Ando caz sta Zazà?

La domenica pomeriggio su Radio Tre, c’è un programma che mi piace assai e si chiama Zazà . A loro, in particolare all’indiano Piero Sorrrentino dedico questo divertissement. effeffe

Boum Boum Za zà
di
Francesco Forlani

(campanella da schola)

Ke lu effeffe mica se capacitava de sta cosa, une chose simplex à l’orecio, à l’ocio, li sensi tuti. Parce que la campanela sonne sonne, sona Carmagnola quelques chose pouvait significar et dicere, pefforza. Mais alors, si l’era la campanela daa fine da a lesson cum l’è ca dintro nun ce steve nisciunn persone in da l’aùla, sapite cuma l’è, no, que manco se sente la prima nota que tuti e masculi et e fimine cole borze atracolla se precipitano à la porta cum tanta foga que te parono barbari afamati a colazione a sacco de roma? Eh eh eh

et si pure, ammettenn que la campana n’etait pas kela daa fine mais do cominciamento, cuma l’è, ke afora nun ce steve nisciunn persone de l’aùla, que manco se sente la prima nota que tuti e masculi et i fimine cole borze atracolla se resten sur la porta cum tanta rigdità de suonane et de scontento, immobili que te parono uardie svizzere cum le alabarde speziali? Eh eh eh

Mo lo fato grave que se tratava du terzo juorne de schola, et que mica à tuti li nomi ce stava na facia, mo, nun digo de Carlo Albatrosi che pure na facia intelligente ce teneva o primo banco, et que copia copiassa l’examen nun se passe, teniva à derecha lo Sergio Garufo, de Monza come la monaca e à gauche l’anema servagia de Georgia Amada. Accussì lu Cicio Panico, lu Marco Pelliccia et ttut et trinta sette tappetà perous, fino a la lettra zeta.

Egggià,perché sapite no? (pausa) e certe que lo sapite che lo dito indice do prufessò l’est pisaaaaant, l‘est puuuttteenttt, come lo dito de dieu ne lo giudizio universale de Micalangiulo et score sur lo registro da acopp a asotte, de l’alto, lo basso lu fragile et cum tanta lentezza che killi, i piskelli studend et studendess te sgamano subte tout de suite si staie pe l’interrugare la letra A, la G, L, M, o accusì ce pare, pecché quannne quanne ce pare que staie sotte sotte de l’elenco da a lista da spisa, que l’albatrosi suspira de salvezza e se sente afora do rischio et daa paura, que les jeux sont faits et rien ne va plus, kille, ò prufissure, a la surprisa generali nun te ciama proprio l’Albatrosi , ca poco ce manca che chille s’insurge et te menacia d’aller, d’ire, a purtare prutesta ò taaar et à tribunal? Eh eh eh

Ma o fato grave l’est que da l’inicio de l’anno, le seul ca teniva la lettra zeta nun ce stava, et manco na facia teniva, et manco lu sexo, car inspiegabilmente,- indifferentemente daa segreteria nun l’avevano mica soperta la ragioni- kella persone, studente? Studentesa? Vecio, magari ripetente, ou giovine dutata, teneve seulemen nu nome, ou lo cognome, qui sas qui sas qui sas, de deux sillabi, l’istess, Za et Zà.
Mo però le problema nun era de sapire dovestazzazzàomaronne mie, le prubleme ere de savoir dove stivetuta a classe, nasculi et fimine, et pensanne et rirenne, lo effeffe se girette vers a lavagna et con lo geseto blanco, de droite à gauche, à caracter cubitale cume l’è, cume nun l’è, ce steve scritte: SCIOPERO! Firmate ZAZà

Ah però
Et ke se vulive sapere e sto mistere, lo effeffe a Zazà, là lu putive trovare

Print Friendly, PDF & Email

articoli correlati

Il cielo sotto Parigi

di Francesco Forlani
Progetto di un romanzo a puntate sulla vita sotterranea e periferica a Parigi.

Limina moralia: Anna Maria Ortese

di Francesco Forlani
Da qualche mese sto collaborando con Limina Rivista, un drappello di giovani intellettuali, tra l'altro presenti in una recente e felice incursione indiana alla Libreria Popolare di via Tadino, a Milano.

Colonna (sonora) 2022

di Claudio Loi
2021. 15 DISCHI DA TENERE IN CONSIDERAZIONE Anche quest’anno è arrivato il momento dei bilanci, di partecipare allo stupido giochino delle playlist che come al solito non serve a niente ma proprio per questo ci piace e ci diverte.

Palermo Underground: Fabio Sgroi

Francesco Forlani
Quando abbiamo preparato il numero di Focus-in, rivista parigina, su Palermo abbiamo avuto chiaro dal principio che cosa non avremmo voluto offrire ai lettori di Focus In, una Palermo fissata in cliché-archetipi, immagini come sabbie “immobili” che non fossero in grado di raccontarci davvero la contemporaneità.

I cattivi maestri: Aldo Braibanti

  di Francesco Forlani     Dal 1 marzo i giurati voteranno la cinquina del David di Donatello. Su 150 opere, "Il caso Braibanti"...

Dia Logue: stop making sense

  Rivista è cosa mai vista (effeffe)     https://issuu.com/esp.mau/docs/dia_logue_03?fbclid=IwAR0y6KFIb7ZygqnoVRpF_g_qg1-YSoH2j1pxDPoFJU7Gg21r1lvWMWoUYIs   https://www.youtube.com/watch?v=jhF3zHm9Vz8    
francesco forlani
Vivo e lavoro a Parigi. Fondatore delle riviste internazionali Paso Doble e Sud, collaboratore dell’Atelier du Roman . Attualmente direttore artistico della rivista italo-francese Focus-in. Spettacoli teatrali: Do you remember revolution, Patrioska, Cave canem, Zazà et tuti l’ati sturiellet, Miss Take. È redattore del blog letterario Nazione Indiana e gioca nella nazionale di calcio scrittori Osvaldo Soriano Football Club, Era l’anno dei mondiali e Racconti in bottiglia (Rizzoli/Corriere della Sera). Métromorphoses, Autoreverse, Blu di Prussia, Manifesto del Comunista Dandy, Le Chat Noir, Manhattan Experiment, 1997 Fuga da New York, edizioni La Camera Verde, Chiunque cerca chiunque, Il peso del Ciao, Parigi, senza passare dal via, Il manifesto del comunista dandy, Peli, Penultimi, Par-delà la forêt. , L'estate corsa   Traduttore dal francese, L'insegnamento dell'ignoranza di Jean-Claude Michéa, Immediatamente di Dominique De Roux
Print Friendly, PDF & Email
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: