ballata della crepa (o dell’onestà)

28 settembre 2017
Pubblicato da

di Francesca Genti

canto Kālī canto la crepa
che fa più ornata la porcellana
che fa pregiata la slogatura
che rende la caduta umana

canto l’errore e il disonore
canto ciò che non è edificante
canto la crepa che rende brillante
la giornata senza sole

il vortice canto e la big babol
l’energia di quella che vola
l’allegria di quella che scoppia
la risata che colora

la caduta e l’ipocondria
e ogni tipo di bugia
(quella detta per ferire
quella detta per guarire)

canto la crepa della faccia
la ruga che vince la vanità
il capillare che si incrina
lo scacco matto alla regina

canto il disordine canto la crepa
canto la bimba che se ne frega
canto la bimba oca giuliva
che fa le bolle con la saliva

la carie canto lo zucchero filato
tutto quello che è esagerato
quello che c’è tra cielo e terra
tutti i segni della guerra

canto quello che si rompe
canto i cocci dopo la festa
la paura del dentista
e i suicidi dalla finestra

il terremoto il temporale
la buca la scala il vicolo cieco
canto la crepa sopra il soffitto
e il gradino su cui inciampare

canto Kālī canto la crepa
che fa preziosa la porcellana
che rende onore all’incrinatura
che ti fa bella che ti fa umana.

Tag: ,

9 Responses to ballata della crepa (o dell’onestà)

  1. sparz il 28 settembre 2017 alle 13:15

    brava Francesca, grazie, Ciao

  2. vincenzo il 28 settembre 2017 alle 23:14

    E se poi uno…crepa?

    • Francesca Genti il 29 settembre 2017 alle 07:28

      crepa cantando
      (come la capra) :)

      • anna giuba il 29 settembre 2017 alle 12:04

        sotto la panca, of course.

  3. anna giuba il 29 settembre 2017 alle 12:04

    Ehi, Francesca! Brava!

  4. Massimiliano il 16 ottobre 2017 alle 10:35

    Tu lo sai che sono innamorato di te

  5. Francesca Genti il 16 ottobre 2017 alle 14:53

    non lo sapevo, ma ora lo so



indiani