Dittico di Ferragosto (Bill Viola & George Lucas)

[Se soffrite il caldo, pensate a chi sta peggio. hj]

6 Commenti

  1. Quando qua fa caldo (circa 40º…) penso che alla terra dei miei genitori ne fa di più (circa 50º…), e mi deprimo di più.

  2. Il caldo fa nascere miraggio. Ho visto con il vento entrando nel tempio di Nettuno a Paestum, la sagoma in vibrazione del tuffatore- era nella margina sfuocata.
    Il caldo compie metamorfosi, è stregone calore. Ti senti camminare con piedi di lava e la bellezza accompagna l’idea di morte. E questa mineralità dentro la poesia di Andrea Raos- il dolore diventa grano di sabbia- intatto- bianco.

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

Tik Tok come incubo

  di Alberto Brodesco   TikTok – diciamo subito – è un incubo per un adulto, non certo per la generazione Z...

LA VERA ETA’

di Giacomo Sartori (fotogrammi: film di Trapani-Sartori) Si dà per scontato che l’età della gente aumenti mano a mano cambi di continuo ciò...

Controlli

di Rosaria Lo Russo e Daniele Vergni https://www.youtube.com/watch?v=WxdJ0AoDN-w ***** Da Il canto di Hafez di Rosaria Lo Russo Dall’arco del tuo sopracciglio scoccò uno sguardo...

Come sono diventato terrorista

di Salem Questa storia risale a otto anni fa. Ho trentatré anni e non ho fatto scelte giuste allora. Quando...

La cameriera di Artaud

di Verónica Nieto Traduzione di Alessio Casalini Salii le scale verso l’ufficio di Ferdière con lo stomaco sottosopra; stavolta non si...

Non luogo comune

https://vimeo.com/142110637 ↓↓↓ Non Luogo Comune è un cortometraggio che ha preso forma negli ultimi mesi. È la presa di coscienza di...
helena janeczek
helena janeczek
Helena Janeczek è nata na Monaco di Baviera in una famiglia ebreo-polacca, vive in Italia da trentacinque anni. Dopo aver esordito con un libro di poesie edito da Suhrkamp, ha scelto l’italiano come lingua letteraria per opere di narrativa che spesso indagano il rapporto con la memoria storica del secolo passato. È autrice di Lezioni di tenebra (Mondadori, 1997, Guanda, 2011), Cibo (Mondadori, 2002), Le rondini di Montecassino (Guanda, 2010), che hanno vinto numerosi premi come il Premio Bagutta Opera Prima e il Premio Napoli. Co-organizza il festival letterario “SI-Scrittrici Insieme” a Somma Lombardo (VA). Il suo ultimo romanzo, La ragazza con la Leica (2017, Guanda) è stato finalista al Premio Campiello e ha vinto il Premio Bagutta e il Premio Strega 2018. Sin dalla nascita del blog, fa parte di Nazione Indiana.