Poeti all’ultima spiaggia

5 maggio 2008
Pubblicato da

giorgiodicostanzo.jpeg

iglesfurlen-1.jpg

Fotoromanza (one)
iglesfurlen.jpg

fotoromanza (two)

Tag: , , , ,

24 Responses to Poeti all’ultima spiaggia

  1. linutile il 5 maggio 2008 alle 20:42

    anche questa volta noi (nel numero di due) ci saremo!!!
    e, come l’altra volta….chi se lo perde!

    saludos

  2. monom il 6 maggio 2008 alle 06:35

    PERSONAGGI ANNI ’80

    Piace al poeta
    l’abietto arco dell’alba
    e osanna al Sole

    Achille sembra
    : una pazienza assurda l’attanaglia
    e col dito indica le nervature dell’acqua

    Un altro la percuote con acrimonia
    : crisalide
    vuole cambiare l’oscenità della sua veste
    e cerca sale per i suoi cibi

    Un terzo
    : né fauno né ninfa
    cerca coniugando verbi
    e resta nell’acqua

    perduta la pelle

    *

    Un omaggio ai poeti di terra da un poeta di mare che stasera non potrà essere nell’Isola per ascoltarli.

  3. véronique vergé il 6 maggio 2008 alle 08:19

    Auguri.

    ô vorrei entrare nel mare. Sogno del mare: si dimentica tutto nel acqua.
    Tu ritrovi il tuo corpo, solo momento per me di grazia nel corpo.
    Ti ritrovi l’anima dell’infanzia e la leggerezza: l’innocenza del piacere.

    Dunque auguri e felicità nel mare.

  4. Bartolomeo Di Monaco il 6 maggio 2008 alle 08:44

    Un bravo all’organizzatore Giorgio Di Costanzo.
    Invidio la serata.

    Bart

  5. franz krauspenhaar il 6 maggio 2008 alle 09:18

    Un augurio a Di Costanzo di continuare ad avere a che fare con poeti vivi…:-)

  6. 8avio il 6 maggio 2008 alle 10:35

    siete bellissimi, vir ò mar e i poet comm’ sò bell!

  7. franz krauspenhaar il 6 maggio 2008 alle 12:35

    Kapitan Findus e Kala Trinketto.

  8. gianni biondillo il 6 maggio 2008 alle 14:36

    ma perché tenete in dentro la pancetta? ;-)

  9. Nunzio Festa il 6 maggio 2008 alle 18:22

    buona performance, belle letture!

    b!

    Nunzio Festa

  10. Faviv il 6 maggio 2008 alle 23:34

    Discreto Inglese… Ma non potevate farla dove l’acqua è più bassa?!?

  11. Ermengarda Tramp il 7 maggio 2008 alle 00:26

    Possiamo avere, logicamente pagando, la versione V.M. 18.

  12. Alcor il 7 maggio 2008 alle 09:46

    Ma non li aveva definiti “poetessi”?
    Che è successo?

  13. véronique vergé il 7 maggio 2008 alle 17:50

    Dimmi effeffe, si sei uscito del mare, se hai ricevuto il romanzo. in questo momento ho problema con la posta dalla Francia all’estero. ( è partito con poste prioritaire). Spero che l’hai ricevuto.
    Leggere la repubblica nel mare, non l’ho mai fatto: come sono “invidiosa”! iL mare nel norte della Francie è troppo freddo : non posso fare un bagno: ma c’è sole!

  14. furlen il 7 maggio 2008 alle 19:19

    Verò abbiamo a lungo parlato di te a Ischia con Maria Valente e Iglesia. sono appena arrivato a torino e mi ha accolto la copia che mi hai spedito. sei un angelo!!!
    effeffe

  15. franco scelsit il 7 maggio 2008 alle 21:03

    di costanzo nudo!

  16. maria v il 8 maggio 2008 alle 11:42

    granissima performance di iglés – furlenza al megafono con coinvolgimento di piazza e balconi e sedie, bambini e cani che rispondevano al ritmo di oh yeah! ;-)
    grandissimi i ragazzi de linutile, la resistenza serpeggia con movimento tellurico anche alla federico II, pronta ad esplodere e già solo per questo bisogna innalzar loro un monumento ;-)
    onoratissima di conoscere dal vivo un pezzo di storia in cammino quale Giorgio Di Costanzo, che dall’infernet si è convertito alla stagione dell’amore per Nazione Indiana, con tanto di pubblicità ed elenco dei redattori e meriti di ciascuno di voi, direi che è stata lui la special guest
    ;-)

  17. véronique verge il 8 maggio 2008 alle 18:17

    effeffe,

    Allora sono rassicurata, è un libro che dà al ricordo dell’infanzia (Napoli) una alone leggendario: è il punto mitico di una vita viaggiatrice.
    Se avete parlato di me, è perche nello stesso momento pensavo all’incontro, sognavo il paesaggio, il mare che mi manca: o tu fai parte della terra o del mare: non è un scelto, è un vincolo naturale, innato.
    Grazie per la risposta.

    Maria,

    Tu hai fatto il ritratto perfetto: posso immaginare e gustare un po’ l’ambiente.
    Buona serata a te e baci.

  18. véronique verge il 8 maggio 2008 alle 18:19

    volevo dire uno scelto, perché

  19. epi curo il 10 maggio 2008 alle 20:45

    è chiaramente new italian epic.

  20. linutile il 13 maggio 2008 alle 14:07

    guardate un po’ qui…

    http://www.flickr.com/photos/linutile/

    [vi ho spostato il link così diventa attivo, belle foto, ciao! – jan]

  21. véronique vergé il 14 maggio 2008 alle 10:28

    Le foto sono magnifiche. Sono lieta di vedere belli volti amichevoli.
    Grazie a Linutile e a Jan

  22. véronique il 14 maggio 2008 alle 14:13

    E’ la limpidezza dell’amicizia venuta accarezzare i volti. Si sente la dolcezza delle notte marittima, il momenti condivisa tra lettura e bicchieri.
    Spunta la tristezza di non essere con voi.
    La prossima volta, saro con voi, mi faccio la promessa.

  23. maria v il 14 maggio 2008 alle 19:33

    grazie ragà, di tutto…anche se nelle foto mi smebro un mostro, giuro che non mi divertivo così da non so più quanto tempo… ed è esattamente quello che avete immortalato …sì, véronique, la prossima volta proprio non puoi mancare ;-)

    un abbraccione collettivo

  24. véronique vergé il 15 maggio 2008 alle 15:48

    Che dice Maria?

    Le mie foto preferita è la foto di te con il gruppo, e di te e effeffe: due carini gattini.

    Ciao, ciao.



indiani