La poesia di ricerca oggi in Italia (2)

immagine-100.jpg
Casa della Poesia, largo Marinai d’Italia, Milano
8 maggio 2007, ore 21

La poesia di ricerca oggi in Italia (2)

A cura di Andrea Inglese

Con Francesco Forlani, Florinda Fusco, Francesca Genti, Vincenzo Ostuni, Laura Pugno, Massimo Rizzante.


Questo incontro si pone come ideale proseguimento dell’esplorazione intorno alle scritture di ricerca in Italia avviata il 23 novembre 2006 sempre alla Casa della Poesia. L’attenzione è portata sopratutto ad autori compresi tra i trenta e i quarant’anni, ossia ad autori con un percorso importante alle spalle, ma il cui lavoro merita una maggiore notorietà, soprattutto nei confronti di un pubblico non specialistico.
Gli autori presenti possono essere associati tra loro secondo tre direttrici di ricerca fondamentali: la pronuncia infantile e straniante di Forlani e Genti, che assume nel primo tratti di plurilinguismo comico e nella seconda figurazioni di fiaba ipermoderna, la relazione tra parola poetica e memoria storica di Ostuni e Rizzante, il quotidiano e l’oggettuale visionari di Fusco e Pugno. Queste direttrici non offrono che punti d’avvio per un ascolto, in quanto ognuno di questi poeti lavora a costituire un vocabolario e un repertorio di forme del tutto personale.

andrea inglese

Andrea Inglese (1967) originario di Milano, vive nei pressi di Parigi. È uno scrittore e traduttore. È stato docente di filosofia al liceo e ha insegnato per alcuni anni letteratura e lingua italiana all’Università di Paris III. Ha pubblicato uno studio di teoria del romanzo L’eroe segreto. Il personaggio nella modernità dalla confessione al solipsismo (2003) e la raccolta di saggi La confusione è ancella della menzogna per l’editore digitale Quintadicopertina (2012). Ha scritto saggi di teoria e critica letteraria, due libri di prose per La Camera Verde (Prati / Pelouses, 2007 e Quando Kubrick inventò la fantascienza, 2011) e sette libri di poesia, l’ultimo dei quali, Lettere alla Reinserzione Culturale del Disoccupato, è apparso in edizione italiana (Italic Pequod, 2013), francese (NOUS, 2013) e inglese (Patrician Press, 2017). Nel 2016, ha pubblicato per Ponte alle Grazie il suo primo romanzo, Parigi è un desiderio (Premio Bridge 2017). Nella collana “Autoriale”, curata da Biagio Cepollaro, è uscita Un’autoantologia Poesie e prose 1998-2016 (Dot.Com Press, 2017). Ha curato l’antologia del poeta francese Jean-Jacques Viton, Il commento definitivo. Poesie 1984-2008 (Metauro, 2009). È uno dei membri fondatori del blog letterario Nazione Indiana. È nel comitato di redazione di alfabeta2. È il curatore del progetto Descrizione del mondo (www.descrizionedelmondo.it), per un’installazione collettiva di testi, suoni & immagini. 

Tags:

  24 comments for “La poesia di ricerca oggi in Italia (2)

  1. cappuccetto rosso
    5 maggio 2007 at 11:26

    Good Good Good…
    tutto ciò all’insegna dell’esplorazione
    dell’immenso spazio poetico!
    :-)

  2. 5 maggio 2007 at 11:41

    felicissimo per questa lettura! in bocca al lupo ragazzi!
    :-)
    Marco

  3. cappuccetto rosso
    5 maggio 2007 at 11:51

    deve essere meraviglioso, cercherò di venire…
    alla palazzina liberty ci sono stata ed è un luogo molto bello, con quella statua molto suggestiva che sovrasta il parco immenso.
    intanto Auguri!

  4. 5 maggio 2007 at 12:19

    Bella iniziativa. La location è suggestiva. Poi magari ci fate sapere se il pubblico non specialistico vi ha concesso maggiore notorietà. Intanto siete arrivati al vecchio mercato ortofrutticolo di un quartiere storico di Milano. Poi magari alla Taverna Degli Amici. A due passi. In via Spartaco.

