Photoshoperò- video journal turineis

Questo lo dedico a voi indiani, amici, innanzitutto, poi compagni.
E a coloro che quel giorno manifestavano davanti alla Rai di Torino per ottenere un servizio più che dovuto. Appello alla Rai, allora. Visto che ormai nessuno ha più i titoli, sti cazzi di sottotitoli li vogliamo mettere?
effeffe

13 Commenti

  1. GGGGGG…RRRRRRRR…….AA……….NN……….NN….DDDD……..EFFEFFE
    GGGGGG…RRRRRRRR…..AAAAA…….NNN……..NN….DDDDD…..EFFEFFE
    GG…..GG…RR……..RR…AA…..AA……N.NNN…..NN….D…..DD….FF
    GG………….RR……..RR..AA…….AA…..NN..NN….NN….D……DD…EFFEFFE
    GG………….RRRRRRR….AA……..AA….NN…NN…NN….D…….DD..EFFEFFE
    GG…GGG…RR….RRR…..AAAAAAAA…NN…..NN..NN…D…….DD..FF
    GGGGGG….RR……RRR…AA………AA..NN…….NNNN…DDDDD….EFFEFFE
    GGGGGG….RR………RR..AA……….AA.NN……….NNN..DDDD……EFFEFFE

  2. talmente perfetto da sembrare non “fatto”, una bravura commovente. Perché non ti chiamano in qualche Conservatorio per insegnare il senso del tempo e del ritmo?

  3. scorrono le immagini come copia e incolla da disperdere al vento
    una frontiera non udibile permeabile come solo le cose vere
    un fiume di acquaparola che lentamente bagna l’anima scoperta
    c.

  4. Una voce si fa il passaggio nella mia anima.
    Silenzio nell’occhio della camera, il mundo
    ha la forma di una luna bianca, il cielo
    dei silenzi, della rivolta muta si abbraccia
    con la pietra;
    la pietra accoglie il passaggio degli
    uomini con bandiera
    la voce bella, di conteur e poeta,
    piove sulla bandiera
    in lettere de speranza;
    la luna è venuta del fiume,
    la voce di effeffe,
    ha l’incanto dell’acqua,
    del vento,
    la musica della natura
    e di un’anima poetica;
    si incontra alla luna
    che nella sua forma
    possiede il silenzio
    pieno e selvatico
    delle cose belle
    che si aspettano.

  5. io sono un apprezzatore di effe effe.
    questo video mi conforta nell’apprezzamento.
    ritengo sia un vero poeta.
    voglio dire che la sua poesia mi arriva, mi tocca.
    non sempre allo stesso modo, e con la stessa intensità, ma c’è.

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

I poeti appartati: Francesca Canobbio

Muta per amore       Prendi le tue ore di distanza quando parto mentre mimo per eccesso di ego una qualsiasi delle mie pose...

il dibattito no, no, il dibattito no

Il dibattito di Philippe Muray (traduzione di effeffe) Non si dovrebbero mai fare dibattiti. Il dibattito, come il resto, nel nostro mondo...

I poeti appartati: Giuseppe Acconcia

Cercando un altro Egitto di Francesco Forlani Ho conosciuto Giuseppe Acconcia grazie a un incontro che si è svolto a Torino durante...

Tutto il calcio minuta per minuta

  di Pasquale Vitagliano       Al processo lo dicevano che la palla è tonda che ogni partita è a sé che il campo è neutro. Allora l’arbitro...

Un peu d’Humanité

Testimonianza raccolta da Alexandre Fache e pubblicata da l'Humanité mardi 17 novembre traduzione di effeffe Stéphane T. , 49 anni, fa...

Democrazia?

di Daniele Ventre Un recente saggio dell'Economist (1) indaga l'evoluzione e la diffusione dei sistemi politici democratici nel mondo, durante...
francesco forlani
Vivo e lavoro a Parigi. Fondatore delle riviste internazionali Paso Doble e Sud, collaboratore dell’Atelier du Roman . Attualmente direttore artistico della rivista italo-francese Focus-in. Spettacoli teatrali: Do you remember revolution, Patrioska, Cave canem, Zazà et tuti l’ati sturiellet, Miss Take. È redattore del blog letterario Nazione Indiana e gioca nella nazionale di calcio scrittori Osvaldo Soriano Football Club, Era l’anno dei mondiali e Racconti in bottiglia (Rizzoli/Corriere della Sera). Métromorphoses, Autoreverse, Blu di Prussia, Manifesto del Comunista Dandy, Le Chat Noir, Manhattan Experiment, 1997 Fuga da New York, edizioni La Camera Verde, Chiunque cerca chiunque, Il peso del Ciao, Parigi, senza passare dal via, Il manifesto del comunista dandy, Peli, Penultimi, Par-delà la forêt. Traduttore dal francese, L'insegnamento dell'ignoranza di Jean-Claude Michéa, Immediatamente di Dominique De Roux