Categoria: teatro

Preparazione dell’orda

di Gianluca Gigliozzi

( si tratta  della seconda scena del dramma per sole voci Terrore e miseria nella Terza repubblica.g.m.)

[Rumore di fiamme, sirene, fragore di mezzi di trasporto, piccole esplosioni, voci al megafono che pronunciano parole incomprensibili, poi questi rumori si attenuano e passano in sottofondo, strepiti e riverberi in un ambiente ampio, vociare di più persone, voci gracchianti dalle radioline, schioccare di passi]

 

POLIZIOTTO 1: Ecco, da questa parte!… Leggi il resto »

“Pacific Palisades”. Un testo al confine

di Stiliana Milkova

Pacific Palisades, il nuovo libro di Dario Voltolini, è appena uscito da Einaudi. Pacific Palisades racconta una vita attraverso la mappa di una città. Per specificare, il suo è un testo autobiografico che colloca la propria storia sulla pianta topografica di Torino (la città natia dello scrittore) per poi espandere la prospettiva dell’io narrante e dunque anche quella del lettore fino a comprendere territori lontani e definitivamente stranieri e fare un giro dalla California a Tokyo.… Leggi il resto »

Spinalonga o della lebbre del potere

di Giorgio Mascitelli

Vincenzo Frungillo Spinalonga, Zona, 2016, euro 12

Spinalonga, piccola isola vicina alla coste cretesi, che, dopo essere stata sede di una fortezza prima veneziana e poi turca, ospitò tra il 1903 e il 1957 l’ultimo lebbrosario d’Europa, è l’ambientazione scelta dal poeta Vincenzo Frungillo per lo svolgimento del suo primo dramma.… Leggi il resto »

Parole sotto la torre – X edizione

Nόστοι, i ritorni

Da un approfondito esame delle sceneggiature delle pellicole di produzione hollywoodiana sembra che la battuta più ricorrente della storia del cinema di tutti i tempi sia “Back home”. “Tornare a casa”.

Tutta la narrazione occidentale è fatta, in buona sostanza, di due storie: una guerra fratricida durata dieci anni, e un ritorno a casa durato altrettanto.… Leggi il resto »

Ritorno ad Alphaville

di

Stefano Felici

Breve prologo per stare al gioco


Amleto, scampato al tragico epilogo,

vive ormai da tempo imprecisato a Roma sud,

in un monolocale, e una sera, a tanto per non annoiarsi,

si ritrova a fare un lezioso ego-surfing, col suo tablet,

su un portale di cinema.… Leggi il resto »

Entomologia della sceneggiata.

di Ornella Tajani

È una entomologia della sceneggiata quella che Antonio Latella porta in scena con lo spettacolo C’è del pianto in queste lacrime, nato nel 2012 per il Napoli Teatro Festival e riproposto al pubblico partenopeo del Teatro San Ferdinando fino al 18 di questo mese, con l’obiettivo di rilanciarlo e farlo viaggiare più di quanto abbia fatto in questi anni.… Leggi il resto »

I poeti appartati: Antonella Bukovaz

 

Dalla luce del mio sepolcro

canto la parola armata

di Antonella Bukovaz

 

dedicato a Hanna Preuss


 

Soltanto solo,/sperduto,/muto, a piedi/riesco a riconoscere le cose.

Pier Paolo Pasolini

 

 

(voci fuori scena – inglese, sloveno, italiano)

Ho sognato che ero un uomo

un uomo perso nella terra

ho fatto un sogno che mi perdeva nella terra

ero un uomo

dovevo andare andare

attraversare la montagna

raggiungere… nel sogno, sono un uomo

raggiungere arrivare – andare andare…

Vani, scavati nella roccia

sono umidi e bui, entro

esco, per entrare in altri cunicoli

più piccoli più grandi… sono solo

perso

nella terra

… sono uomo

(Antigona)

guardami

sono lo specchio del corpo insepolto

riflessa, capovolta

la legge divina dimora e scorre

mentre viva, sepolta, mi divora

nel corpo acceso

sua dimora

guardami

tu sei in me

non per fusione ma per riduzione

ridotto a me

dico di me e di te

del tradimento e della legge

dico che sono sola

integra, incarnata

sola con te dentro di me

ora nasco alla storia

aspettavo da molto tempo

sola nella violenza del silenzio

in questo vuoto

in bilico

tra amore e conoscenza

 

