Articolo precedenteRolf Dieter Brinkmann: Roma, sguardi.
Articolo successivoFrecce contro

Breaking News: ultimi giorni di Pompei

i gessi divelti dei due giudici buoni sull’asfalto come calchi delle vite spezzate dalla furia del vulcano. effeffe

Print Friendly, PDF & Email

3 Commenti

  1. beh, è un monumento talmente brutto, che non posso che solidarizzare con i vandali.
    purtroppo, invece di cogliere l’occasione per metterlo via dicendo che si era rovinato e farne un altro, è stato immediatamente ripristinato.
    saranno anche beati i paesi che non hanno bisogno di eroi, ma è anche vero che se per caso ce se ne ritrova qualcuno, almeno fargli un monumento decente.

  2. Per me, questo atto mi fa male nel cuore. Non è un problema che il monumento sia brutto o no. E’ il simbolo di distruggere due immagini della bontà che porta in sé la bruttezza. Sono in Italia, e camminando al centro della bellezza, non si puo immaginare un atto cosi crudele, cinico.

    Grazie a Francesco per il suo talento di cuore.

    Un buongiorno da Firenze a tutti.
    Mi scuso se faccio ancora più errori da solito , non ho il mio dizionario con me. Era troppo pesante nella mia vagligia:-)

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

Limina moralia: Boris Vian

di Francesco Forlani
Trent`anni prima che Romain Gary si prendesse gioco della società delle lettere francesi, pubblicando il capolavoro La Vie devant soi, sotto falso nome e premio vero, il Goncourt, a Boris Vian il colpo era riuscito con un cocktail esplosivo di politica e pornografia.

Limina moralia: Charles Dickens

di Francesco Forlani
L’universo descritto in ogni suo minimo dettaglio di personaggi secondari, figuranti smarriti nella nuova civiltà del mercato globale, una catastrofe polifonica che soltanto la visione catartica del romanzo può contenere grazie a un potente gioco di specchi e di sguardi.

Il cielo sotto Parigi

di Francesco Forlani
Progetto di un romanzo a puntate sulla vita sotterranea e periferica a Parigi.

Limina moralia: Anna Maria Ortese

di Francesco Forlani
Da qualche mese sto collaborando con Limina Rivista, un drappello di giovani intellettuali, tra l'altro presenti in una recente e felice incursione indiana alla Libreria Popolare di via Tadino, a Milano.

Colonna (sonora) 2022

di Claudio Loi
2021. 15 DISCHI DA TENERE IN CONSIDERAZIONE Anche quest’anno è arrivato il momento dei bilanci, di partecipare allo stupido giochino delle playlist che come al solito non serve a niente ma proprio per questo ci piace e ci diverte.

Palermo Underground: Fabio Sgroi

Francesco Forlani
Quando abbiamo preparato il numero di Focus-in, rivista parigina, su Palermo abbiamo avuto chiaro dal principio che cosa non avremmo voluto offrire ai lettori di Focus In, una Palermo fissata in cliché-archetipi, immagini come sabbie “immobili” che non fossero in grado di raccontarci davvero la contemporaneità.
francesco forlani
Vivo e lavoro a Parigi. Fondatore delle riviste internazionali Paso Doble e Sud, collaboratore dell’Atelier du Roman . Attualmente direttore artistico della rivista italo-francese Focus-in. Spettacoli teatrali: Do you remember revolution, Patrioska, Cave canem, Zazà et tuti l’ati sturiellet, Miss Take. È redattore del blog letterario Nazione Indiana e gioca nella nazionale di calcio scrittori Osvaldo Soriano Football Club, Era l’anno dei mondiali e Racconti in bottiglia (Rizzoli/Corriere della Sera). Métromorphoses, Autoreverse, Blu di Prussia, Manifesto del Comunista Dandy, Le Chat Noir, Manhattan Experiment, 1997 Fuga da New York, edizioni La Camera Verde, Chiunque cerca chiunque, Il peso del Ciao, Parigi, senza passare dal via, Il manifesto del comunista dandy, Peli, Penultimi, Par-delà la forêt. , L'estate corsa   Traduttore dal francese, L'insegnamento dell'ignoranza di Jean-Claude Michéa, Immediatamente di Dominique De Roux
Print Friendly, PDF & Email
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: