risultati della ricerca

Edoardo Sanguineti

se non hai trovato quello che cercavi prova con un altro termine

Edoardo Sanguineti e Andrea Zanzotto: storia di un tributo intermittente

  di Chiara Portesine Il dibattito con il Gruppo 63 affiora come un basso continuo nella maggior parte degli articoli letterari di Andrea Zanzotto, un...

Ritratto critico di Edoardo Sanguineti. Terza e ultima parte.

di Angelo Petrella 5. La poesia didattica di Sanguineti L’istanza allegorica e morale, a partire da un sostrato fortemente figurativo, solca tutte le sezioni de Il...

Ritratto critico di Edoardo Sanguineti. Seconda parte

di Angelo Petrella 3. Trilogia del saltimbanco Stracciafoglio (Feltrinelli, 1980) e Scartabello (Colombo, 1981), raccolte gemelle di quarantasette componimenti, costituiscono assieme a Cataletto una sorta di...

Ritratto critico di Edoardo Sanguineti. Prima parte

di Angelo Petrella 1. “Triperuno”: l’avanguardia e il suo superamento La prima raccolta poetica di Edoardo Sanguineti può ben essere accolta come metafora della personalità dell’autore:...

Blaterare sagacemente: un itinerario attraverso il “Faldone”

di Andrea Inglese Vincenzo Ostuni si nutre di varie e ben assimilate eredità del nostro Novecento. In questo, come in altri casi, risulta quindi poco...

EDOARDO SANGUINETI Mauritshuis [agosto 1986]

"C’è un gusto di non finito. Continua… Come non cominciano: cominciano tutte con la minuscola. I due punti, le parentesi e le virgole sono i tre strumenti più semplici con cui si può organizzare un testo."

1.
Jan Sanders van Hemessen

quella ragazza, tenera ma atletica, che mi schizza e mi spruzza, sputandomi gli

X ES

di Franco Buffoni alla mia ragazzina piaci, passero, che lei ci giuoca, e a te ti stringe al seno, e ti dà un dito, in punta,...

Fenomenologia di un atteggiamento diffuso

di Lorenzo Mecozzi mentre Giovanni declama, "Zanzi" va fuori tema, ed Edoardo mette lì un poema col cruciverba della settimana e i logaritmi della sera prima... La Corazzata Potemkin -...

Critica letteraria di nomi e cose

di Gilda Policastro Nomina sunt consequentia rerum. Se un critico rinuncia alla possibilità di parlare dei libri, o di riferirsi direttamente agli scrittori di cui...