  5. 5 maggio 2007 at 12:32

    frutta = vitamine
    taverna = vino

    vedo solo cose buone :-)

  6. carla bariffi
    5 maggio 2007 at 13:01

    @Alessandro Morgillo
    noto dell’astio nelle tue righe qua sopra…
    anche tu scrivi poesia?

    e dove si trova di preciso la via spartaco?
    io sono forestiera….

  7. Esmeralda
    5 maggio 2007 at 13:37

    se vengo è esclusivamente por Francisco!
    Beso muy caliente e lungo.

  8. 5 maggio 2007 at 13:57

    No. Non scrivo poesia. La Taverna Degli Amici è a due passi dalla Fondazione Prada.

  9. carla bariffi
    5 maggio 2007 at 14:03

    io a Milano mi perdo sempre!
    l’ultima volta ci sono andata con mia zia…..mi ha portato a vedere la vetrina di Armani!
    ciao Ale

  10. 5 maggio 2007 at 15:43

    Dottore, ho un brufolo sul cuore
    penso sia grave, se lo schiacciassi
    me ne uscirebbe tutto l’amore.

    Che posso fare? Come rimediare?
    La cremina non ci arriva, e la cosa
    è cosa che non si vede.

    Eppure si sente, mio caro dottore
    ne va del suo onore, aggiusti
    il mio cuore, aggiusti
    il mio cuore.

  11. Baronerampante
    5 maggio 2007 at 16:21

    O, ma che bella poesia!!!
    se volete la procuro io la cremina, tutta siciliana
    un pò astringente!
    ;-)

  12. Giannina
    6 maggio 2007 at 17:23

    Qualcuno sa indicarmi una pizzeria nei paraggi?
    vengo da Salerno!

  13. véronique v
    7 maggio 2007 at 08:17

    Sarà un’incontro interessante. E’ bello vivere in Italia. Se l’aria diventa irrespirabile in Francia, sposto in Italia.
    Stamattina sono ammalata, triste, stizzita.
    Mi consola vedere nomi come Laura Pugno, Vincenzo Ostuni (che ha presentato da Andrea Raos).

  14. GiusCo
    7 maggio 2007 at 14:51

    Scusate, e’ possibile avere il piano (stato dell’arte, obiettivi, metodi, tempistica) delle tre ricerche? Deformazione professionale, la mia, vorrrei capirci di piu’ e a mente fredda. Grazie. Buon lavoro.

  15. francesco forlani
    8 maggio 2007 at 11:45

    @ GiusCo

    al piano terra ci sono io
    al primo gli altri
    al secondo senza ascensore Rizzante
    effeffe

    ps
    ci sarai?

  16. Luigi Nacci
    8 maggio 2007 at 12:11

    Furlén, ma ti no te sta in cantina? Xe ‘ssai meio, se sta freschi ciò, con el calor che riverà ‘sto ano… :-)

  17. GiusCo
    8 maggio 2007 at 12:16

    EffeEffe, no teletrasporto no party … :-/
    buona serata

  18. effeffe
    8 maggio 2007 at 12:30

    vosotros
    aaaaaest
    nossomos
    west
    (very far from u)
    ma Nacc
    effeffe
    ps
    giusco
    :-( sorry

  19. cappuccetto rosso
    8 maggio 2007 at 12:50

    …la tua sferzata energetica mancava, effeffe!
    sorry…
    hasta pronto!:-)

  20. Luigi Nacci
    8 maggio 2007 at 13:16

    Te ga razon, effeffénapuliolé:
    Milano-Trst 420 km vs Trst-Lujbljana 90, Trst-Zagreb 250, Trst-Pécs 400, solo Trst-Vienna is over, con 480 km…

  21. Ginevra
    10 maggio 2007 at 18:28

    sto leggendo “Quello che si vede” di Andrea Inglese…
    sono estasiata da tale poesia,
    vorrei farglielo sapere….

  22. Eva Risto
    10 maggio 2007 at 21:17

    lassa puto.

  23. andrea inglese
    11 maggio 2007 at 12:30

    Ricevuto Ginevra. Mi fa piacere.

  24. Ginevra
    11 maggio 2007 at 13:53

    Oil, mercì…
    Allo.

Comments are closed.