la scatola liquida

microfestival contemporaneo d’arte

manifestodefinitivolighnz5.jpg

dal 24 al 31 marzo
chiesa sconsacrata S. Giorgio
Jerago (Varese)

ingresso libero

 

PROGRAMMA

24_sabato
11.00/18.00 ASPETTANDO LSD [musica acusmatica di Loredana Arcaro] 18.00 APERTURA DELLA SCATOLA – Aperitivo
18.30 ARTE COSTRUTTIVA [inaugurazione esposizione permanente opere di Angelo G. Bertolio] 21.30 IMPROMPTU [concerto per violoncello di Giulia Monti] 22.30 DJ SET

25_domenica
11.00/17.00 CASFANDRA_cyborg sacerdotessa [installazione di Stefano Scarani e Julia Chiner] 18.00 IL GRANDE ASSENTE [concerto per arpa e fisarmonica dedicato a W. A. Mozart di Elena Cosentino e Mario Milani]

26_lunedì
16.00/22.00 ARTE COSTRUTTIVA [esposizione permanente opere di Angelo G. Bertolio]

27_martedì
11.00/22.00 SOSPENSIONI METALLICHE [estemporanea di scultura di Vittorio D’Ambros]

28_mercoledì
16.00/22.00 ARTE COSTRUTTIVA [esposizione permanente opere di Angelo G. Bertolio]

29_giovedì
16.00/20.00 ARTE COSTRUTTIVA [esposizione permanente opere di Angelo G. Bertolio] 21.00 FARE VERSI IN CHIESA [letture poetiche di Franco Buffoni, Helena Janeczek, Giuliano Mesa, Andrea Raos]

30_venerdì
10.30 DOMITILLA E LA STELLLA DELLE PAROLE PERSE [teatro per bambini con Stefania Mariani, di Patrizia Barbuiani, Makus Zohner Theater Compagnie] 21.00 URLO MUTO [cinema muto musicato improvvisatamente dal vivo]

31_sabato
10.00/19.00 ARTE COSTRUTTIVA [esposizione permanente opere di Angelo G. Bertolio] 21.30 A N A U R E A © improvvisi intorno al numero [performance elettroacustica e video art di Gabriele Marangoni] 23.00 CHIUSURA DELLA SCATOLA [Dj set, free drink]

 

INFO, CONTATTI:

+39 340 4737932

kunstzero@libero.it

www.myspace.com/kunstzero

*

La scatola liquida è un progetto di musica, arte visuale e plastica, teatro e poesia realizzato con lo scopo di diffondere la conoscenza della cultura contemporanea, stringendo un forte legame tra la realtà dell’arte e quella delle imprese economiche.
Scatola liquida, un contenitore in grado di mutare continuamente la propria forma, arte in divenire, strutture in continua evoluzione capaci di contenere al loro interno concetti, emozioni e forza per nuove trasformazioni.
L’arte contemporanea europea esce dalle metropoli ed arriva in una chiesa sconsacrata di un paese di provincia, seguendo il concetto dell’esperienza artistica insegnata e fatta vivere a chi non se l’aspetta, per avere così nuove emozioni e nuove reazioni inserite nell’esperienza di vita contemporanea.

Ideazione e direzione artistica : Gabriele Marangoni

andreabn.jpg

helena.jpg

buffoni1.jpg

foto della serata di Catia Spagnolo (grazie!).

Andrea Raos

andrea raos ha pubblicato discendere il fiume calmo, nel quinto quaderno italiano (milano, crocetti, 1996, a c. di franco buffoni), aspettami, dice. poesie 1992-2002 (roma, pieraldo, 2003), luna velata (marsiglia, cipM – les comptoirs de la nouvelle b.s., 2003), le api migratori (salerno, oèdipus – collana liquid, 2007), AAVV, prosa in prosa (firenze, le lettere, 2009), AAVV, la fisica delle cose. dieci riscritture da lucrezio (roma, giulio perrone editore, 2010) e i cani dello chott el-jerid (milano, arcipelago, 2010). è presente nel volume àkusma. forme della poesia contemporanea (metauro, 2000). ha curato l’antologia chijô no utagoe – il coro temporaneo (tokyo, shichôsha, 2001). con andrea inglese ha curato le antologie azioni poetiche. nouveaux poètes italiens, in «action poétique», (sett. 2004) e le macchine liriche. sei poeti francesi della contemporaneità, in «nuovi argomenti» (ott.-dic. 2005). sue poesie sono apparse in traduzione francese sulle riviste «le cahier du réfuge» (2002), «if» (2003), «action poétique» (2005) e «exit» (2005); altre, in traduzioni inglese, sono apparse in "The New Review of Literature" (vol. 5 no. 2 / Spring 2008), "Aufgabe" (no. 7, 2008), poetry international e free verse. 

Tags:

  31 comments for “la scatola liquida

  1. véronique v
    21 marzo 2007 at 08:17

    Purtroppo, non potro ascoltare la lettura poetica giovedi 29. Lo rimpiango.
    Tanto più che apprezzo molto “Luna velata”, tu lo sai.
    Quando una lettura a Parigi e la pubblicazione di una nuova raccolta?

  2. carla bariffi
    27 marzo 2007 at 12:47

    questa cosa l’ho già vista…..

  3. Andrea Raos
    27 marzo 2007 at 13:58

    È vero. L’ho rimessa in cima in vista della lettura semi-indiana.

  4. effeffe
    28 marzo 2007 at 08:17

    farò di tutto per esserci
    effeffe
    ps
    chi viene da Milano verso le 20?

  5. Ivan
    28 marzo 2007 at 12:09

    A proposio di liquidi: qualche giorno fa sono entrato in contatto con un ingegnere informatico piuttosto in gamba. Tornato a casa, sono giunto alla conclusione che l’ingegnere sia l’autore di questo: http://www.cybernarda.org/l/lig01.html, che non è affatto male, secondo me

  6. Andrea Raos
    28 marzo 2007 at 13:06

    Boh, contento tu.
    Ti faccio un regalo, va’.
    Pis en lov.

    http://www.youtube.com/watch?v=xWiA-L1HoUo

  7. Ivan
    28 marzo 2007 at 16:30

    Beh, sì, io sono contento.
    Secondo me raggiungere questo grado di “intimismo” non è semplice. Trovo molto fastidiosi alcuni scrittori che si credono particolarmente evoluti solo perché scrivono cose definite da amici compiacenti “critica sociale”.
    Grazie per il link, comunque. ;-)

  8. carla bariffi
    28 marzo 2007 at 17:42

    certo che ne girano di sfigati per il Web, hè..
    scusate lo sfogo ma in bacheca c’è qualcuno che ce l’ha con me
    qualcuno, evidentemente, che non ha le palle!

    saluti
    e buona cena.

  9. gerardo carotenuto
    28 marzo 2007 at 20:06

    dottoressa la prego, ripulisca il suo eloquio. grazie.

  10. merenda
    28 marzo 2007 at 21:23

    Buona cena alle cinque ed un quarto?

  11. véronique v
    29 marzo 2007 at 07:07

    Per Andrea,

    Buona serata a te. La lettura sarà riuscita. Ne sono assolutamente sicura.
    Ti pensero.

  12. Eva Risto
    29 marzo 2007 at 07:38

    véronique, guarda che la lettura c’è stasera. per sapere come è andata prima che ci sia stata, non devi rivolgeri ad andrea, ma al mago zurlì.

  13. gianni biondillo
    29 marzo 2007 at 09:29

    Non potrò esserci. Voi a Jerago, io a Senago. Alle 21.00 esatte vi penserò intensamente. voi fate lo stesso, così saremo vicini d’animo. ;-)

  14. véronique v
    29 marzo 2007 at 10:23

    Eva Risto,

    Chi è il mago zurli?

  15. 29 marzo 2007 at 11:01

    visto che qui si fanno annunci.
    oggi giovedì 29 marzo, alle 17:00 a Fahrenheit, su Radio 3, si parlerà anche del libro “Dove credi di andare”, Mondadori 2007, di Francesco Pecoraro, conosciuto in rete come tashtego: sarà presente l’autore.

  16. maria (valente)
    29 marzo 2007 at 11:28

    Approfitto per fare anch’io ad Andrea l’in bocca al lupo per la serata

    @ Veronique
    che mi sta molto simpatica e parla l’italiano quasi meglio di me ;-)
    dico che dovrebbe mancare ormai poco all’uscita della nuova raccolta poetica di Andrea Raos – giusto? tra poco è Aprile, le arnie stanno scaldando i motori o no?-
    Lo dico non perché abbia canali privilegiati di informazione, ma perchè ho avuto la fortuna di presentarlo da poco su un altro sito, perciò…ancora un pochino di pazienza, spero.

  17. così&come
    29 marzo 2007 at 11:42

    per Veronique

    il Mago Zurlì

    ciao!

  18. così&come
    29 marzo 2007 at 11:45

    per Tashtego

    bon cercherò di indovinare il gioco così vinco il libro! :)

  19. carla bariffi
    29 marzo 2007 at 12:44

    Domani sera, ore 17.30
    presso il castello sforzesco di Milano
    si terrà una serata di poesia con la casa editrice “Lietocolle”
    per presentare la prestigiosissima antologia
    “stagioni”
    Sarò presente anch’io,
    naturalmente!

  20. véronique v
    29 marzo 2007 at 14:30

    A Maria Valente,

    Sei molto gentile. Andrea è discreto riguardo alla sua propia opera.
    Aspetto con impazienza l’uscita della raccolta.
    Grazie mille.

    A Cosi&come,
    Grazie per la precisione.
    Dunque il mago zurli è un personaggio popolare.

  21. carla bariffi
    29 marzo 2007 at 14:46

    molto popolare, cara Veronique!

  22. effeffe
    29 marzo 2007 at 15:20

    Verò c’est un bigiù
    effeffe

  23. Antonio Gramsci
    29 marzo 2007 at 17:05

    Perché, anziché parlare di letteratura, non mettersi a farla?

  24. gianni biondillo
    29 marzo 2007 at 18:14

    Già. Perché?

  25. carla bariffi
    29 marzo 2007 at 19:05

    Gianni,
    alle 21.00 ti penso
    baci
    carla

  26. 30 marzo 2007 at 07:48

    Ho letto solo oggi, Tashtego, peccato perché avrei ascoltato volentieri il programma (c’è per caso una replica, o qualcosa in rete?)
    In bocca al lupo per il tuo libro che, ho letto, è una raccolta di racconti. Mi pare che sia il tuo esordio, e farlo con Mondadori è un bell’inizio. Complimenti.

  27. Eva Risto
    30 marzo 2007 at 11:05

    è proprio vero, la marchetta è l’anima della letteratura, o di quella che ne resta: perché mai dovrebbe sottrarvisi il nipotino prediletto di trofim lysenko?

  28. sitting targets
    30 marzo 2007 at 11:16

    a me quella maria (valente) mi fa un sesso, ma un sesso, fratelli cari…

  29. La ribollita
    30 marzo 2007 at 12:58

    Quì ci vogliono un pò di ormoni
    per riequilibrare il testosterone!

  30. sitting targets
    30 marzo 2007 at 20:32

    Bacchettoni.

  31. gianni biondillo
    2 aprile 2007 at 23:41

    c’è poco da fare. Gli indiani & C. “so’ propio bbelli!”

Comments are closed.