dietrology

90

Cinéphile
di
Pasquale Vitagliano

Non è affatto calmo questo caos,
rifluisce alla sua natura di intemperie,
di disordine che non si lascia a terra,
che si porta come calce nei palmi.

Non è cinematograficamente corretta
questa inconsolabile lotta contro il petto,
senza alcun motivo musicale, amputata
di ogni colonna sonora che ti batteva
nella testa, ed ora sprofonda sorda nel ricordo.

L’ hai presa da dietro la voglia di farla finita,
un’eclissi carnale che ti spegne come la terra
messa a tappeto da un siderale sole notturno
che rimbomba come uno sparo in una camera chiusa.

francesco forlani

Vive a Parigi. Fondatore delle riviste internazionali Paso Doble e Sud, collaboratore dell’Atelier du Roman e Il reportage, ha pubblicato diversi libri, in francese e in italiano. Traduttore dal francese, ma anche poeta, cabarettista e performer, è stato autore e interprete di spettacoli teatrali come Do you remember revolution, Patrioska, Cave canem, Zazà et tuti l’ati sturiellet. È redattore del blog letterario Nazione Indiana e gioca nella nazionale di calcio scrittori Osvaldo Soriano Football Club, con cui sono uscite le due antologie Era l’anno dei mondiali e Racconti in bottiglia (Rizzoli/Corriere della Sera). Corrispondente e reporter, ora è direttore artistico della rivista italo-francese Focus-in. Con Andrea Inglese, Giuseppe Schillaci e Giacomo Sartori, ha fondato Le Cartel, il cui manifesto è stato pubblicato su La Revue Littéraire (Léo Scheer, novembre 2016). Conduttore radiofonico insieme a Marco Fedele del programma Cocina Clandestina, su radio GRP, come autore si definisce prepostumo. Opere pubblicate Métromorphoses, Ed. Nicolas Philippe, Parigi 2002 (diritti disponibili per l’Italia) Autoreverse, L’Ancora del Mediterraneo, Napoli 2008 (due edizioni) Blu di Prussia, Edizioni La Camera Verde, Roma Chiunque cerca chiunque, pubblicato in proprio, 2011 Il peso del Ciao, L’Arcolaio, Forlì 2012 Parigi, senza passare dal via, Laterza, Roma-Bari 2013 (due edizioni) Note per un libretto delle assenze, Edizioni Quintadicopertina La classe, Edizioni Quintadicopertina Rosso maniero, Edizioni Quintadicopertina, 2014 Il manifesto del comunista dandy, Edizioni Miraggi, Torino 2015 (riedizione) Peli, nella collana diretta dal filosofo Lucio Saviani per Fefé Editore, Roma 2017 

Tags:

  13 comments for “dietrology

  1. nadia agustoni
    22 dicembre 2009 at 09:14

    Bella, versi incisivi. Complimenti.

    Un saluto

  2. 22 dicembre 2009 at 09:48

    Molto bella. Mi piace. Bellissime sequenze associative.Complimenti.

  3. 22 dicembre 2009 at 10:35

    bravo pasquale mi associo, appunto, a nadia e a salvatore.

  4. viola
    22 dicembre 2009 at 12:50

    vedi che succede a vedere troppo “twilight”…-); ciao Pvt, V.

  5. 22 dicembre 2009 at 12:56

    molto bella pvita
    ti seguo sempre
    come il furlani
    c.

  6. 22 dicembre 2009 at 13:35

    trovo il testo molto bello. polemico quanto basta. E altrettanto capace di prospettare un’alternativa….

    lv

  7. 22 dicembre 2009 at 14:30

    Belli ed efficaci, questi versi.
    Colgo l’occasione per augurare ogni bene, al di sopra dell’ipocrisia del santo Natale, a tutti voi, oh tecnici del sapere pratico.
    Soprattutto a chi ha ricevuto il mio libro e non ha dato più cenni di vita.
    E a chi, folgorato sulla via per Damasco dal mio scrivere e dal blog, ha promesso recensioni da me, peraltro, non richieste. E mai realizzate.
    Continuate lungo questa strada.
    La strada del millantato credito, della presunzione e dell’immodestia.

    ***

    http://nutopia2sergiofalcone.blogspot.com/2009/11/franco-lattanzi-luca-villoresi-e-tutti.html

    http://nutopia2sergiofalcone.blogspot.com/2009/12/ai-pentiti-di-lusso-abili-trasformisti.html

    http://nutopia2sergiofalcone.blogspot.com/2009/12/mi-sento-piu-vicino-ai-miei-antenati.html

    http://nutopia2sergiofalcone.blogspot.com/2009/12/i-cuccioli-del-maggio-fabrizio-de-andre.html

    http://nutopia2sergiofalcone.blogspot.com/2009/12/fabrizio-de-andre-canzone-del-maggio.html

    ***

  8. Giovanni Nuscis
    22 dicembre 2009 at 14:40

    Ottimo testo, Pasquale, di pensierio e immagini potenti – soprattutto negli ultimi versi – muovendo da un film, suggendone titolo, metafore, spezzoni.

  9. pasquale vitagliano
    22 dicembre 2009 at 16:03

    Grazie. La copertina di Furlen è geniale. Mozartiana nella sua libertina allusività. Furlen è insieme profondissimo eppure leggiadro come il don Giovanni.
    Colgo l’occasione per dare a tutti i miei auguri.
    PS: sono particolarmente contento e lusingato del commento di Lello Voce… Aoh, ma quando mi inviti ad un tuo slam? (con tono scherzoso…)
    PVita

  10. 22 dicembre 2009 at 16:49

    contrasti forti, parole precise, taglienti
    nulla lasciato al caso
    bellissima
    mi ripeto spesso e volentieri nel tuo caso.
    buone feste ed un abbraccio Pasquale.
    natàlia

  11. 22 dicembre 2009 at 19:01

    mi piace assai la struttura metrica del settenario doppio, sciolto, capace di una satura affabulante, eticamente incisiva, alta…

    complimenti, e auguri agli astanti per le prossime feste

  12. 24 dicembre 2009 at 15:06

    Pasquale ogni mio slam futuro sarà buono (posto che me ne lascino fare ancora…) ;-)

  13. pasquale vitagliano
    24 dicembre 2009 at 18:14

    Bene, allora, aspetto l’invito. Se e quando sarà possibile. Intanto, grazie e auguri a tutti.
    PVita

Comments are closed.