Articolo precedenteSeia sei: Ricardo Menéndez Salmón
Articolo successivoParkinson

Castelnuovo Fotografia 2/4 ottobre 2015

Francesco Bonomo, ISFCI UNDERGROUND
Francesco Bonomo, ISFCI UNDERGROUND

Un delizioso e ospitale borgo medievale appena fuori Roma, immerso nella natura e nella storia del Parco di Veio, sarà anche quest’anno la cornice del festival CASTELNUOVOFOTOGRAFIA, giunto ormai alla sua terza edizione.
Tre giornate di mostre, incontri, presentazioni di libri, eventi, letture portfolio, installazioni e shooting fotografici si susseguiranno in un intenso programma, sullo sfondo del suggestivo Castello Rocca Colonna e lungo i vicoli e nelle piazze del comune di Castelnuovo di Porto.

Il tema scelto per la terza edizione del festival, da sempre orientato verso l’indagine sul paesaggio e l’ambiente, sarà:

IN ITINERE
Percorsi di fotografia nel paesaggio, nella natura, nelle migrazioni e nelle criticità degli eco-sistemi.

Maestri della fotografia e fotografi emergenti, oltre a numerosi ospiti, attenti alla memoria storica, al senso e alle inquietudini del mondo contemporaneo, si confronteranno sul tema del paesaggio naturale, urbano e sociale nonché sul paesaggio intimo, interrogandosi sulle criticità degli eco-sistemi planetari.

La manifestazione, che sostiene dal suo principio la vocazione indipendente e “slow”, puntando sulla qualità dei progetti esposti, si propone come momento d’incontro e scambio sui temi emergenti della fotografia e dell’editoria fotografica, dando spazio sia a riconosciuti protagonisti della fotografia sia ai giovani autori, con un occhio attento alle nuove tendenze, all’editoria indipendente e ai nuovi linguaggi visuali.

Per maggiori informazioni:
http://castelnuovofotografia.com

articoli correlati

Assialità dei legami : fotografie di Isabelle Boccon-Gibod

di Lisa Ginzburg
Ho conosciuto Isabelle Boccon-Gibod qualche anno fa, perché un’amica la portò a cena da me (ancora si cenava insieme, con quegli “aggiungi un posto a tavola” a movimentare convivialità che è difficile e anche doloroso ricordare nel presente di adesso).

Nervino

di Mariasole Ariot
Si apre nella stanza – la parvenza della luce che ha per occhio – una buca sul terreno della casa – le mani dolci come cialde – il delicato attendere una chiamata

Lettere dall’assenza #4

di Mariasole Ariot Caro G., oggi il cielo è plumbeo, ho scartavetrato la casa per cercare un corpo che non...

Storia con fotografia

di Andrea Inglese L’episodio è unico, ma vorremmo capire come parlarne. Era semplice e banale, certo, ma enormemente vischioso, e...

Milano, Bicocca

di Roberto Antolini 1. NuovaBicocca Ho ricordi personali piuttosto tardi della grigia Bicocca dell’epoca industriale, ricordi degli anni Settanta, quando mi...

Dalla parte di Catilina

di Pierluigi Cappello Ama le biciclette e la polvere degli sterrati, la Repubblica. Magari una solida Bianchi con i freni...