Emily Dickinson «Ho sentito la vita con entrambe le mani». Firenze 10-18 dicembre

180° anniversario dalla nascita

Venerdì 10 dicembre • 15,30-19,30
Palazzo Medici Riccardi, Sala Luca Giordano
Via Cavour 1
IL CERVELLO È PIÙ VASTO DEL CIELO
l’eredità poetica di Emily Dickinson
con Martha Nell Smith e Elisa Biagini, Franco Buffoni,
Bianca Maria Frabotta, Vivian Lamarque, Valerio Magrelli

*

sabato 11 dicembre • 16,00
Libreria Libri Liberi Via San Gallo 25r
due farfalle USCIRONO A MEZZOGIORNO
Emily interpretata dai più piccoli
In collaborazione con la Scuola dell’infanzia
“Gianni Rodari” – Firenze

*

lunedì 13 dicembre • 17,00-19,30
Casa Guidi Piazza San Felice 8
C’È UNA CERTA INCLINAZIONE DELLA LUCE
mostra d’arte visiva ispirata a versi
di Emily Dickinson
Dejan Atanackovic, Alessandra Baldoni,
Silvia Camporesi, Marina Gasparini, Liliana Grueff

*

lunedì 13 dicembre • 21,00
Teatro Cantiere Florida Via Pisana 111r
EMILY AND I
musiche ispirate a poesie della Dickinson
di Vincenzo Bellini, Piero Borri, Aaron Copland, Edoardo Dinelli,
Art Garfunkel, Michael Nyman, Franco Santarnecchi,
Paul Simon, Paolo Zampini
con Stefania Felicioli (attrice), Pietro Adragna (fisarmonica),
Giovanna Bartolomei (live electronics), Piero Borri
(percussioni), Andrea Celeste (voce), Roberta D’Alò
(voce), Edoardo Dinelli (live electronics), Yun Hwan Jung
(pianoforte), Simonida Miletic (soprano), Franco Santarnecchi
(pianoforte), Paolo Zampini (flauti)
In collaborazione con il Conservatorio Musicale
“Luigi Cherubini” di Firenze

*

martedì 14 dicembre • 17,00
Casa Guidi Piazza San Felice 8
Emily incontra Elizabeth Barrett Browning
letture con musica
con Imani Jade Powers e musicisti del Conservatorio
Musicale “Luigi Cherubini” di Firenze

*

martedì 14 dicembre • 18,00
Galleria La Corte Arte Contemporanea
Via dei Coverelli 27r
WITH JUST THE DOOR AJAR
installazione poetica
di Elisa Biagini (a cura di Fiorella Nicosia)
14-18 dicembre 16,00-19,00

*

mercoledì 15 dicembre • 17,00
Gabinetto G.P. Vieusseux Palazzo Strozzi, Sala Ferri
Tracce di Emily al Vieusseux
con Laura Desideri, Franco Zabagli e Paolo Zampini (flauti)
Charles Koechlin, Les chants de nectaire

*

venerdì 17 dicembre • 18,00
Middlebury College Via degli Alfani 48
Emily oltre lo spazio, il tempo, la lingua
studenti americani leggono
in italiano e in inglese versi della Dickinson
con musicisti del del Conservatorio Musicale
“Luigi Cherubini” di Firenze

*

sabato 18 dicembre • 15,30 e 17,00
Teatrino del Gallo della Libreria Libri Liberi
Via San Gallo 25r
una volta regina, un ’altra farfalla
vita e poesia di Emily
spettacolo per bambini
a cura del Teatrosfera

***

un progetto di
Domenico De Martino e Elisa Biagini
con la collaborazione di Daniele Gardenti
Informazioni:
dickinson@email.it
333.2501025

PieghevoleEmily_Dickinson

5 Commenti

  1. …e speriamo che non diventi una parola chiave ma solo una “chiave”
    :)

    “è l’immortalità forse un veleno che gli uomini ne sono oppressi?”

  2. scusate, ma ci ho messo un po’ per capire che è a Firenze, se non son troppo stanbca io ora per vedere correttamente, potete evidenziare meglio la città ? Diffondo dove posso

  3. Lucia hai ragione! ho sistemato nel titolo.
    Emily, La fu, è sempre una chiave, non solo per la poesia.

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

Storia di un pacco (Dipartire ai tempi del confino)

disegni e testi di Elena Tognoli Il pacco scivolava veloce su rotelle.     Al pacco si può lasciare un ultimo messaggio a distanza di...

Genesis Breyer P-Orridge: un ritratto occulturale

  di Andrea Balietti       -"Ogni arte è magia Non esiste mezzo più potente dell’Arte per ottenere l’apparizione visibile dei veri Dei." (Aleister...

L’effimero che fonda il perenne. Sciamanesimo, Arte, Letteratura

di Giuseppe A. Samonà   Le nove porte, riflessione a più voci sulle relazioni fra lo sciamanesimo e l’arte contemporanea, è...

chi ne parla ai bambini

di Giacomo Sartori https://www.youtube.com/watch?v=fllO7u1jHdo Duemila e cinquecento anni fa i nostri eminenti filosofi hanno deciso che gli animali non hanno cervello,...

Il racconto di un quadro e di una mostra

(La Pietà di Girolamo Troppa. Alatri, Chiesa degli Scolopi, fino al 17 giugno 2018) di Tarcisio Tarquini Questo quadro merita un...

Performative arts today – parte seconda


di Giorgiomaria Cornelio

seconda parte

Un secondo momento della giornata è stato dedicato al teatro come studio della polifonia scientifica e come passe-partout a rimedio delle mortificazioni settoriali. L’incontro, tenuto dal regista e direttore del Minimo Teatro Maurizio Boldrini a partire dalla sua “Lezione su Carmelo Bene” (Nazione Indiana si era già occupata di questo volume), è stato introdotto da un intervento di Gianluca Pulsoni (ricercatore e giornalista del Manifesto) indirizzato a restituire il timbro degenere di Carmelo Bene oltre le demarcazioni geografiche.
francesca matteoni
francesca matteonihttp://orso-polare.blogspot.com
Sono nata nel 1975. Curo laboratori di tarocchi intuitivi e poesia e racconto fiabe. Fra i miei libri di poesia: Artico (Crocetti 2005), Tam Lin e altre poesie (Transeuropa 2010), Acquabuia (Aragno 2014). Ho pubblicato un romanzo, Tutti gli altri (Tunué, 2014). Come ricercatrice in storia ho pubblicato questi libri: Il famiglio della strega. Sangue e stregoneria nell’Inghilterra moderna (Aras 2014) e, con il professor Owen Davies, Executing Magic in the Modern Era: Criminal Bodies and the Gallows in Popular Medicine (Palgrave, 2017). I miei ultimi libri sono il saggio Dal Matto al Mondo. Viaggio poetico nei tarocchi (effequ, 2019), il testo di poesia Libro di Hor con immagini di Ginevra Ballati (Vydia, 2019), e un mio saggio nel libro La scommessa psichedelica (Quodlibet 2020) a cura di Federico di Vita. Il mio ripostiglio si trova qui: http://orso-polare.blogspot.com/