inediti

Il cinema indipendentissimo di Dal Bosco

Pubblicato da
15 gennaio 2012

(Dopo aver presentato qui un episodio del suo recente lungometraggio “Apocalisse”, ho proposto a Francesco Dal Bosco di intervistarlo, e ha accettato. GS)

 

GS Come sei arrivato all’idea del tuo  “Apocalisse”?

FDB Qui a Trento, dove abito, mi capita di passare spesso in una zona “occupata” da vagabondi, senza casa, tossicodipendenti, alcolisti, anime abbandonate al...
Leggi il seguito »

L’arte è una bestialità. Una lettura de “I musicanti di Brema”

Pubblicato da
12 gennaio 2012
L’arte è una bestialità. Una lettura de “I musicanti di Brema”

di Azzurra D’Agostino

(Per il bicentenario della prima pubblicazione delle fiabe dei fratelli Grimm, ho chiesto ad alcune scrittrici e scrittori un pezzo sulla loro fiaba preferita, o quella che ricordano meglio, che hanno letto e ascoltato da piccoli oppure scoperto o riscoperto da adulti.…


Leggi il seguito »

Cantico di stasi / 2011

Pubblicato da
11 gennaio 2012

di Marina Pizzi

1.
in un ospizio di foglie
la pigrizia dell’angelo.
si secca la gioia di dio
pertugio di lacrime.
incline al giocondo arenile
balbetta d’eco la conchiglia.
in mano all’armonia dell’inguine
resta la giara senza l’olio santo
prosciugato dal resto del mondo.…


Leggi il seguito »

I delitti efferati (1 prosa comoda)

Pubblicato da
11 gennaio 2012

di Andrea Inglese

 Certo, i giornali molto parlavano di delitti, e codesti delitti erano non solo in aumento, ma pareva aumentare di giorno in giorno la loro efferatezza, mentre le vittime perduravano vittime, ostinatamente sprovvedute e docili. Quanto alla polizia, quando uno ne ha bisogno davvero per ragioni securitarie, mancano poi gli effettivi per ragioni di bilancio. Quindi non c’era da stare allegri. Chi aveva un bambino o una bambina, se li godeva finché poteva, notte e giorno, tenendoli sempre svegli, per via del delitto incombente, sempre nell’aria, e per via del carnefice, che ogni volta risultava essere una persona educata e puntuale nei pagamenti. Continua a leggere »

Vita complicata di un sopravvissuto

Pubblicato da
10 gennaio 2012
Vita complicata di un sopravvissuto

di Mauro Baldrati

L’altra sera al gruppo di psicodramma il sopravvissuto che è in me ha fatto una full immersion molto interessante nella cultura maggiore italiana alla moda.

Toccava a Lucia, di Trento, salire sul palcoscenico per il lavoro, cioè la rappresentazione del suo psicodramma.…


Leggi il seguito »

Nuovi autismi 12 – Requiem per la lettura

Pubblicato da
4 gennaio 2012
michaux-calligraphie

di Giacomo Sartori

La lettura è un’occupazione oltremodo faticosa, oltre che di comprovata inutilità sociale. Insomma, molto più faticosa di guardare per esempio nel vuoto, o di dormire, o di essere morti. Invece di oziare gli occhi devono mangiarsi interminabili file di parole e sputarle nel cervello.…


Leggi il seguito »

Una poesia di Johannes Bobrowski

Pubblicato da
31 dicembre 2011

traduzione di Davide Racca

STAI. PARLA. LA VOCE

Stai. Parla. Non la voce
che cantando,
no. L’altra, che abbatte
l’erba. L’insetto
serra le sue ali
in pieno volo,…


Leggi il seguito »

DUE PIEGHE E UN RITORNO

Pubblicato da
28 dicembre 2011

di Davide Nota

«Il Barocco non connota un’essenza, ma una funzione operativa, un tratto. Il Barocco produce di continuo pieghe. Il suo tratto distintivo è dato dalla piega che si prolunga all’infinito.» (Gilles Deleuze, La piega).

L’alternarsi di un metro classico composto di settenari, endecasillabi ed alessandrini può consentirci lo svolgimento potenzialmente infinito della piega.…


Leggi il seguito »

TRISTI CONFRONTI

Pubblicato da
26 dicembre 2011

di Franco Buffoni

Due notizie – naturalmente ignorate da Raiset – che contemporaneamente ci giungono da Australia ed Equador ci fanno ulteriormente toccare con mano il degrado civile e l’arretratezza politica in cui giace il nostro paese.
A Sydney il ministro australiano delle Finanze Penny Wong ha annunciato la nascita di una bambina dalla compagna...
Leggi il seguito »

Senza utopia

Pubblicato da
25 dicembre 2011
utopia

 Alessandro Broggi

a R.K.

Imprevedibili rimbalzi trarranno forza come processi di purificazione planetaria. Sfrenate manipolazioni delle loro attrattive si svolgeranno in assenza. Non esisteranno livelli di riferimento. Rappresentazioni astratte dell’abbondanza inghiottiranno immagini e confessioni. Come se nulla fosse convincente al di fuori di un’assoluta assenza di dettagli.…


Leggi il seguito »

Sulle ossa di Pasolini

Pubblicato da
19 dicembre 2011

di Alberto Sonego

Ho scelto il 4 dicembre, ho scelto un giorno qualunque.
Il forte vento della mattina, nel pomeriggio si placa, ed è possibile intravedere nell’aria gli odori dei piatti serviti caldi sulle tavole di quel lembo di terra dove vivo, tra Pordenone e Cordenons.…


Leggi il seguito »

Nuovi autismi 11 – La superiorità intrinseca di taluni critici letterari e di altri individui

Pubblicato da
17 dicembre 2011
Nuovi autismi 11 – La superiorità intrinseca di taluni critici letterari e di altri individui

di Giacomo Sartori

Talvolta le persone si credono superiori. Tu gli parli, e cerchi i loro occhi più o meno alla tua altezza, ma è evidente che loro ti guatano e ti parlano dall’alto di un loro elevato o anche elevatissimo piedestallo mentale.…


Leggi il seguito »

à Ma main: alcune note su Blaise Cendrars

Pubblicato da
14 dicembre 2011
390_1

di
Francesco Forlani1

alla mia amica Gabriella

Portare in...
Leggi il seguito »

UNA BATTAGLIA CULTURALE

Pubblicato da
12 dicembre 2011

di Franco Buffoni


In un post del 23 luglio scorso intitolato “IRC e Omofobia” (dove IRC sta per Insegnamento della Religione Cattolica) raccontavo di una studentessa diciassettenne di Ravenna che aveva preso posizione contro la sua insegnante di religione. Una volta saputo che la studentessa era lesbica, la docente aveva parlato in classe dell’omosessualità...
Leggi il seguito »

NUOVI INQUADERNATI 7.

Pubblicato da
11 dicembre 2011

VINCENZO FRUNGILLO

La fine di Lucrezio

“Sed ne mens ipsa necessum
intestinum habeat cunctis in rebus agendis
et devicta quasi cogatur ferre patique,
id facit exiguum clinamen principiorum
nec regione loci certa nec tempore certo”.

Finire non è uscire dalla vita,
ma è restare per sempre
nella sua scena madre,
è un difetto della vista,
che non...
Leggi il seguito »

Baci Scagliati Altrove

Pubblicato da
10 dicembre 2011
Baci Scagliati Altrove

di DaniMat
Sandro Veronesi, Baci Scagliati Altrove, pagine 184, Fandango.

“All’età di undici anni, Mete barattò un pallone di cuoio regolamentare, nuovo di zecca e completo di ago, con la carabina Flobert di un compagno di scuola”– questo inizio, folgorante, apre il racconto La furia dell’agnello, settimo dei...
Leggi il seguito »

UN DIALOGO AGLI INFERI

Pubblicato da
10 dicembre 2011

di Franco Buffoni

“Dopo una conversazione con Gabriele Pedullà”, racconta Valerio Magrelli nella nota conclusiva al suo ultimo libro in prosa, IL SESSANTOTTO REALIZZATO DA MEDIASET, pubblicato da Einaudi, “ho organizzato i materiali del presente volume ispirandomi all’opera di Maurice Joly, Dialogue aux Enfers entre Machiavel et Montesquieu, ou la politique de Machiavel au XIX...
Leggi il seguito »

l’amor tisico ai tempi di facebook [tracce 1/2]

Pubblicato da
9 dicembre 2011
l’amor tisico ai tempi di facebook [tracce 1/2]

di Gaetano Fiumi

Io sono rimasto quel moccioso con le grinze in faccia che si stira il maglione in una mossa nevrotica e volge lo sguardo lontano. Sembra un duro. Non lo sarà. Purtroppo. Crescendo non è cresciuto, continua a guardare lontano, ma si potesse allargare la vista si noterebbe che non c’è nulla...
Leggi il seguito »

Nuovi autismi 10 – La mia felice infanzia

Pubblicato da
7 dicembre 2011
Nuovi autismi 10 – La mia felice infanzia

di Giacomo Sartori

a Pauline De Margerie, editrice (in memoria)

Io sono nato senza un pezzetto, ma in fondo poteva andarmi ben peggio. A molti neonati mancano pezzi molto più grandi, o insomma i pezzi presenti funzionano da cani, sono già mezzo marci.…


Leggi il seguito »

anarco test

Pubblicato da
7 dicembre 2011
anarco test

di Paolo Morelli

Chi ha imparato a morire, ha disimparato a servire
Montaigne

1) Secondo voi, nell’attuale panorama geomentale dell’anarchia non è forse rimasto il meglio, l’anarchia non è oggi lo stato della mente di uno che dedica tutto se stesso, ci mette tutta l’energia, l’energia di una vita per un obiettivo che...
Leggi il seguito »

NUOVI INQUADERNATI 6.

Pubblicato da
4 dicembre 2011

MARCO SIMONELLI

Pretty Picture

Si sciolsero i Soft Cell nel millenovecentottantaquattro
e questo è confermabile, lo dice wikipedia, è un fatto vero
come è vero che il synth-pop negli anni ‘80 contendeva
le vette d’ hit-parade ad internazionali megalomani melodici
ed è vero come è vera la tequila, il lemon soda, il tuo bicchiere
uno schermo...
Leggi il seguito »

2 prose comode

Pubblicato da
30 novembre 2011
2 prose comode

di Andrea Inglese

La politica della pergamena

La pergamena era stata protetta da un circuito a doppia entrata. Giaceva come inavvertita sulla soglia del vestibolo, laddove i questuanti sessuali passavano e ripassavano con dita spellate e palpebre azzurre. Se qualcuno osava utilizzarla per stilare un osceno e disperato...
Leggi il seguito »

Roberto Baggio qui e altrove

Pubblicato da
30 novembre 2011
Roberto Baggio qui e altrove

Per arrivare a Coverciano si possono prendere due strade.…


Leggi il seguito »

Prose brevi

Pubblicato da
28 novembre 2011

di Jacopo Ramonda

CARICHI SPORGENTI (cut up n. 24)

A piedi, sotto una pioggia fine, cercavamo di camminare controcorrente nel fiume in piena di parole non dette. Per esplicitare tutti i significati di quel silenzio avremmo dovuto parlarne per un giorno intero.…


Leggi il seguito »

NUOVI INQUADERNATI 5.

Pubblicato da
27 novembre 2011

FABIO DONALISIO

(manifestino)

rivendico il diritto all’incostanza
alla linea interrotta al buco
alla danza
l’indisciplina come forma e sostanza
di una cosa poetica
violenta (e soprattutto non stanca)
rivendico oltre un noi o un loro
voto vita contro lavoro

(che poeta è, mal e detto, destino…


Leggi il seguito »

Il fondo del bicchiere

Pubblicato da
27 novembre 2011
Il fondo del bicchiere

di Marco Candida

Quella notte tornammo a casa dal Cowboy Landscape di Voghera con almeno sei o sette litri di birra in due – e questo significa che almeno tre quarti di quei litri riempivano la mia, di pancia. Laurina è quella della coppia che ci dà un occhio a queste cose, ci...
Leggi il seguito »

Un altro sogno di Madeleine

Pubblicato da
22 novembre 2011

di Marco Rovelli

);" target="_blank">Madeleine dorme di Sarah Shun-lien Bynum fino al punto in cui la protagonista si addormenta, per poi provare a continuare da lì. Questo è il sogno che ho scritto.…


Leggi il seguito »