Articolo precedentemio cattivo maestro
Articolo successivoPer Luigi Di Ruscio

LA NATURA DEI POETI

Italia Nostra – sezione del Fermano
La natura dei poeti
VIII Edizione – a cura di Massimo Gezzi e Adelelmo Ruggieri

ALTIDONA (FM) – SABATO 12 MARZO 2011, ore 21.15
Teatro Comunale
Incontro con FRANCO ARMINIO e GUIDO MAZZONI
Presentazione di Massimo Gezzi

LAPEDONA (FM) – SABATO 19 MARZO 2011, ore 21.15
Sala Suor Francesca
Incontro con MARIA GRAZIA CALANDRONE e RENATA MORRESI
Presentazione di Adelelmo Ruggieri
Al termine degli incontri avranno luogo le passeggiate guidate ai rispettivi centri storici

7 Commenti

  1. ‘a natura d’e poeti sta dint’a ‘na lacrema.
    ma però, gurdatela ‘na lacrema mai chiagnuta.

    ‘a natura d’e poeti è ‘na caramella ‘e zucchero.
    chiunque se po’ accattà ‘na bustarella intera.

    ‘a natura d’e poeti è ‘nu vaso mai dato.
    chillo ‘n funn’o mare ca zompa ‘ncopp’a luna ‘e ll’ammore.

    ‘a naura d’e poeti è ‘nu canillo ca allecca ‘e dete.
    cercate ‘o curaggio p’e ccriature senza mamma e pate.

    ‘a natura d’e poeti è quanno schezzecheano penzieri.
    chilli titpi ‘e penzieri ca doce doce so’ spine dint’o core.

    ‘a natura d’e poeta è ‘a lotta tra a vita e ‘a morte.
    dicitencello ‘o munno ca ll’ammore nun po’ aspettà.

    ‘a natura d’e poeti è ll’acqua antica surgiva.
    ‘e preta janca, onne ca pazzeano, frischezza ‘e sciore.

    ‘a natura d’e poeti accummence cu ll’urdemo suspiro.
    assapura ‘a pelle ‘e ll’anema spasa ‘o sole.

    e nun te scurdà mai/ca essa nun tene età.
    ‘a natura d’e poeta è quanno arriva a morte.

    rideno comme ‘e ccriature cu ‘e vocche
    nguacchiate ‘e ciucculate.

  2. per Galimberti: con un poco di pazienza nella rete ci sono tutte le informazioni del caso; si tratta di una bella sala con tre finestre alte sulla piazza del paese; un saluto a Transit, a Manuel e a Luigi; un a fra poco a Massimo;
    e un grande grazie a Franco Buffoni che tanto cordialmente ha dato notizia di questa nostra rassegna Adelelmo

    ***

    http://www.italianostra.org/

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

La pienezza di una storia, la fragilità di una vita. Su Le stelle vicine di Massimo Gezzi.

di Marco Nicastro Quando sulla quarta di copertina, sulle fascette promozionali, in estratti da recensioni leggo, relativamente ad un libro,...

La radice dell’inchiostro. Dialoghi sulla poesia (terza parte)

  NOTA INTRODUTTIVA   Giancarlo Pavanello, Prosa     «Forse non spetta a te di portare a termine il compito, ma non sei libero di rinunciare.» (Avot...

La pura superficie

di Mario De Santis “Ho scritto un testo che non tende a nulla. Vuole solo esserci, come tutti”. Ci...

una rete di storie STORIE DEL TRAUMA DEL TERREMOTO


Storie del trauma del terremoto
di Renata Morresi
La catastrofe ha questo potere: di mostrare come la questione non è tanto quella della lotta ‘contro la natura’, ma della costituzione di una comunità consapevole. Quella, insieme alle case, da ricostruire. Ci siamo rimessi a pensare, a litigare, a discutere, ma con tutte le facoltà politiche atrofizzate, con tutte le decisioni affidate altrove. Abbiamo scoperto persino di amarli i posti, solo ora, dopo averli usati fino all’estenuazione. E che sia nessuna regola che la pletora di regole a poco valgono senza la fiducia. Che persino ad amarlo un posto dobbiamo reimparare.

una rete di storie festa di Nazione Indiana 2017

Nella sua storia lunga ormai ben 14 anni Nazione Indiana ha pubblicato più di 10.000 articoli di critica,...

Chi parla nel testo? Apriori autobiografico, maschere, iponarrazioni

di Andrea Inglese   Finché finzione ci separi Per lo più vi è la finzione, fortunatamente. Possiamo usare la terza persona, e...
franco buffonihttp://www.francobuffoni.it/
Franco Buffoni ha pubblicato raccolte di poesia per Guanda, Mondadori e Donzelli. Per Mondadori ha tradotto Poeti romantici inglesi (2005). L’ultimo suo romanzo è Zamel (Marcos y Marcos 2009). Sito personale: www.francobuffoni.it