Articolo precedenteTredici!
Articolo successivoQuanto costa la crisi

Ultra. Festival delle letterature, in effetti

null

anteprima nazionale – Firenze

da mercoledì 23 a sabato 26 settembre 2009

BIBLOTECA DELLE OBLATE e TEATRO DELLA PERGOLA

a cura di Alessandro Raveggi

un’iniziativa di Novevolt collana di narrativa

In collaborazione con Teatro della Pergola, Teatri Aperti, Biblioteca delle Oblate

media-partnership INTOSCANA.IT Il Portale della Toscana

music-partnership ORGANETTA Booking and Promotion

Con (in ordine sparso)

Rosaria Lo Russo, Filippo Tuena, Giorgio Vasta, Paola Presciuttini, Antonio Moresco, Enzo Fileno Carabba, Maria Grazia Calandrone e Stefano Savi Scarponi, Sergio Nelli, Digi G’Alessio+Colossious, Gabriele Frasca, Biga/El Climatico, Daniele Pasquini, Titti Follieri, Intermezzi Editore, Sic-Scrittura Industriale Collettiva, Editrice Zona, Transeuropa edizioni, Fabrizio Venerandi, Demetrio Paolin, Peppe Fiore, Maria Ester Mastrogiovanni, Violetta Bellocchio, Riccardo Donati, Alessio Arena, Massimiliano Palmese e le riviste e webmagazine Argo, Colla, ernest(,), finzioni, FoLLeLFo, Il primo amore, inutile. opuscolo letterario, Loop, Tabard.

comitato direttivo Ilaria Giannini, Francesca Matteoni, Jacopo Nacci, Enrico Piscitelli, Alessandro Raveggi, Vanni Santoni

organizzazione Silvia Tesone

responsabile workshop Cinzia Fattori

web-site

e-mail ultra.letteratura@gmail.com

facebook

contatti Silvia Tesone +393335837354

per informazioni & iscrizioni workshop Cinzia Fattori – +393339140694

Quattro giorni di presentazioni, letture, dj-set, dirette web, aperitivi con l’autore, meeting di riviste e due workshop di poesia e prosa, dislocati tra la Biblioteca delle Oblate e il Teatro della Pergola. Pensati come anticipazione di un festival letterario a Firenze a partire dal 2010, proposto da un comitato direttivo rigorosamente composto da giovani scrittori trentenni. Che mostri la realtà letteraria italiana in fermento, attuale, la letteratura “ora” effervescente, “in effetti”.
Ecco così la prima iniziativa culturale della nuova collana di narrativa Novevolt, curata da Enrico Piscitelli e Alessandro Raveggi, una zona temporaneamente autonoma e combattiva di qualità all’interno del mercato editoriale italiano.

Tra le presenze, l’autore di culto della letteratura italiana Antonio Moresco (il 26 settembre), la parola raffinata dello scrittore, traduttore e teorico Gabriele Frasca (il 24 settembre), i mondi fantareali del fiorentino noto internazionalmente Enzo Fileno Carabba (il 25 settembre), le cronache poetiche tra i ghiacci di Filippo Tuena (Premio Viareggio 2007, il 23 settembre), e l’Italia vista, criticata e triturata nella lingua e nell’estraneità di una generazione di autori come Giorgio Vasta, Peppe Fiore, Violetta Bellocchio, Paola Presciuttini, Alessio Arena, Fabrizio Venerandi, Francesco Borgonovo, che presenteranno e leggeranno le loro ultime opere, oltre a discutere di forme e sopravvivenze della cultura italiana. Alcuni dei quali partecipando, il 25 settembre, al primo party d’anticipazione della collana Novevolt, musicato dal geniale musicista elettronico Digi G’Alessio.

Ed ancora: tre editori toscani (Intermezzi, Zona, Transeuropa) che ci parleranno delle loro ultime uscite – con Demetrio Paolin, Daniele Pasquini e Titti Follieri – un incontro nazionale di riviste e webmagazine curato da Enrico Piscitelli (il 26 settembre), l’acclamato spettacolo di videopoesia “Senza Bagaglio” di Maria Grazia Calandrone e Stefano Savi Scarponi, due workshop di scrittura tenuti rispettivamente da Rosaria Lo Russo e SIC-Scrittura Industriale Collettiva, oltre ad aperitivi e le atmosfere dei dj-set di Biga/El Climatico e Organetta.

Illustrazione del flyer di Amalia Satizábal Posada

Tutto il programma QUI

articoli correlati

Dopo il contagio

di Alberto Brodesco
Entrare in un cinema, salire in cabina di proiezione, far partire Woodstock, sedersi in poltrona e guardare il film da unico spettatore in sala.

Una passeggiata ad Avalon

di Francesca Matteoni
La magia del nome Avalon evoca la visione di una terra perduta; un meleto incantato; un territorio della Dea, essenza trasformatrice del mondo. Ne è via d’accesso...

L’Anno del Fuoco Segreto: Foresta d’Ali

L'Anno del Fuoco Segreto di Edoardo Rialti e Dario Valentini Suonando invisibile per il giovane Ferdinando che si aggira sulla spiaggia...

Diario d’autunno. Poesie, alberi, animali

di Francesca Matteoni Nel mese di agosto ho cambiato casa e vita. Le prime settimane sono state occupate dal trasloco...

Testimone di passaggio

di Francesca Matteoni Come suona il presente? Forse come uno spettro, che mentre lo guardiamo è già altrove, una fotografia...

Scrivere la natura. Note su Antropologia del turchese

di Francesca Matteoni Negli ultimi mesi mi sono trovata, per scelta e destino, in vari sensi spaesata, ovvero ho perso...
francesca matteonihttp://orso-polare.blogspot.com
Sono nata nel 1975. Curo laboratori di tarocchi intuitivi e poesia e racconto fiabe. Fra i miei libri di poesia: Artico (Crocetti 2005), Tam Lin e altre poesie (Transeuropa 2010), Acquabuia (Aragno 2014). Ho pubblicato un romanzo, Tutti gli altri (Tunué, 2014). Come ricercatrice in storia ho pubblicato questi libri: Il famiglio della strega. Sangue e stregoneria nell’Inghilterra moderna (Aras 2014) e, con il professor Owen Davies, Executing Magic in the Modern Era: Criminal Bodies and the Gallows in Popular Medicine (Palgrave, 2017). I miei ultimi libri sono il saggio Dal Matto al Mondo. Viaggio poetico nei tarocchi (effequ, 2019), il testo di poesia Libro di Hor con immagini di Ginevra Ballati (Vydia, 2019), e un mio saggio nel libro La scommessa psichedelica (Quodlibet 2020) a cura di Federico di Vita. Il mio ripostiglio si trova qui: http://orso-polare.blogspot.com/