risultati della ricerca

vito bonito

se non hai trovato quello che cercavi prova con un altro termine

Di non sapere infine a memoria

di Vito Bonito canto dei bambini monocellulari gli organismi monocellulari sono la forma di vita di maggior splendore un'esistenza parassitaria che non ha bisogno alcuno di svilupparsi ulteriormente senza cervello              senza nervi immortali                     perfetti … solo ciò che è perfetto non continua a svilupparsi lo sviluppo non è altro che un indice di imperfezione e allora bisogna pensare in grande andare oltre la striminzita misura umana … la morte non finisce mai la morte finisce me l'ha detto mia mamma quando è morta per la sesta volta anche il frigorifero muore spesso di notte...

Esce L’Ulisse n.18. Poetiche per il XXI secolo.

L'ULISSE n. 18. Poetiche per il XXI secolo.   INDICE   Editoriale, di Stefano Salvi   IL DIBATTITO IDEE DI POETICA Fabiano Alborghetti Gian Maria Annovi Vincenzo Bagnoli Corrado Benigni Vito Bonito e  Marilena Renda Gherardo Bortolotti Alessandro Broggi Maria Grazia Calandrone Gabriel Del Sarto Giovanna Frene Vincenzo Frungillo Florinda Fusco Francesca Genti Massimo Gezzi Marco Giovenale Mariangela Guatteri Andrea Inglese Giulio Marzaioli Guido Mazzoni Renata Morresi Vincenzo Ostuni Gilda Policastro Laura Pugno Stefano Raimondi Andrea Raos Stefano Salvi Luigi Socci Italo Testa Mary Barbara Tolusso Giovanni Turra Michele Zaffarano   NUOVI CRITICI SUL NOVECENTO Vittorio Sereni di Mattia Coppo Attilio Bertolucci di Giacomo Morbiato Franco Fortini di Filippo Grendene Corrado Costa di Riccardo Donati Anni Novanta. Individui e...

Linguamadre: 27 novembre, 4 dicembre a Bologna

presso Libreria delle Moline Via delle Moline 3, Bologna Perché leggere e ascoltare la poesia «La scrittura è ora un ponte tra la terra del silenzio, le mie parole e il recinto rumoroso della mia voce. Il ponte mi permette di dire tutto sulla carta. Il ponte è il mio silenzio, un silenzio amico, in cui posso elaborare tutto senza spaventarmi subito della mia stessa voce e del timbro che le appartiene»...

O Màgalo

di Vito Bonito I sangui i sangui - o Màgalo canta i sangui per qui non puoi passare ma ogni tuo fallire su le mie fiorire braccia – o Màgalo luce piangere perché non so cantare perché mai luce per te vedere ne la mia morte che non muore ne la mia sempre illuminata morte mia per te non vedere piangere per me questa luce questa *** Suono peso senza suono mani senza in fiamme la testa innalzando la cosa dei sangui per chi si fulmìna per chi ne mangia ma...
Print Friendly, PDF & Email