Poéthiquettes ensemble

Print Friendly, PDF & Email

2 Commenti

  1. bellissime le poesie, ma ancora più bello è ascoltarle nella tua voce, dalla tua voce.
    sono una di quelle che pensa che la poesia sia impossibile da definire, come critico non valgo di certo niente, ma quello che voglio dire è che non esiste “una poesia” o un genere, uno stile, che esclude tutto il resto delle scritture, delle poetiche e delle poesie; non c’è una poesia “giusta” e una sbagliata; c’è il bello e c’è il brutto, come in ogni cosa, ma andare a determinare la bellezza e la bruttezza di una data cosa, non corrisponde a decretare l’appartenenza quasi a promozione o bocciatura di un testo nell’Olimpo della “poesia”.
    Detto questo e detto quindi che io non so ancora cosa sia la poesia, quella giusta, beninteso; ascolto e leggo i tuoi testi, e la peculiarità che in essi vi trovo è l’aderenza dello scritto alla mano, alla voce e alla vita dello scrivente.
    come se le cose fossero inseparabili, inscindibili; il che non rende il testo meno “universale”, tuttavia la sua perfezione la si coglie eccezionalmente proprio in questo tipo di lavoro che compi con l’immagine e il sonoro che fanno tutt’uno con il tuo inchiostro. è un po’ come dire che la poesia di Forlani, è Forlani stesso.
    non è cosa da tutti, una cosa a sé, qualcosa di diverso.

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

Limina moralia: Charles Dickens

di Francesco Forlani
L’universo descritto in ogni suo minimo dettaglio di personaggi secondari, figuranti smarriti nella nuova civiltà del mercato globale, una catastrofe polifonica che soltanto la visione catartica del romanzo può contenere grazie a un potente gioco di specchi e di sguardi.

Il cielo sotto Parigi

di Francesco Forlani
Progetto di un romanzo a puntate sulla vita sotterranea e periferica a Parigi.

Limina moralia: Anna Maria Ortese

di Francesco Forlani
Da qualche mese sto collaborando con Limina Rivista, un drappello di giovani intellettuali, tra l'altro presenti in una recente e felice incursione indiana alla Libreria Popolare di via Tadino, a Milano.

Colonna (sonora) 2022

di Claudio Loi
2021. 15 DISCHI DA TENERE IN CONSIDERAZIONE Anche quest’anno è arrivato il momento dei bilanci, di partecipare allo stupido giochino delle playlist che come al solito non serve a niente ma proprio per questo ci piace e ci diverte.

Palermo Underground: Fabio Sgroi

Francesco Forlani
Quando abbiamo preparato il numero di Focus-in, rivista parigina, su Palermo abbiamo avuto chiaro dal principio che cosa non avremmo voluto offrire ai lettori di Focus In, una Palermo fissata in cliché-archetipi, immagini come sabbie “immobili” che non fossero in grado di raccontarci davvero la contemporaneità.

I cattivi maestri: Aldo Braibanti

  di Francesco Forlani     Dal 1 marzo i giurati voteranno la cinquina del David di Donatello. Su 150 opere, "Il caso Braibanti"...
francesco forlani
Vivo e lavoro a Parigi. Fondatore delle riviste internazionali Paso Doble e Sud, collaboratore dell’Atelier du Roman . Attualmente direttore artistico della rivista italo-francese Focus-in. Spettacoli teatrali: Do you remember revolution, Patrioska, Cave canem, Zazà et tuti l’ati sturiellet, Miss Take. È redattore del blog letterario Nazione Indiana e gioca nella nazionale di calcio scrittori Osvaldo Soriano Football Club, Era l’anno dei mondiali e Racconti in bottiglia (Rizzoli/Corriere della Sera). Métromorphoses, Autoreverse, Blu di Prussia, Manifesto del Comunista Dandy, Le Chat Noir, Manhattan Experiment, 1997 Fuga da New York, edizioni La Camera Verde, Chiunque cerca chiunque, Il peso del Ciao, Parigi, senza passare dal via, Il manifesto del comunista dandy, Peli, Penultimi, Par-delà la forêt. , L'estate corsa   Traduttore dal francese, L'insegnamento dell'ignoranza di Jean-Claude Michéa, Immediatamente di Dominique De Roux
Print Friendly, PDF & Email
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: