Articoli con tag ‘ giacomo sartori ’

La bestiaccia (da “Rogo”)

Pubblicato da
7
16 dicembre 2014
La bestiaccia (da “Rogo”)

#BadMommyDay3

 

 

 

di Giacomo Sartori

Anna non riesce a connettere, non sa più nemmeno dov’è, non sa più niente. Sa solo che un fuoco le brucia la carne. Un rogo la scardina, come succede ai tetti che ardono, quando le travi...
Leggi il seguito »

Parole di terra

Pubblicato da
0
5 dicembre 2014
Parole di terra

di Pierre Rabhi

(dall’introduzione dell’autore a “Parole di Terra”, per gentile concessione dell’editore Pentagora)

Il personaggio di Tyemorò è nato dalla mia immaginazione e rappresenta tutto ciò che provo, in termini di amore, compassione e ammirazione, per i contadini autentici.…


Leggi il seguito »

Pierre Rabhi, la terra, l’agroecologia, i Colibrì

Pubblicato da
0
5 dicembre 2014
Pierre Rabhi, la terra, l’agroecologia, i Colibrì

di Massimo Angelini (sempre per gentilissima disponibilità di Pentagora, pubblichiamo la biografia di Rabhi, che chiude il volume “Parole di terra”)

Agricoltore, scrittore e pensatore, Pierre Rabhi nasce nel 1938 nel Sud dell’Algeria. Dopo la morte della madre, è affidato...
Leggi il seguito »

La terra, il paesaggio, la letteratura

Pubblicato da
0
5 dicembre 2014
La terra, il paesaggio, la letteratura

di Angelo Ferracuti

Girando parecchio l’Italia, negli ultimi periodi mi sono reso ancora di più conto di come il paesaggio marchigiano, fermano, mi appartenga interiormente in modo molto forte per intima consonanza. Come questo condizioni il mio umore, un’idea estetica in generale, persino lo stile, la...
Leggi il seguito »

I colori della terra

Pubblicato da
1
5 dicembre 2014
I colori della terra

di Vincenzo Pardini

Aristide, d’estate, aveva preso a tornare nella sua terra. Calzati i vecchi scarponi che teneva nella casa nativa, si inerpicava lungo la mulattiera di infanzia e adolescenza. Era cambiata. Cespugli e alberelli si stavano impossessando dell’impiantito di sassi e di pietre, le selve...
Leggi il seguito »

La scrittura, il fascismo, la storia

Pubblicato da
1 dicembre 2014

gianfranco-fini-saluto-romanodi Giacomo Sartori

I miei testi nascono da scintille che non si spengono, che si ostinano a crescere e   diventano fuochi. Una decina di anni fa volevo scrivere un romanzo sulle ultime settimane della malattia di mio padre, sulla sua agonia. Continua a leggere »

La guerra alla guerra di Leonhard Frank

Pubblicato da
2
11 novembre 2014
La guerra alla guerra di Leonhard Frank

di Leonhard Frank

(con il gentile accordo dell’editore, pubblichiamo l’incipit de “I mutilati di guerra”, l’ultimo fortissimo racconto della raccolta “L’uomo è buono” (1917),  pubblicata ora da Del Vecchio assieme al racconto lungo “L’origine del male” (1915), il tutto nella traduzione di Paola del Zoppo)

La “cucina...
Leggi il seguito »

SCRITTORI (elenchi # 2)

Pubblicato da
10 novembre 2014

di Giacomo Sartori

DSCN1039_rid

 

 

 

 

 

 

 

scrittori dimenticati

scrittori dimenticandi

scrittori da dimenticare

scrittori dimenticoni Continua a leggere »

Biografia del silenzio (saggio sulla meditazione)

Pubblicato da
4 novembre 2014
Biografia del silenzio (saggio sulla meditazione)

di Pablo d’Ors

9 (Todo cambia)

Uno dei primi frutti della mia pratica di meditazione è stato intuire che nulla in questo mondo permane stabile. Sapevo già prima, ovviamente, che tutto cambia, ma meditando ho preso a sperimentarlo. Anche noi cambiamo, nonostante ci incaponiamo a vederci come...
Leggi il seguito »

DONNE (2/2) (elenchi # 1)

Pubblicato da
15 ottobre 2014
DONNE (2/2) (elenchi # 1)

 

 

 

di Giacomo Sartori

donne svenevoli

donne svenute

donne svenate

donne bennate

bullette imbellettate

bullette imbollettate

donne con gli occhi lucidi di pena

donne con gli occhi lucidi di birra

donne che si tengono bene…


Leggi il seguito »

DONNE (1/2) (elenchi # 1)

Pubblicato da
2 ottobre 2014
DONNE (1/2) (elenchi # 1)

di Giacomo Sartori

 

 

 

donne alte e altere

donne alte e altruiste

donne basse e bonarie

altezze altezzose

bassette altolocate inclini alle bassezze

bassette alterate

mediatrici con alti e bassi…


Leggi il seguito »

La laica religione (2/2)

Pubblicato da
1 settembre 2014
La laica religione (2/2)

di Giacomo Sartori

 

 

Un amico poeta

filosofo radicale

scrive che la scienza

è venduta al capitale

nonché serva

di ideologie padrone

queste sono verità astratte

lui non scava negli occhi

di questi apostoli…


Leggi il seguito »

La laica religione (1/2)

Pubblicato da
27 agosto 2014

di Giacomo Sartori

alberi caduti_2014_07_14-18 198

 

 

 

 

 

 

Per tutta la settimana

David ha contato i lombrichi

e Miguela la spagnola

ha spigolato fogliami fracidi

per la metagenomica

io misuravo con Brad

gli abeti schiantati Continua a leggere »

Moby Dick, storie di mare e resistenza

Pubblicato da
16 gennaio 2014
Moby Dick, storie di mare e resistenza

testo e foto di Dario Coletti

Sono in mare in prossimità di Porto Paglia, vicino Gonnesa, imbarcato su un vascello. È il dieci giugno 2010 e compio cinquantuno anni. Respiro profondamente. L’aria è fresca, il sole è tiepido, guardo l’orizzonte e sorrido.…


Leggi il seguito »

L’ULTIMA RACCONTA (ancora dallo Zibaldone Norvegico)

Pubblicato da
14 gennaio 2014
L’ULTIMA RACCONTA (ancora dallo Zibaldone Norvegico)

di Luigi Di Ruscio

Mi hanno pubblicato l’ultima raccolta. Non sono all’altezza per sostenere tutto questo casino. La cosa è superiore alle mie forze, oltre alla mancanza di coraggio morale subentra anche la mancanza di coraggio morale. Non al punto di chiedere scusa, perché in tutti i casi non meritate di meglio.…


Leggi il seguito »

VOLPONI (dallo Zibaldone Norvegico)

Pubblicato da
10 gennaio 2014
VOLPONI (dallo Zibaldone Norvegico)

di Luigi Di Ruscio

Mi proponevo poesie a comunicazione rapidissima e senza sotterfugi, la gente ha fretta e bisognerebbe scrive­re romanzi di un’unica frase, la mia è una affermazione di identità e mi irrita se mi confrontano con un scritto­re molto importante che magari stimo.…


Leggi il seguito »

CIELO NERO (11 gennaio 1944)

Pubblicato da
8 gennaio 2014

di Giacomo Sartori

[buio; l’Anziana accende la lampada, lo schermo del computer e il videoproiettore: fa partire un video con delle immagini a colori della Germania attuale: passanti in una via di una città con caseggiati recenti …; per qualche istante lo guarda sullo schermo, ma poi si mette a scrivere delle note...
Leggi il seguito »

IL SANTO NATALE (autismi mitografici 3)

Pubblicato da
18 dicembre 2013
IL SANTO NATALE (autismi mitografici 3)

di Giacomo Sartori

Purtroppo ogni anno a un certo punto incombe il Natale. Uno si illude fino all’ultimo di essersi liberato dalla reiterazione di quella nefasta tragedia collettiva (ma anche intima), si illude di scamparla, e invece lui si avvicina, puntuale come la morte.…


Leggi il seguito »

Maledetta la terra

Pubblicato da
5 dicembre 2013
soilday

di Erri De Luca

“Maledetta la terra”, dice la divinità a Adàm, ultima creatura uscita dai sei giorni dell’opera.

