Per un’idea di impegno poetico

Incontro coi poeti

Franco Buffoni e Fabio Pusterla

a cura di Roberto Galaverni

Lunedì 15 novembre 2010
ore 18.30

Istituto Svizzero di Roma
Via Ludovisi 48
00187 Roma
Tel. +39 06 420 42 620
arte@istitutosvizzero.it
www.istitutosvizzero.it


I poeti Franco Buffoni e Fabio Pusterla, con il critico Roberto Galaverni, attraverso la discussione e la lettura diretta di testi poetici, riflettono su una definizione possibile di “impegno” del poeta verso il proprio tempo, sulla plausibilità e sulla necessità di una poesia civile nel mondo contemporaneo, sulla responsabilità della poesia verso la lingua, sui rapporti tra le lingue cosiddette maggioritarie e di minoranza, sul particolare sguardo o inclinazione della poesia nei confronti della storia, su libertà di parola e conformismo linguistico, sulla conflittualità tra invenzione espressiva e luoghi comuni. Per la loro forte attenzione etico-civile, per la grande disponibilità ad affrontare nel loro lavoro poetico e critico le pressioni e le sollecitazioni più aspre del nostro presente storico e culturale, poeti quali Buffoni e Pusterla appaiono particolarmente congeniali a dare vita a un incontro inteso ad approfondire tematiche di tale natura, a partire dall’assoluta priorità concessa alle loro stesse risultanze artistiche ed espressive.

francesca matteoni

Curo laboratori di poesia e fiabe per varie fasce d’età, insegno storia delle religioni e della magia presso alcune università americane di Firenze, conduco laboratori intuitivi sui tarocchi. Ho pubblicato questi libri di poesia: Artico (Crocetti 2005), Higgiugiuk la lappone nel X Quaderno Italiano di Poesia (Marcos y Marcos 2010), Tam Lin e altre poesie (Transeuropa 2010), Appunti dal parco (Vydia, 2012); Nel sonno. Una caduta, un processo, un viaggio per mare (Zona, 2014); Acquabuia (Aragno 2014). Dal sito Fiabe sono nati questi due progetti da me curati: Di là dal bosco (Le voci della luna, 2012) e ‘Sorgenti che sanno’. Acque, specchi, incantesimi (La Biblioteca dei Libri Perduti, 2016), libri ispirati al fiabesco con contributi di vari autori. Sono presente nell’antologia di poesia-terapia: Scacciapensieri (Millegru, 2015) e in Ninniamo ((Millegru 2017). Ho all’attivo pubblicazioni accademiche tra cui il libro Il famiglio della strega. Sangue e stregoneria nell’Inghilterra moderna (Aras 2014). Tutti gli altri (Tunué 2014) è il mio primo romanzo. Insieme ad Azzurra D’Agostino ho curato l’antologia Un ponte gettato sul mare. Un’esperienza di poesia nei centri psichiatrici, nata da un lavoro svolto nell’oristanese fra il dicembre 2015 e il settembre 2016. Abito in un borgo delle colline pistoiesi. 

Tags: