L’esplorazione della vicinanza – Majorino & Inglese

9 novembre 2010
Pubblicato da

Milano sabato 13 novembre

ore 17

Libreria Feltrinelli di via Manzoni

Giancarlo Majorino

presenta:

Poesia come esplorazione della vicinanza

Letture di Andrea Inglese

°

Da sempre dentro un’antica meccanica

che non dà tregua e colma il tempo,

cresciuta con i dolori e la spina dorsale,

dipanando dal nulla verso gli anni a venire

subito raschiati per nude pareti di nuovo,

togliendo ogni arredo, ogni orma dal passo,

un salto che comincia ad ogni istante

(da La distrazione)

Tag: , , , ,

2 Responses to L’esplorazione della vicinanza – Majorino & Inglese

  1. véronique vergé il 10 novembre 2010 alle 11:46

    AUGURI!

    La poesia è sempre nella vicinanza della esperienza umana,
    il tempo, arredamento della nostra vita
    o assenza d’arredamento,
    con nessuna casa ( dalla mia parte), la spina dorsale e i dolori
    o la vita con muri in rovina, i muri dell’altro tempo.
    Andrea Inglese evoca la partenza di nuovo,
    l’immagino, ma non con tanti muri semi distrutti,
    dunque, vedi questa poesia mi parla, ha un punto sensibili.

  2. f u t u r o s e m p l i c e – Nazione Indiana il 25 novembre 2010 alle 07:01

    […] parte che sembra assai diversa mi arriva un rimando a Futuro semplice: Giancarlo Majorino, parlando qui della poesia di Andrea Inglese usava l’espressione “esplorazione della vicinanza”, e […]



indiani