Maledetta la terra: non è una condanna, ma una dolente constatazione. Dopo il frutto della conoscenza di bene e di male, che ha accresciuto le facoltà umane, Adàm non si...
Leggi il seguito »

La mia terra

Pubblicato da
5 dicembre 2013
soilday

di Vincenzo Pardini

Con la terra ho sempre avuto un legame di viscere e di mente. Non potrei vivere in città; mi sentirei peggio di un orfano o di un recluso. Debbo guardare la terra ogni giorno, alla stregua di un volto e di un corpo che si...
Leggi il seguito »

La fabbrica della terra

Pubblicato da
5 dicembre 2013
soilday

di Marino Magliani

Questa è la storia di un contadino ligure al quale se chiedete brav’uomo, cosa fate nella vita, non vi potrà neanche dire che fa il contadino, perché qui si sono rubati persino le parole. Vi dirà semplicemente che va in campagna.…


Leggi il seguito »

In mezzo alla terra

Pubblicato da
5 dicembre 2013
soilday

di Franco Arminio

Oggi ancora Puglia, ma è un viaggio muto, non voglio portare a casa impressioni particolari, non voglio trovare niente di nuovo. Vago tranquillamente nella campagna. Mi fermo davanti a una masseria semiabbandonata. Poi passo per Ordona, ma oggi i paesi non mi attirano, potrei andare...
Leggi il seguito »

I MASCHI (autismi mitografici 2)

Pubblicato da
3 dicembre 2013
I MASCHI (autismi mitografici 2)

di Giacomo Sartori

Qualche volta mi domando chi ce lo fa fare di sopportare tutti questi maschi che ci sono in giro. Testosteronici, assertivi, vanitosi, ottusi, tronfi, insulsi, psicorigidi, insensibili. E a guardar bene anche meschini, pavidi, opportunisti, profittatori, infidi. Il mondo trabocca purtroppo di insopportabili...
Leggi il seguito »

GIGI GIGI GIGI (strascichi di fascismi domestici)

Pubblicato da
19 novembre 2013

di Giacomo Sartori

 Gigi Gigi Gigi
quando l’estate spuntavi
erano selvagge abbuffate
con i tuoi fratelli
(le consorti guardinghe
noi figli incantonati
in un opaco presente)
girandole di bottiglie
e sghignazzamenti
feroci rievocazioni
politicamente scorrette
poi verso il dolce
fioccavano le tue granateLeggi il seguito »

Gisèle Freund, un’intervista

Pubblicato da
24 ottobre 2013
Gisèle Freund, un’intervista

di Danilo De Marco

(il testo e le fotografie che seguono sono tratte dal volume Noi che siamo così poveri nel dire, Forum Editrice, che sarà presentato il 25 ottobre a Udine: per i dettagli si veda sotto)

La prima volta che chiamai al telefono Gisèle Freund, mi...
Leggi il seguito »

Le coglionerie di Paolo Giordano, i romanzi merda, le vetrine delle belle librerie all’estero

Pubblicato da
14 ottobre 2013

di Giacomo Sartori

Cominciamo dai fatti. In quest’autunno ancora mite in tutte – dico tutte – le vetrine delle belle librerie della città estera dove mi trovo c’è la traduzione di una merda di Paolo Giordano. Ma no, già parto male, il prodotto di Paolo Giordano devo chiamarlo romanzo, non merda.…


Leggi il seguito »

Samir

Pubblicato da
8 ottobre 2013

di Riccardo Ferrazzi

 Lo conobbi quando avevo i canini aguzzi e giravo per il Medio Oriente. Samir era un agente marittimo con gli uffici in due stanzette buie in fondo a un vicolo: non aveva bisogno di impressionare i clienti, preferiva disorientarli.…


Leggi il seguito »