davide orecchio

331 articoli scritti
Vivo e lavoro a Roma. Libri: Storia aperta (romanzo, Bompiani, 2021), L'isola di Kalief (con Mara Cerri, Orecchio Acerbo 2021), Il regno dei fossili (romanzo, il Saggiatore 2019), Mio padre la rivoluzione (racconti, minimum fax 2017. Premio Campiello-Selezione giuria dei Letterati 2018), Stati di grazia (romanzo, il Saggiatore 2014), Città distrutte. Sei biografie infedeli (racconti, Gaffi 2012. Nuova edizione: il Saggiatore 2018. Premio SuperMondello e Mondello Opera Italiana 2012). Provo a leggere i testi inviati, e se mi piacciono li pubblico, ma non sono in grado di rispondere a tutti. Perciò, mi raccomando, non offendetevi. Del resto il mio giudizio, positivo o negativo che sia, è strettamente personale e assolutamente non professionale. Questo è il mio sito.

Vonnegut, Nabokov, Handke. Lezione, declamazione, rabbia

di Davide Orecchio LEZIONE (VONNEGUT) Nel 1965 Kurt Vonnegut tenne un corso di Teoria e forma della fiction in un laboratorio...

Riapparizioni

di Davide Orecchio Iniziano ad affiorare gli scomparsi. Porto Palo 1996. Quindici pachistani annegati, trovati dai pescatori e rigettati in acqua,...

L’uomo che non era morto e altre storie

di Davide Orecchio L'UOMO CHE NON ERA MORTO Sei anni fa, nello stato indiano del Madhya Pradesh, Raju si presentò dalla...

La nonna di Lara

di Giovanni Dozzini Non sarò io, pensava la vecchia donna, a mettere becco su una faccenda del genere. La stufa...

L’arresto di Italo Trabucco

Di Giacomo Verri L’amore si nutre di compromessi. I compromessi sono dolci quando discendono dall’amore. Italo Trabucco non aveva voluto...

Rivendicazione di Matilde Famularo

di Davide Orecchio Molti anni dopo Ascona la riscatta dalle quinte. Quattro suoi componimenti aprono Le voci contro, antologia dedicata...

Ode al padre

di Andrea Carraro Sì dev’essere cominciato tutto quando Hai iniziato a scrivere e riscrivere il suo nome Nel diario della scuola...

I’m not there

*** *** ***

Il perché delle biografie

di Isabel Burdiel Diceva Josep Pla che, se a quarant'anni continui a leggere romanzi, sei un idiota. Non è necessario...
Print Friendly, PDF & Email