Maria Luisa Venuta

48 articoli scritti
Maria Luisa Venuta Sono dottore di ricerca in Politica Economica (cosiddetto SECS-P02) Dal 1997 svolgo in modo continuativo e sistematico attività di ricerca applicata, formazione e consulenza per enti pubblici e privati sui temi della sostenibilità sociale, ambientale e economica e come coordinatrice di progetti culturali. Collaboro con Fondazione Museo dell'Industria e del Lavoro di Brescia e Fondazione Archivio Luigi Micheletti. Sono autrice di paper, articoli e pubblicazioni sui temi della sostenibilità integrata in lingua italiana e inglese.

Buon Natale!

The Sensational Alex Harvey Band - There's no light on the Christmas tree mother The mobs in town And the...

Sincronie 2008 – Orizzonte degli eventi

A Milano dall'8 al 15 novembre. Sincronie realizza dal 2002 eventi a partire da un tema ogni anno diverso con...

Quella volta che la miccia si spense

di Alessandra Galetta Enzo Nobile era nervoso. Nervosissimo. Si aggiustava e riaggiustava la lunga ciocca che copriva il diradamento sulla cima della...

NON TOCCATE I BAMBINI E LE BAMBINE ROM E SINTI

di Filippo Miraglia, responsabile immigrazione Arci Il 7 luglio riempiamo di impronte digitali il Ministero dell'Interno E' già iniziata la schedatura...

Una settimana e un giorno

Beatrice Meoni, Domenica, 2008 (stampa su acetato e tecnica mista su tela) Testo critico di Sandra Burchi Una settimana, un giorno,...

Api sull’AmbientFestival

Stasera a Brescia, alle 18:30, Ape-ritivo letterario al Nuovo Cinema Eden (entrata via Odorici) all'interno della prima edizione di...

Donne immigrate e processi di inclusione: il caso delle donne albanesi

di Claudia Cominelli Fenomeni come i flussi migranti trasnazionali contribuiscono ampiamente al dibattito intorno a questioni come la cittadinanza, la...

Chinatown, Londra: tra mito e realtà

di Nicola Montagna (Questo articolo e il successivo che verrà pubblicato settimana prossima rientrano in un sottoinsieme del più...

Prima che la storia finisca

di Alessandra Galetta Uno Si chiamava Akan Kappa e poteva dirsi fortunato. Aveva superato l’attraversamento del deserto in camion, le onde del...