Photoshoperò#40 – “Arbeit macht frei”

Print Friendly, PDF & Email

16 Commenti

  1. Mi fa emozione questo fotoshopera,
    grazie per l’accenno a una notizia
    che ieri mi ha gelato il sangue e ha portato
    in tutta memoria orrore.

    Penso che è un privilegio avere
    un lavoro che dà felicità, anche se
    non è nel paese scelto (effeffe tu capisci
    quello che voglio dire), purtroppo
    il lavoro spesso non dà dignità all’uomo
    che lavora.

    Un post che fa riflettere sul
    mondo d’ieri e di oggi.

  2. assolutamente nat! prendiamo il piccio-tto con due fave. e poi, a proposito di arbeit, quale terra più travagliata e faticante della siculia… riportiamoci lo effeffe!

  3. Ci avrei quasi giurato che finiva così…con la targa trovata in possesso della manovalanza del ramo illegale, destinata probabilmente a qualche business man dell’Est col desiderio di investire i suoi averi in qualcosa di davvero unico, con cui stupire i suoi partner in affari. Arbeit macht frei, se lo ripeteranno i nostri lavoratori del crimine in galera…

  4. una domanda, helena. la scritta è stata tagliata in cinque. immaginando che le cinque parti siano uguali qual è il risultato che danno le sillabe separate? ne viene fuori una frase diversa? effeffe

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

Limina moralia: Boris Vian

di Francesco Forlani
Trent`anni prima che Romain Gary si prendesse gioco della società delle lettere francesi, pubblicando il capolavoro La Vie devant soi, sotto falso nome e premio vero, il Goncourt, a Boris Vian il colpo era riuscito con un cocktail esplosivo di politica e pornografia.

Mots-clés__Compleanno

di Elisabetta Abignente
Arrivò il suo compleanno, e Luciano notò come fosse sempre più numerosa la schiera di enti e istituti che ne celebravano l’occorrenza, con una proporzione inversa rispetto alle persona a cui poteva attribuire un volto.

Limina moralia: Charles Dickens

di Francesco Forlani
L’universo descritto in ogni suo minimo dettaglio di personaggi secondari, figuranti smarriti nella nuova civiltà del mercato globale, una catastrofe polifonica che soltanto la visione catartica del romanzo può contenere grazie a un potente gioco di specchi e di sguardi.

Il cielo sotto Parigi

di Francesco Forlani
Progetto di un romanzo a puntate sulla vita sotterranea e periferica a Parigi.

Limina moralia: Anna Maria Ortese

di Francesco Forlani
Da qualche mese sto collaborando con Limina Rivista, un drappello di giovani intellettuali, tra l'altro presenti in una recente e felice incursione indiana alla Libreria Popolare di via Tadino, a Milano.

Ridicolizzare Putin

di Edoardo Pisani
Nel compendio a Storia della Russia di Nicholas V. Riasanovsky, Sergio Romano scrive che nei primi anni Novanta ci si domandava quali conseguenze avrebbe avuto la morte dell’Urss sulla situazione politica mondiale
francesco forlani
Vivo e lavoro a Parigi. Fondatore delle riviste internazionali Paso Doble e Sud, collaboratore dell’Atelier du Roman . Attualmente direttore artistico della rivista italo-francese Focus-in. Spettacoli teatrali: Do you remember revolution, Patrioska, Cave canem, Zazà et tuti l’ati sturiellet, Miss Take. È redattore del blog letterario Nazione Indiana e gioca nella nazionale di calcio scrittori Osvaldo Soriano Football Club, Era l’anno dei mondiali e Racconti in bottiglia (Rizzoli/Corriere della Sera). Métromorphoses, Autoreverse, Blu di Prussia, Manifesto del Comunista Dandy, Le Chat Noir, Manhattan Experiment, 1997 Fuga da New York, edizioni La Camera Verde, Chiunque cerca chiunque, Il peso del Ciao, Parigi, senza passare dal via, Il manifesto del comunista dandy, Peli, Penultimi, Par-delà la forêt. , L'estate corsa   Traduttore dal francese, L'insegnamento dell'ignoranza di Jean-Claude Michéa, Immediatamente di Dominique De Roux
Print Friendly, PDF & Email
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: