100 Locandine d’artista alla Camera Verde

Il Centro Culturale LA CAMERA VERDE

presenta

JEU D’ŒUF: Pour violer les solutions régulières il faudrait bien naître

a cura di
Giovanni Andrea Semerano

Sabato 31 ottobre 2009 – Roma
dalle ore 18.00 alle ore 21.00
nell’ambito del decennale del Centro Culturale La Camera Verde
vengono presentate le prime cento Locandine d’Artista

Gli artisti:

Massimo Antonelli, Alfredo Anzellini, Franco Belsole, Patrizia Bianchi, Teresa Bianchi, Gherardo Bortolotti, Alessandro Broggi, Maristella Campolunghi, Ilaria Canobbio, Emanuela Carone, Paola Ceci, Biagio Cepollaro, Cristina Cerminara, Paloma Chaparro, Charles Chaplin, René Clair, Barbara Coacci, Gianni Cortellessa, Giovanni Cozzani, Mario Cusimano, Pietro D’Agostino, Robert-Henry Daniels, Elisa Davoglio, Alessandro De Francesco, Riccardo De Gennaro, Tiziana de Novellis, Gerardo Di Fabrizio, Dario Di Lernia, Peter Dimpflmeier, Marcel Duchamp, Stefania Errore, Francesco Forlani, Luigi Francini, Massimo Fusaro, Florinda Fusco, Marco Giovenale, Élise Gruau, Matias Guerra, Andrea Inglese, Éric Keller, Rudolf Koppit, Giuliana Laportella, Claudio Laureti, Giacomo Leopardi, Franco Mancini, Pierre Martin, Giulio Marzaioli, Grazia Menna, Giuliano Mesa, Michele Miglionico, Mauro Molinari, Renata Morresi, Gabriele Morrione, Gianni Nigro, Andrea Pacioni, Marco Perri, Cesare Quinto, Davide Racca, Andrea Raos, Man Ray, Joe Ross, Roberto Rossellini, Marcello Sambati, Romano Sambati, Jennifer Scappettone, Antonio Semerano, Manuela Sica, Marco Benvenuto Sinfisi, Isabelle Spiessert, Ilirjana Stringa, Zeno Tentella, Luigi Toni, Mauro Trolese, Paul Vangelisti, Sara Ventroni, Francesca Vitale, Michele Zaffarano

Centro Culturale
LA CAMERA VERDE
via Giovanni Miani 20, 20/a, 20/b
00154 Roma
cell.: 340 5263877
e-mail: lacameraverde@tiscali.it
www.lacameraverde.com

andrea inglese

Andrea Inglese (1967) originario di Milano, vive nei pressi di Parigi. È uno scrittore e traduttore. È stato docente di filosofia al liceo e ha insegnato per alcuni anni letteratura e lingua italiana all’Università di Paris III. Ha pubblicato uno studio di teoria del romanzo L’eroe segreto. Il personaggio nella modernità dalla confessione al solipsismo (2003) e la raccolta di saggi La confusione è ancella della menzogna per l’editore digitale Quintadicopertina (2012). Ha scritto saggi di teoria e critica letteraria, due libri di prose per La Camera Verde (Prati / Pelouses, 2007 e Quando Kubrick inventò la fantascienza, 2011) e sette libri di poesia, l’ultimo dei quali, Lettere alla Reinserzione Culturale del Disoccupato, è apparso in edizione italiana (Italic Pequod, 2013), francese (NOUS, 2013) e inglese (Patrician Press, 2017). Nel 2016, ha pubblicato per Ponte alle Grazie il suo primo romanzo, Parigi è un desiderio (Premio Bridge 2017). Nella collana “Autoriale”, curata da Biagio Cepollaro, è uscita Un’autoantologia Poesie e prose 1998-2016 (Dot.Com Press, 2017). Ha curato l’antologia del poeta francese Jean-Jacques Viton, Il commento definitivo. Poesie 1984-2008 (Metauro, 2009). È uno dei membri fondatori del blog letterario Nazione Indiana. È nel comitato di redazione di alfabeta2. È il curatore del progetto Descrizione del mondo (www.descrizionedelmondo.it), per un’installazione collettiva di testi, suoni & immagini. 

Tags:

  11 comments for “100 Locandine d’artista alla Camera Verde

  1. véronique vergé
    29 ottobre 2009 at 15:21

    Complimenti agli artisti***
    Mille stelle per voi.

    Un bonjour affectueux.

    Il titolo è enigmatico.

    Virgile ? Freud ? ( naître, création, spiritisme con la presenza di Giacomo Leopardi, per esempio).

    Non ho la chiave e sono curiosa.

  2. Marco Giovenale
    29 ottobre 2009 at 17:20

    Emilio Villa
    :-)

  3. max rizzante
    30 ottobre 2009 at 08:56

    Se Giovanni Andrea Semerano non esistesse bisognerebbe inventarlo.
    Ma c’è, uno e trino.
    I miei auguri per il decennale

  4. 30 ottobre 2009 at 12:09

    Grazie a tutti coloro che si sono posti in sintonia con il cuore della Camera pulsante…Perchè è questa sintonia che moltiplica il miracolo…
    Biagio Cepollaro

  5. Fabio Teti
    30 ottobre 2009 at 12:29

    Che peccato mancare. Un forte augurio a tutti

  6. Yanez de Gomera
    31 ottobre 2009 at 11:01

    La Camera Verde: un posto dove i libri si fanno ancora “a mano”.
    (e con il cuore)
    :)

  7. véronique vergé
    31 ottobre 2009 at 11:37

    Vero, Yanez, i libri sono fatti, creati a mano.
    C’è un arte, un ambiente diverso.
    Libri che hanno bellezza, possono tenire nel mano,
    di una qualità straordinaria.

    Bella serata a tutti. Spero un “racconto” della sera.

  8. francesco forlani
    31 ottobre 2009 at 11:52

    errata corrige
    libri fatti a manovella!!
    grande camera verde
    forse sorpresa tonight
    effeffe

  9. véronique vergé
    31 ottobre 2009 at 11:58

    a mano vela per viaggiare :-)

  10. véronique vergé
    31 ottobre 2009 at 11:58

    a mano vela per viaggiare :-)

  11. 31 ottobre 2009 at 14:52

    Felice, ho tenuto in mano il libro di Furlen ed é un piccolo grande capolavoro.
    (effeffe, sono qui con Riccardo che ha letto il tuo nome tra i commenti ed ha detto “ma quello é zio Furlen!?”, un abbraccio da qui)
    a vele piene…

Comments are closed.