Articolo precedenteDiorama dell’est #9
Articolo successivoLuci e ombre di Google in Francia

Corrispondenze da Snova

Segnaliamo la comparsa di un nuovo sito internet, www.corrispondenzedasnova.it, prodotto dal Progetto Snova.

Snova è un gruppo di ricerca formatosi nel 2005, che, usando gli strumenti della critica letteraria, teatrale, artistica e dello spettacolo, cerca di mettere in evidenza alcuni snodi problematici e contraddizioni del nostro tempo. Nel 2006 ha pubblicato un volume di saggi letterari, Costellazioni. Letture critiche sull’immaginario, Roma, Lithos. Ora prosegue la sua azione in rete.

Il sito che presentiamo è un ufficio postale “in stato di allarme”, un luogo di smistamento di lettere, raccomandate, cartoline, indirizzate a destinatari esistenti e fantastici, del passato e del futuro, che noi di Snova convochiamo al dialogo. A chi visita è concesso di leggere ogni documento che passi di qui perché lo stato d’allarme, appunto, ci ha costretti a eliminare ogni vincolo di privacy; perché l’urgenza di prendere posizione critica in questo tempo di “ordinato disordine” ci ha convinti a prendere contatto con realtà diverse in modo pubblico, rivolgendoci direttamente a ciascuna, interpellandole, chiedendo risposte.

I nostri intenti di fondo sono rintracciabili nel “Manifesto” presente nel sito.

Il nostro invito è a visitare Corrispondenze da Snova, ad aprire alcune buste postali, che appaiono a turno ad ogni accesso alla home page, oltre ad essere sistemate per tipo di lettera.

Snova.

info@corrispondenzedasnova.it

Print Friendly, PDF & Email

1 commento

  1. il sito pare Molto interessante, l’incipit anche!
    lo visiterò con calma…
    grazie per la segnalazione.

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

Morire, un anno dopo

Mi sono chiesta a lungo cosa sarebbe successo: come avrei reagito alla notizia – piangendo? con sollievo? –, come sarebbe stato il dopo – un senso di solitudine perpetua o, a un certo punto, un’abitudine? – e, sopra ogni altra cosa, che significato avrebbe avuto, per me, per noi, per tutti, la morte.

Quattro romanzi: Tanizaki, Camilleri, Slimani, Evison

di Gianni Biondillo
Che poi in realtà sono due romanzi (di Jun'ichirō Tanizaki e di Jonathan Evison), una raccolta di scritti (di Leïla Slimani) e un copione teatrale (di Andrea Camilleri). Ma basta capirsi, no? Insomma: quattro consigli di lettura, sul volgere dell'estate e l'arrivo dell'autunno.

Reincarnazioni

Spalancò la porta di metallo sbatacchiandola senza riguardo; la lucetta della sauna che aureolava Samstag sembrava accecante vista dal fondo del corridoio angusto e buio; lo chiamano effetto Brocken: così che appena emerso dalla nuvola di vapore,

Il mondo offeso genera libri

di Romano A. Fiocchi
Con la curiosità e l'entusiasmo che lo contraddistinguono, Romano A. Fiocchi ci suggerisce libri carbonari e librerie resistenti. E noi gli diamo volentieri spazio per raccontarcelo.

L’ultima Thule

di Romano A. Fiocchi
«L’ultima Thule» è il penultimo capitolo del romanzo «Il tessitore del vento», pubblicato da Ronzani Editore. Un romanzo corale e teatrale dove i personaggi si alternano e parlano in prima persona su una scena immaginaria...

Nuovi autismi #23 – I miei buchi

di Giacomo Sartori
[dall'archivio di NI: pezzo pubblicato il 13 giugno 2012] I buchi che faccio per lavoro si dividono in due tipi, quelli piccoli e quelli grandi.
Andrea Raos
andrea raos ha pubblicato discendere il fiume calmo, nel quinto quaderno italiano (milano, crocetti, 1996, a c. di franco buffoni), aspettami, dice. poesie 1992-2002 (roma, pieraldo, 2003), luna velata (marsiglia, cipM – les comptoirs de la nouvelle b.s., 2003), le api migratori (salerno, oèdipus – collana liquid, 2007), AAVV, prosa in prosa (firenze, le lettere, 2009), AAVV, la fisica delle cose. dieci riscritture da lucrezio (roma, giulio perrone editore, 2010), i cani dello chott el-jerid (milano, arcipelago, 2010), lettere nere (milano, effigie, 2013), le avventure dell'allegro leprotto e altre storie inospitali (osimo - an, arcipelago itaca, 2017) e o!h (pavia, blonk, 2020). è presente nel volume àkusma. forme della poesia contemporanea (metauro, 2000). ha curato le antologie chijô no utagoe – il coro temporaneo (tokyo, shichôsha, 2001) e contemporary italian poetry (freeverse editions, 2013). con andrea inglese ha curato le antologie azioni poetiche. nouveaux poètes italiens, in «action poétique», (sett. 2004) e le macchine liriche. sei poeti francesi della contemporaneità, in «nuovi argomenti» (ott.-dic. 2005). sue poesie sono apparse in traduzione francese sulle riviste «le cahier du réfuge» (2002), «if» (2003), «action poétique» (2005), «exit» (2005) e "nioques" (2015); altre, in traduzioni inglese, in "the new review of literature" (vol. 5 no. 2 / spring 2008), "aufgabe" (no. 7, 2008), poetry international, free verse e la rubrica "in translation" della rivista "brooklyn rail". in volume ha tradotto joe ross, strati (con marco giovenale, la camera verde, 2007), ryoko sekiguchi, apparizione (la camera verde, 2009), giuliano mesa (con eric suchere, action poetique, 2010), stephen rodefer, dormendo con la luce accesa (nazione indiana / murene, 2010) e charles reznikoff, olocausto (benway series, 2014). in rivista ha tradotto, tra gli altri, yoshioka minoru, gherasim luca, liliane giraudon, valere novarina, danielle collobert, nanni balestrini, kathleen fraser, robert lax, peter gizzi, bob perelman, antoine volodine, franco fortini e murasaki shikibu.
Print Friendly, PDF & Email
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: