jamila mascat

60 articoli scritti
Jamila M.H. Mascat vive a Parigi e insegna presso il dipartimento di Cultural Studies dell'Università di Utrecht, in Olanda. Si occupa di filosofia politica e teoretica, marxismo contemporaneo, critica postcoloniale e teorie femministe. Nel 2011 ha pubblicato Hegel a Jena. La critica dell'astrazione. Ha co-curato Femministe a parole (2012); G.W.F. Hegel, Il bisogno di filosofia. 1801-1804 (2014); M. Tronti, Il demone della politica (2017); Hegel & Sons. Filosofie del riconoscimento (2019); The Object of Comedy. Philosophies and Performances (2020); A. Kuliscioff, The Monopoly of Man (2021).

Montanelli, noi, la storia

di Fabio Ciancone Il dibattito sulla vicenda che ha coinvolto la statua e, di conseguenza, la figura di Indro Montanelli...

Come stai? La cura ai tempi del coronavirus

di Eleonora Cugini   Come stai? La cura ai tempi del coronavirus In questa situazione di emergenza da contagio da coronavirus covid-19...

Femminismi da leggere

di Jamila Mascat     Quasi dieci anni, fa con Sabrina Marchetti, Vincenza Perilli e qualche dozzina di donne-compagne-studiose, ci siamo imbarcate...

Creare due, tre, molte Rosarno

  di Jamila Mascat* Su un muro dell’Ex-Opera Sila, un impianto industriale destinato alla trasformazione delle olive riconvertito nel tempo in...

Postcritica?

  di Francesca Tullii       Mariano Croce, Postcritica. Asignificanza, materia, affetti, Quodlibet, Macerata 2019. Alla ricerca di una linea di fuga dalla secca...

Carla Lonzi. Scacchi ragionati ma non troppo

di Jamila Mascat *** Compleanno Eppure è duro accettare che il tempo batta per secondi che il cammino si faccia un passo dietro l'altro, che...

What’s in a name? Romeo, Giulietta, Proust e l’insurrezione dei nomi

di Jamila Mascat Nella famosa “scena del balcone”, quella in cui Giulietta supplica Romeo di rinnegare per amore i propri...

La parallasse di Žižek

    di Davide Gatto Cosa significa teorizzare lo scarto di parallasse come “primo passo necessario verso la riabilitazione della filosofia del...

1968. Il maggio francese che cominciava a marzo

di Daniel Bensaïd   Alexandre Kojève, filosofo spregiudicato e carismatico interprete di Hegel, nonché – nell'immediato dopoguerra – consulente diplomatico del...