Articolo precedenteNotizie da una città alla deriva
Articolo successivoGiugno

N’azione In Diana

C.V.D

3

Effeffe + Dianamite

1

Meister Argentieri sorveglia la situazione

2

Da sinistra a destra: Petrelli Pinto Forlani

In alto al centro: Tamerlano

30 Commenti

  1. gentile pinto, mi scusi sa, ma è solo per riportarla coi piedi sulla terra: sappia che quella meraviglia che porta sulle spalle è tutto merito della mamma (‘e criatùr’ bell’ assummìglien’ semp’ a mammà…)

    che brutti ceffi che s’è messo al fianco, però, mi consenta… meno male che la bambina guarda in alto, e lontano

  2. Bella la bambina, la creatura, la piccola… Un volto delicato, fragile e contegno nobile.
    Sulle spalle i bambini vedono meglio il mondo no?

    Ma Orfeo al fianco sono bellissimi “chevaliers” ou “aventuriers”…

    Le foto sono belle e raggianti.
    Grazie a Domenico Pinto per condividere con noi momenti di amicizia.

  3. Alcor hai notato la delicatezza del papà che porta e fa uno spazio sicuro alla bambina e la mano dolce di effeffe (credo) sotto il piede.

    Gli uomini sono molto delicati quando sono con i bambini, si fanno il regalo di provare la dolcezza come le madri.

  4. io c’ero! (anche se non sono quasi mai su questo blog)

    confermo che la bimba è bellissima, il pinto è timidissimo, e a forlani volevo rubare il cappello. (mi ripropongo di comprare il suo libro, anche, che “letto” fa una certa impressione)

    sono della zona pugliese-pintiana, perciò rilancio qui l’appello che ho fatto a lui ieri: facciamo accadere più cose in questa parte poco ‘cool’ della puglia.

    (e facciamole sapere in giro: sono venuto a conoscenza della presentazione quasi per caso, grazie all’amico piscitelli)

    cia’

  5. orsù l’algebrica manina…
    effeffe
    ps
    Alcor mi hai fatto incassare il premio della scommessa equivalente alla tratta Bari Benevento. Al Pinto avevo giurato che solo tu avresti colto il dettaglio palmico
    effeffe

  6. scusi, gentile effeffe, mi consenta: alla gentile véronique ciò che è della gentile véronique: è stata lei, la gentile sempre, a scoprire la manina

    la gentile alcor ha molti altri meriti, in verità, ma questo, in questo caso, è tutto della gentile véronique, nevvèro neh

  7. troppo tardi me sò ggiocato ‘e sordi sur er treno aoh! et me sa cò perso tuto co’l laziale que me stava de fronte, a verò , te prego dì a sti commentatori de sta cippa que alcor t’aveva telefonato prima pè dirte sta cosa d’aaa mano, così vinco io a scommessa eppure se ho perduto armeno nun perdo du volte
    effeffe

  8. que qui tutti me stanne a ddì a bari a bari, e c’ho messo n’ora a capì che nun ce l’avevano connoi che se ggiocava no! ma caaa fermata der treno…vabbè , aoh, mo ce famo nu brindisi pè la bella diana in pinto et pella splendida Laura che c’ha er Krauspenhaar come padrino e marotta come madrina. Ao’, a Natà tu poi eh, degli amici mia sei a più che tu nen potevi sta sitta aoh!!
    effeffe

  9. che belle queste foto :) mi piacciono proprio.
    mettono la voglia d’estate: stare-assieme- a -leggere-fare teatro-viaggiare)

  10. gentile pinto, voglia dedicare alla sua bambina, da parte di mio figlio (cinque anni), in atto di omaggio, la sua canzone preferita

    http://www.youtube.com/watch?v=I-1IqjBstOU

    mi sono permesso di scaricare la foto e gliela ho fatta vedere. credo si sia innamorato all’istante, l’ho capito perché mi ha detto “papà, ma come sono brutti quei tre, non si possono togliere?”

  11. Splendida lettura atonale di Francesco, e anche il mite duello, tra Argentieri-Palance e l’auctor tarantolato, sulla voce di Pavese. La bimba imperversava a suo diletto, l’anguria salvava da una giornata a 44 gradi in fila indiana. L’ha scampata dunque Inglese, che non è potuto venire :-)
    Il ritorno a casa ci era impedito dall’annuale serenata rock alla finestra di casa, per cui pane e vino, poi birra, poi compendi sulla letteratura italiana, con Petrelli-Pisacane, da far impallidire Burcardo, ottimi per conciliare il sonno.

  12. Ma allora effeffe…

    Che leggo solo ora i commenti :-)
    Non hai vinto, ho visto la mano di primo,
    non puo passare inosservata a una che ha l’abitudine di accudire i bambini.

    Allora ;;; chi perde paga.
    Je te donne un gage: scrivere una poesia per ciascuno dei commentatori :-)
    e inoltre offrire un bicchiere quando incontri Orfeo, Alcor, Natalia.

    Orfeo tu mi hai fatto ben ridere con il tuo commento.

  13. Ma siete bellissimiii! Ho un un pò di nostalgia: se prendo sulle spalle mio figlio come minimo mi viene l’ernia

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

Manifesto Comunista Dandy – Progetto per un appendinuvole – Projet pour un portenuages

Compagni! Una nuvola farà primavera         Se volete, sarò rabbioso a furia di carne, e, come il cielo mutando i toni, se volete, sarò tenero in...

Michel Houellebecq ou l’extension du domaine des livres (prima parte)

di Francesco Forlani "Sono davvero sotto shock, non mi era mai capitata una cosa del genere, non lo auguro davvero a...

Repoetage: ode ai penultimi

  I Penultimi   di Francesco Forlani Se ne stanno seduti i penultimi alle cinque e mezza del mattino tutti occupati i sedili sulla banchina prima che...

Franco Cordelli – Una sostanza sottile

di Domenico Pinto   Dopo La marea umana (2010), Franco Cordelli torna a pubblicare un'opera narrativa, e lo fa con quel...

un taglio alla fontana e un’elegia di Rilke

http://www.youtube.com/watch?v=T57pUdNkJgU&feature=youtu.be di Francesco Forlani Una lettura della sesta elegia duinese di Rainer Maria Rilke in una fontana dismessa del proprio quartiere,...

Poesie semplici

Fonie di Dorinda Di Prossimo in vece tu ai gerani parli smessi. freddolini ai tuorli della sete un appena di mani ...
domenico pintohttps://www.nazioneindiana.com/
Domenico Pinto (1976). È traduttore. Collabora alle pagine di «Alias» e «L'Indice». Si occupa di letteratura tedesca contemporanea. Cura questa collana.