Articoli con tag ‘ Biagio Cepollaro ’

Davide Vargas: Il bene comune

Pubblicato da
1
2 luglio 2015
Davide Vargas: Il bene comune

1. confini

 

Confini. Uno dentro l’altro.

Terra di confine. Il lotto sul confine di tre comuni contigui. La struttura sul confine del lotto. Residuale. A ridosso di due noci floridi. Necessari a fare schermo alle impurità.

Una zattera triangolare nel vuoto scabro.…


Leggi il seguito »

Un collage e otto poesie di Eugenio Lucrezi da NIMBUS + due disegni di Paola Nasti

Pubblicato da
13
25 giugno 2015
Un collage e otto poesie di Eugenio Lucrezi da NIMBUS + due disegni di Paola Nasti

#

Turner alla Tate Britain

In un punto centrale del tragitto

tra il molle autoritratto a ventiquattro

anni e la maschera secca che lo ferma

morto anni dopo e dopo molti venti,

nebbie e tempeste, un acquarello

ritrae due tinche, un persico e una trota

composte in lieto stile e in armonia

di cose morte che sono state vive.…


Leggi il seguito »

‘O Strega: una cinquina che è un terno al lotto

Pubblicato da
10 giugno 2015
‘O Strega: una cinquina che è un terno al lotto

di

effeffe

(nelle foto i maestri Biagio Cepollaro e Giorgio Mascitelli rilanciano la bottiglia e l’idea del premio VoV)

Questa sera, a una certa ora, la sporca dozzina dei selezionati allo Strega ripulita sarà di sette per lasciare dentro i cinque.…


Leggi il seguito »

Giovanna Marmo da “Oltre i titoli di coda”

Pubblicato da
8 giugno 2015
Giovanna Marmo da “Oltre i titoli di coda”

 

Il palco destinato

Sono qui e sono armata.

Gli elicotteri sbucano dall’oscurità, lampi di luce

squarciano la scena, ma voi non potete vedermi

bene, l’ombra mi copre il viso.

Sono ricoperta di peli bagnati

e alghe umide, odoro di animale imbalsamato.…


Leggi il seguito »

Biagio Cepollaro, Per moti di dire e Ballata postmediale (1995)

Pubblicato da
25 maggio 2015
Biagio Cepollaro, Per moti di dire e Ballata postmediale (1995)

 

Per moti di dire (1995)

un moto a dire

un moto a dire è sempre l’inizio del verso

ma ora che ovunque è perso il mondo a dire

scrive lo scriba per moti di fatto moti cioè

dal gran mondo di dire sparsi e ridotti a nulla

o fatti

è moto di fatto la rivolta anche se incerta

resta e locale...
Leggi il seguito »

Carmen Gallo: Paura degli occhi

Pubblicato da
22 maggio 2015
Carmen Gallo: Paura degli occhi

Come avere paura degli occhi
come sapere che tutte le bocche
professeranno il falso
e per prima la tua
dirà cose che non vuole
vedrà cose che non sa
ma il vero più del falso
resta nelle parole che non riconosco
perché non hanno la tua forma
la calce bianca dei tuoi sensiLeggi il seguito »

Non possiamo abituarci a morire. Per Luigi Di Ruscio

Pubblicato da
8 aprile 2015
Non possiamo abituarci a morire. Per Luigi Di Ruscio

Scriviamolo sui muri, la resistenza è ancora possibile, l’urgenza delle parole si frapponga fra noi e il resto.

La sconfitta non è definitiva, la speranza è tutta nella nostra capacità di ridere.

L.Di Ruscio

 

NON POSSIAMO ABITUARCI A MORIRE

( Festa-tributo-incontro sull’opera di Luigi Di ruscio )

A partire dall’opera di questo grande scrittore e poeta,  attraverso la...
Leggi il seguito »

Le latitudini delle braccia

Pubblicato da
23 marzo 2015
Le latitudini delle braccia

di Nino Iacovella

POLAROID
(Scatto di prova)

Hai forse dimenticato le braccia
da qualche parte, in questa città,
dove puoi vedere ancora il fumo
denso dell’esplosione. Vedi, tutto
si compie all’altezza di un cielo
irraggiungibile. Eppure volevi
afferrarlo quel momento di cielo,
così, con la tua mano distaccata
da tutto il resto, un corpo ricaduto
a...
Leggi il seguito »

La curva del giorno nel giardino distopico

Pubblicato da
17 marzo 2015
La curva del giorno nel giardino distopico

Spazio Ostrakon

via Pastrengo 15 Milano

LA CURVA DEL GIORNO NEL GIARDINO DISTOPICO Reading di Biagio Cepollaro  il 19 marzo 2015 ore 19.00

innestato nella mostra del botanico artista Emanuele Magri

Caro Emanuele,

sto immaginando La mia curva del giorno nel tuo Giardino distopico.Potrebbe essere un ulteriore innesto e trapianto la lettura dei versi all’interno della mostra e...
Leggi il seguito »

LIBERA OCCUPAZIONE POETICA – 21 marzo a Torino

Pubblicato da
9 marzo 2015
LIBERA OCCUPAZIONE POETICA  – 21 marzo a Torino

L’Unione Culturale Franco Antonicelli organizza le prime iniziative culturali
del progetto Liberazioni del nuovo Polo del 900

LIBERA OCCUPAZIONE POETICA
La giornata mondiale della poesia all’Unione Culturale
Sabato 21 marzo 2015
Via Cesare Battisti, 4/b – Torino
(ingresso libero e gratuito)

⇓⇓⇓…


Leggi il seguito »

Da Versi Nuovi (2004). Terza parte

Pubblicato da
9 marzo 2015
Da Versi Nuovi (2004). Terza parte

di  Biagio Cepollaro

Da Nel tempo e dietro  (2001)

ma come sorriso che risale
a galla vieni da noi
dal fondo dell’onda più alta
non come pensiero

che ciò che oggi desideriamo
è uscire un poco dall’ignoranza

e per questo chiniamo la testa
e per questo chiniamo la testa

 

I (il tempo,...
Leggi il seguito »

Da Versi Nuovi (2004). Seconda parte

Pubblicato da
2 marzo 2015
Da Versi Nuovi (2004). Seconda parte

di Biagio Cepollaro


DOPO DUE ANNI (2000)

i cieli e la terra sono pieni della tua gloria

suonava così nel tempio e mi trovavo lì
per starmene un po’in pace e per vedere come in altra
lingua si dicesse quel sapore
vivido
di mattina di maggio quando a fondo radendo
la barba un poco ci si rinnova...
Leggi il seguito »

Da Versi Nuovi (2004). Prima parte.

Pubblicato da
26 febbraio 2015
Da Versi Nuovi (2004). Prima parte.

di Biagio Cepollaro

L’HO VISTA ANCORA  (1998)

l’ho vista ancora distesa la linea bella e dritta

del mare e lo stupore pensando al vivo e non

ostante confusione immessa dall’odio dall’olio nostro

bisogna solo dimenticare               staccare d’un colpo

la spina

vent’anni a mettere mattoni a credere edificare fosse aggiungere

sommità                        vent’anni dentro

l’idea

dell’alto e del basso         a misurare il fatto col da fare

cosa faccio...
Leggi il seguito »

Opere e omissioni

Pubblicato da
10 febbraio 2015
Opere e omissioni

di Davide Vargas

 

Alessandro Mendini ha definito Davide Vargas un “letterato architetto”.

Il libro Opere e Omissioni è un viaggio attraverso trenta anni di lavoro fatto di progetti disegni libri e scritture. Una sorta di confronto faccia a faccia con la propria autobiografia personale.…


Leggi il seguito »

Portarsi avanti con gli addii

Pubblicato da
2 febbraio 2015
Portarsi avanti con gli addii

di Francesco Tomada

Da L’infanzia vista da qui (Sottomondo, 2005)

 

Nelle campagne dietro Cormons

Quanta limpidezza d’aria che c’è oggi

se lo sguardo ha spazio siamo tutti viaggiatori

bastano i filari delle viti come rotta

e le scie di aerei a sostenere il cielo

 

 

Impercezione

Dormi e il tuo corpo si fa sottile

come un quadrifoglio tra le pagine

e non è...
Leggi il seguito »

La poesia di Gianni Toti

Pubblicato da
22 gennaio 2015
La poesia di Gianni Toti

 

 

di Silvia Moretti

  Totilogia – Involatura sulla poesia di Gianni Toti

   [dia•foria/ n. 11
   Edizioni Cinquemarzo, settembre 2014

1. Era l’autunno del 2011. Il «Sole 24 Ore»lanciava un sondaggio con la complicità della casa editrice Mondadori: a quali autori del Secondo Novecento dedicare un Meridiano?…


Leggi il seguito »

Da Lettere dal mondo offeso, Christian Tito – Luigi Di Ruscio

Pubblicato da
20 gennaio 2015
Da Lettere dal mondo offeso, Christian Tito – Luigi Di Ruscio

 

di Christian Tito

Voi lettori di poesie non scoraggiatevi, la ricerca sarà premiata, è necessario il lavoro di ogni giorno perché quello che più amiamo sopravviva.

Ho poche cose da raccomandarvi, l’amore per gli uomini innanzitutto.

Nonostante gli strazi vedo a volte segnali di un’umanità non totalmente brutalizzata.…


Leggi il seguito »

Biagio Cepollaro, undici poesie da La curva del giorno

Pubblicato da
29 dicembre 2014

di Biagio Cepollaro

*
il corpo scrive il suo poema e lo fa a giornate
questa è la sua scansione accordata al pianeta
e alle stelle che gli coprono il sonno
ogni mattina prova a riprendere dove
di sera aveva lasciato talvolta aspetta
che asciughi talvolta mescola e sovrappone

 

*

il corpo cresciuto su se stesso per...
Leggi il seguito »

Considerazioni circa una poetica della relazione

Pubblicato da
11 dicembre 2014
Considerazioni circa una poetica della relazione

di Vincenzo Frungillo

La critica è fatta di singole sensibilità letterarie che riescono ad ampliare la visione dei lettori.…


Leggi il seguito »

Parabol(ich)e dell’ultimo giorno – Per Emilio Villa

Pubblicato da
4 dicembre 2014
Parabol(ich)e dell’ultimo giorno – Per Emilio Villa

di Enzo Campi

(Una serata di Tu se sai dire dillo  2014 è stata dedicata ad Emilio Villa, qui l’intervento di Enzo Campi che ne è stato curatore.B.C.)

Emilio Villa è nato nel 1914 ed è venuto a mancare nel 2003.…


Leggi il seguito »

Sulla flebile abissale differenza tra dire e scrivere

Pubblicato da
2 dicembre 2014
Sulla flebile abissale differenza tra dire e scrivere

di Pino Tripodi

 

 

 

 

 

 

 

Un tempo si usava dire scrivo perché ho qualcosa da dire.…


Leggi il seguito »

In realtà, la poesia: critica da un blog

Pubblicato da
25 novembre 2014
In realtà, la poesia: critica da un blog

di Lorenzo Mari

.[L’intervento di Lorenzo Mari segue quello di Luigi Bosco a proposito della critica letteraria e consiste in uno sviluppo di quanto detto nella serata dedicata a questo tema nell’ambito della rassegna milanese  Tu se sai dire dillo 2014. …


Leggi il seguito »

Il gesto critico

Pubblicato da
18 novembre 2014
Il gesto critico

 

di Luigi Bosco 

“Tu se sai dire, dillo”: un invito – aperto, generoso, accogliente; ma anche una preghiera – una supplica, quasi una implorazione.…


Leggi il seguito »

Note per una critica futura

Pubblicato da
13 novembre 2014
Note per una critica futura

di Biagio Cepollaro

[Nel 2006 scrissi alcune note nell’intento di mettere a fuoco ciò che per me era l’atto della critica come atto di lettura. Sono apparse poi sulla rivista Atelier, Numero 46, giugno 2007.Tale scritto ha dato  il titolo ai Quaderni di critica letteraria che curai con Andrea Inglese tra il 2007 e...
Leggi il seguito »

Giuliano Mesa: Nunc stans

Pubblicato da
23 ottobre 2014
Giuliano Mesa: Nunc stans

di Biagio Cepollaro

Pubblico qui la parte iniziale di Nunc stans. poemetto di Giuliano Mesa che lessi nell’ ambito della rassegna Tu se sai dire dillo 2014. Una prima documentazione di quella rassegna, a proposito di Paola Febbraro, si può leggere qui.


Leggi il seguito »

Fortemente intrecciare terra e cielo: Paola Febbraro

Pubblicato da
21 ottobre 2014
Fortemente intrecciare terra e cielo: Paola Febbraro

di Viola Amarelli

Paola Febbraro

[ Comincio qui a documentare per appunti gli incontri della rassegna di Tu se sai dire dillo 2014. Una della serate era dedicata alla poetessa prematuramente scomparsa Paola Febbraro (1956-2008). Grazie a lei, tra l’altro, mi era stato possibile pubblicare nel 2006 un inedito di Amelia Rosselli, Lezione...
Leggi il seguito »

Dieci (piccoli) nuovi indiani

Pubblicato da
9 ottobre 2014

diecipiccoliindiani

Care lettrici e cari lettori,

siamo lieti di condividere con voi una grande novità. Ci stiamo moltiplicando, anzi ci siamo già moltiplicati. Per dieci. Dieci (piccoli) indiani sono arrivati a portare una ventata d’aria nuova in Nazione Indiana. Continua a leggere »