell’appartamento bgmole si incammina tra particolari irrilevanti
    io l’ho letto (la prima volta per errore, in seguito con convinzione):
    in cerca di bortolotti dispersi negli angoli dell’appartamento bgmole si incammina tra particolari irrilevanti
    ;-)))

  2. ho guardato i video e non ho capito nulla, né cosa dicono (i tempi di lettura delle scritte sono troppo rapidi per me), né cosa vogliano mai dire. Non so.

  3. Avanguardia in ritardo, a petardino ritardato, con tutto che sa di già visto, di già sentito, di già digerito e evacuato. Pure l’ometto playmobil c’era un blogger che già lo fotografava secoli fa. Che noia.

  4. dei tre, credo di preferire il primo: più rigorosamente minimalista, anni settanta, cage duro; comunque i due affiancati, 103 e bgmole, fatti andare assieme si associano bene; evvai gherard, mi sembra che sia un buon filone questo, coerente con le altre tue tecniche di basso livello…

  5. Mi rispondo da solo, stavo usando Chrome. Con Firefox vedo i 3 filmati affiancati, che eseguiti insieme danno uno strano senso di straniamento.

  6. @sparz: mi stupisco, un fisico che non apprezza il caso e la combinatoria!

    @inglese: è anche il mio preferito (anche per il giro di basso favoloso di cavalleri)

    @made: gliene hanno regalato uno identico :-)

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

Spitfire

di Andrea Cortellessa «Non è un romanzo storico, ma la vicenda di un uomo che si guasta». Così definiva un...

Creature di cenere

di Bianca Madeccia Studiava silenziosamente le fondamenta del creato, intima, fonda come un sentimento del quale si ha pudore. Un...

Emmanuela Carbè, Mio salmone domestico

di Andrea Cortellessa Stringi stringi, la vita è tutta una questione di fuori e dentro. Lì fuori c’è un mondo...

Del sentimento

di Livio Borriello uno spettro si aggira fra i libri: il sentimento qual è il pericolo che incombe sul mondo secondo...

Nota su Geologia di un padre

di Livio Borriello Ci sono libri che non sono solo libri, ma cose della vita che attraversano lo stadio di...
domenico pintohttps://www.nazioneindiana.com/
Domenico Pinto (1976). È traduttore. Collabora alle pagine di «Alias» e «L'Indice». Si occupa di letteratura tedesca contemporanea. Cura questa collana.
Print Friendly, PDF & Email
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: