Le occasioni della Reggia di Caserta

21 aprile 2014
Pubblicato da

Musiche di Lamberto Curtoni
Video di Francesco Forlani

Nel parco di Caserta

Dove il cigno crudele
Si liscia e si contorce,
sul pelo dello stagno, tra il fogliame,
si risveglia una sfera, dieci sfere,
una torcia dal fondo, dieci torce,

e un sole si bilancia
a stento nella prim’aria,
su domi verdicupi e globi a sghembo
d’araucaria,

che scioglie come liane
braccia di pietra, allaccia
senza tregua chi passa
e ne sfila dal punto più remoto
radici e stame.

Le nocche delle Madri s’inaspriscono,
cercano il vuoto.

Eugenio Montale, Le occasioni

 

Tag: , , ,

3 Responses to Le occasioni della Reggia di Caserta

  1. véronique vergé il 21 aprile 2014 alle 21:00

    Bello. Non la conoscevo.
    Dimmi Franceso leggi le miei poesie segrete?
    Sabato ho propio scritto una poesia per questo luogo.
    Mi è venuta una grande nostalgia.
    Forse sono correspondances che scappano alla ragione o al mondo reale.

  2. véronique vergé il 21 aprile 2014 alle 21:13

    Grazie, amico effeffe, per la passeggiata poetica.
    Mi ricordo tutta la bellezza del luogo.

  3. effeffe il 22 aprile 2014 alle 21:35

    grazie a te veronique
    effeffe



indiani