gianni biondillo

GIANNI BIONDILLO (Milano, 1966), camminatore, scrittore e architetto pubblica per Guanda dal 2004. Come autore e saggista s’è occupato di narrativa di genere, psicogeografia, architettura, viaggi, eros, fiabe. Nel 2011 il romanzo noir I materiali del killer ha vinto il Premio Scerbanenco. Nel 2018 il romanzo storico Come sugli alberi le foglie ha vinto il Premio Bergamo. Scrive per il cinema, il teatro e la televisione. È tradotto in varie lingue europee.

Quarto Oggiaro è un luogo comune

di Gianni Biondillo


1.

Una volta una giornalista mi ha chiesto: “possiamo dire che Quarto Oggiaro è il Bronx di Milano?”
“No,” le ho risposto. “Non lo possiamo dire. E poi non vedo perché lo si debba dire!”
La gente parla spesso per luoghi comuni.… Leggi il resto »

I Commenti al Commiato

di Gianni Biondillo

Sto passando un periodo molto difficile (con problemi familiari che sto lentamente risolvendo) che mina la mia attenzione al mondo e a Nazione Indiana. Purtroppo non posso dare la giusta cura, e la giusta replica, alle parole di Antonio.… Leggi il resto »

Vomitorium (8)

di Gianni Biondillo e Helena Janeczek

GIANNI BIONDILLO
Va bene, Helena, portami a casa. Io ho mal di testa. Poi non ho neppure la patente, quindi è meglio che guidi tu.

HELENA JANECZEK
Sorpresa: ci tocca il metrò. Neanche io guido.… Leggi il resto »

Vomitorium (7)

di Gianni Biondillo e Loredana Lipperini

GIANNI BIONDILLO
Ciao, Lippa. Se ne hai voglia, dimmi la tua. Prendi pure una birra. Io berrò una camomilla, devo ancora smaltire le birre precedenti… se te la senti, diamo in pasto alla rete queste nostre elucubrazioni.Leggi il resto »

Vomitorium (6)

di Gianni Biondillo e Se Stesso (con l’apparizione del fantasma di Antonio Moresco)

GIANNI BIONDILLO
Dio, che mal di testa…

ME STESSO
Che c’è? Sei ubriaco?

G.B.
Sì, credo di sì. Parlo con me stesso, quindi è chiaro che sono ubriaco.… Leggi il resto »

Vomitorium (5)

di Gianni Biondillo e Sergio Garufi (con una incursione di Raul Montanari)

GIANNI BIONDILLO
Sergio, nel mio bar virtuale tu sei quello del tavolino di fianco che ha ascoltato tutto e si è intromesso per dire la sua. E hai fatto benissimo.… Leggi il resto »

Vomitorium (4)

di Gianni Biondillo e Leonardo Colombati


GIANNI BIONDILLO:
Leonardo, ricominciamo un discorso che avevamo già fatto l’altro giorno a Roma, mentre si chiacchierava degustando un tiramisù che si è depositato all’istante sui miei rotondissimi fianchi.
Te la senti? Avresti voglia di continuare questa sorta di birra virtuale fra amici?… Leggi il resto »

Vomitorium (3)

di Gianni Biondillo e Pier Sandro Pallavicini
GIANNI BIONDILLO
Sandro, qui la tavolata si ingrossa. Bene, lo spazio virtuale, fortunatamente, è tale e tanto che ci stiamo tutti. Siediti, bevi una birra, raccontiamocela un po’. Hai letto quello che è stato scritto fin ora?… Leggi il resto »

Vomitorium (2)

di Gianni Biondillo e Raul Montanari

GIANNI BIONDILLO:
Va bene, Raul, beviti questa birra virtuale, nel mio bar virtuale, e difendi la posizione!
Spero tu abbia letto la prima puntata di vomitorium, che se fossi stato uno scrittore serio avrei dovuto intitolarla: “il mio cuore messo a nudo”.… Leggi il resto »

Vomitorium (1)

di Gianni Biondillo e Franz Krauspenhaar
GIANNI BIONDILLO:
Franz,
Voglio farti una proposta più che decente. Se non ti aggrada portai rifiutarla subito.
Pensavo: ora scrivo a Franz e, come di fronte a una birra virtuale, mi metto a parlare a ruota libera.… Leggi il resto »

BILANCIO PREVENTIVO

di Gianni Biondillo

18-1-1995

E sarò vecchio canuto poeta,
benedirò la mia modestia
da statale in pensione
ma dotto, oh si!, dotto
esemplare, guardato ad esempio
da giovani in versi:
con che sguardi brividi
mi parleranno ossequiosi
temendo la sconfitta placida,
che di me temo ora,
come spettro remoto.… Leggi il resto »

Dio doveva essere fiorentino (2 di 2)

di Gianni Biondillo
4.
Con questa massa di affamati molto spesso Firenze è ingannevole. Si mostra bellissima e non dichiara lo sterminato numero di lifting che da oltre un secolo a questa parte continua a fare proprio per apparire così bella e “sospesa nel tempo”.… Leggi il resto »

MON SEMBLABLE

di Gianni Biondillo

Gh’an Ditt oeuv senza guss, bartolamee,
barlafus, fasoritt, menus, coo d’aj,
signori de cittaa, zeder, campee,
barolè, ballauster e coraj

(Carlo Porta)… Leggi il resto »

Siamo vivi, bastardi!!!

Alla faccia di Pietro Citati siamo vivi e vegeti. E come se non bastasse funzionano pure i commenti.
Ringraziamo volentierissimo, per l’apporto tecnico, Max e Claudio, di Interzone (che sono poi questi qui: www.interzone.it). Caffè pagato!

In quanto ai nostri amici, lettori, troll e compagnia cantante: forza, scateniamoci!… Leggi il resto »

CARLO LEVI: architettura, società, restauro

di Gianni Biondillo

1. I Sassi di Matera

A sessant’anni dalla pubblicazione (fu proprio nel 1945, per Einaudi) forse oggi non riusciamo a capacitarci di come le poche, drammatiche pagine dedicate a Matera nel Cristo si è fermato a Eboli di Carlo Levi furono alla base di una polemica che pose la città e i Sassi al centro dell’attenzione nazionale ed internazionale.… Leggi il resto »

Fiabesque

di Gianni Biondillo

“Abbiamo provato a guardare il mondo delle Fiabe un po’ come fanno i bimbi, col naso all’insù e l’aria attonita.”

Stanno accadendo cose molto belle a Peccioli (PI). Belle belle. Da favola. Gente che viene da Dakar, o da Hollywood, e si ritrova nel cuore dell’Etruria, fra fate, lupi cattivi, teatro di strada, saltimbanchi, artisti, mangiafuoco.… Leggi il resto »

Supplica del dolore

di Gianni Biondillo

[Sergio Baratto si pone delle domande e si dà delle risposte (qui: www.tunga.splinder.com, in data 5 dicembre 2004).
Io feci lo stesso, un po’ di tempo fa, e mi risposi così.]

Popolo disperso, devastato, dislessico,
Popolo perduto, ignorante, immorale,
trangugiatore obeso, vitello d’oro,
traboccante, straripante,
tracannatore di vini contraffatti,
impellicciato, ingrassato, opulento,
razzista immondo, tifoso,
ululatore vigliacco, pronto alla delazione,
alla squadraccia, al pestaggio catartico…… Leggi il resto »

Domande a cani e porci

di Gianni Biondillo

Marco Vichi da tempo su “il Giornale” (sic! Anzi: sigh!) pone le stesse domante a cani e porci (in questo caso il porco sono io). Pubblico su NI queste mie dimenticabili risposte per due ragioni: la prima è che così, è la mia prima volta, imparo a usare le istruzioni per postare (male che vada non perdo nulla), l’altra ragione… non me la ricordo (cominciamo bene!) Insomma: menomale che i commenti non funzionano.… Leggi il resto »