Articolo precedentePotere alla parlantina
Articolo successivoQuesto è un sito in costruzione

Marmellata di merda

di Aldo Nove

Vi mando il sunto di quel che ho capito io di queste votazioni.
Dopo due giorni di intense simultanee visioni di telegiornali e televideo ho capito che il centrodestra ha vinto in tutta Italia perché il centrosinistra dice che ha vinto lui per colpa di Prodi che manovrando le trame del comunismo internazionale plagia Fassino (che in fondo è di destra moderata, è un bravo ragazzo) e vuole fare i soviet in Italia con quel bolscevico di Ciampi.

La vittoria di Forza Italia è stata schiacciante a parte i risultati elettorali chiaramente truccati da D’ambrosio e Prodi. Il caso di Roma è già sotto inchiesta. Sono stati trovati delle cassaforti in Svizzera dove i comunisti Bocassini e Ciampi hanno nascosto 789.500 voti a favore del centrodestra. Berlusconi ha già mandato a Berna una commisione formata da Dell’Utri, Riina e Lando Buzzanca per recuperare le schede trafugate.

Gli italiani che hanno festeggiato nelle strade la (finta) vittoria del centrosinistra sono stati pagati da Leonida Breznev su assegni girati tramite la banca maoista di Reggio nell’Emilia a Armando Cossutta che ha poi distribuito i fondi rossi nelle sedi dei Ds che li hanno spesi frequentando donne di mal’affare (russe). Scoperti collegamenti tra Al Qaida e il movimento per il referendum sull’articolo 18. Nuova perizia su Carlo Giuliani: è morto di sars, Placanica il giorno dell’omicidio non era a Genova, le finte foto dello scontro armato sono state fornite alla stampa da quello stalinista di Aurelio Ciampi.

Soddisfatto Gianni De Michelis: netta la vittoria dei socialisti in tutta Italia. Stefania Craxi, piangendo, ha ricordato che suo padre è il vero vincitore di queste consultazioni elettorali, è sotto gli occhi di tutti anche se i telegiornali, in mano alle lobby rosse, dicono altre cose depistando i cittadini ignari

Print Friendly, PDF & Email

articoli correlati

Distopia del ritorno

di Lisa Ginzburg
C'è in ogni ritorno un moto circolare; quasi, verrebbe da dire, è essenza del rivolgersi all'indietro, sua prospettiva obbligata, una geometria concentrica

Apocalisse e altre visioni

Maria Grazia Calandrone scrive dell'ultimo libro di Alessandro Celani, archeologo, studioso e poeta prematuramente scomparso, del desiderio di "abitare un’unica realtà, che abbracci ogni elemento vivo e morto, conosciuto e sconosciuto".

L’Anno del Fuoco Segreto: Su Monomeri e Futuro

di Gabriele Merlini «E comunque, se ti interessa, lascia perdere e ascolta me.» Vicino al materasso la lampadina ha la silhouette della befana e il telefono trasparente, nel caso provi a inclinarlo, emette ancora quello strano rumore di oggetti che scoppiano per inattese pressioni dei polpastrelli.

Storie di Fiorino: lago in collina

(l'ultima storia di Fiorino è qui) “Paolaaa!” “Sì, bestia?” Ecco, era quello che lo colpiva di lei, di quella ragazzina di tredici...

Mots-clés__Latte

di Enrica Maria Ferrara
Il giorno che sono arrivato qui. Mi hai detto che ti hanno rubato il latte. Prima non sapevo che cos’era che l’aveva sconvolto. È stato quello, credo. Sapevo solo che c’era qualcosa che l’aveva fatto a pezzi.

Qui nessuno dice niente. Un anno di scuola tra i carcerati – Domenico Conoscenti

Brani dalla ristampa del libro di Domenico Conoscenti (il Palindromo, 2021)  pubblicato da Marietti nel 1991: il diario di insegnamento...
Print Friendly, PDF & Email