 

(voci fuori scena – inglese, sloveno, italiano)

Ho sognato che ero un uomo

un uomo perso nella terra

ho fatto un sogno che mi perdeva nella terra

ero un uomo…

sono un uomo che parla alla terra

con la voce della terra… ho sognato… sono perso…

un uomo nel sogno… nella terra…

Quali parole?… Leggi il resto »

A spasso con gli Zombie

di
Igiaba Scego

ZOMBITUDINE Elvira Frosini E Daniele Timpano foto Sefora Delli Rocioli

 

Passo lento. Claudicante. Volti assenti. La strada è quasi vuota. Il gruppo avanza, lentamente, inesorabilmente. Qualche passante si gira, osserva, cerca di capire, non capisce. Due turisti israeliani chiedono alla polizia: “Ma stanno male questi?… Leggi il resto »

I fiori eleganti del Santo Genet

di Igiaba Scego

Santo Genet, ultima fatica della Compagnia della Fortezza di Volterra, tra i colori e i costumi psichedelici di Emanuela Dall’Aglio.

 

Foto di STEFANO VAJA

Fiori, ci sono fiori dappertutto.

Fiori tra i capelli, fiori che adornano giacche ipercolorate, fiori che come rampicanti montano su visi traslucidi.… Leggi il resto »

La “Bumpy Night” dei Quaderni del Teatro di Roma

 

Di Igiaba Scego

Riuscirà a salvarsi dal rischio chiusura una delle riviste teatrali più interessanti del panorama italiano? 

 

Fasten your seat belts. It’s going to be a bumpy night [Allacciatevi le cinture di sicurezza, sarà una notte burrascosa].

Questa celebre battuta di Bette Davis, nel ruolo della Margo Channing di All about Eve, mi torna spesso in mente in questi affannosi tempi di precarietà culturale.… Leggi il resto »

Motus. Nella Tempesta

di Areta Gambaro

Teatro Valle
3-4-5 aprile 2014
uno spettacolo di Motus 2011>2068 AnimalePolitico Project
ideazione e regia Enrico Casagrande e Daniela Nicolò
con Silvia Calderoni, Glen Çaçi, Ilenia Caleo, Fortunato Leccese, Paola Stella Minni
drammaturgia Daniela Nicolò.… Leggi il resto »

Armando Punzo – È ai vinti che va il suo amore

 

La direttrice
della Biblioteca di Archeologia e Storia dell’Arte
Maria Concetta Petrollo Pagliarani
e
Compagnia della Fortezza / Carte BlancheCentro Nazionale Teatro e Carcere

sono lieti di invitare la S.V.

alla presentazione del libro

 È ai vinti che va il suo amore

I primi venticinque anni di autoreclusione con la Compagnia della Fortezza di Volterra
di Armando Punzo / Ed.… Leggi il resto »

Nomi cognomi e infami

Teatro della Cooperativa

dall’11 al 16 marzo 2014
produzione Bottega Dei Mestieri Teatrali
con il contributo di Next Regione Lombardia e Fondazione Cariplo-Etre
NOMI COGNOMI E INFAMI
di e con Giulio Cavalli

Nomi, cognomi e infami è nato come viaggio tra storie di persone “normali” diventate eroiche per per la pavidità tutta intorno, da Peppino Impastato a Paolo Borsellino, da Libero Grassi a Bruno Caccia fino ai riti e conviti mafiosi che brillano in tutta la loro povertà culturale ed etica.… Leggi il resto »