Tag: filippo la porta

Il bene è una modesta proposta

di Paolo Morelli

“A un certo punto, nell’educazione di mio figlio, ho cominciato a sostituire i concetti di buono e cattivo con quelli di reale e irreale, per quanto ciò possa sembrare arbitrario”. Nei suoi ultimi libri Filippo La Porta pare prendere il via da considerazioni di carattere pedagogico assai personale.… Leggi il resto »

‘O Strega!: Nella casa di vetro (Gaffi) Giuseppe Munforte

 

 

Non aprite quel La Porta

di

Francesco Forlani

(Nota al settimo dei dodici romanzi candidati al Premio Strega 2014)

Con questa nota si chiude il primo ciclo di letture. Rispetto al progetto iniziale ho deciso di non pubblicare  subito le note relative a quella che, secondo il mio pronostico,  sarà la cinquina che passerà il turno l’11 giugno.… Leggi il resto »

Diversamente epici

di Filippo La Porta

Ricordo spesso l’ironica frase di Orwell durante la guerra, a proposito del fascino di certi simboli e di certe parole d’ordine del fascismo: provate a far giocare i vostri bambini non più con i soldatini ma con i pacifisti di stagno… beh, certo non si divertirebbero.… Leggi il resto »

Storia dell’informazione letteraria in Italia

Martedì 15 giugno ore 9,30-12,30
Biblioteca Nazionale Viale Castro
Pretorio 105, Roma
Tel. 06-4989339

in occasione dell’uscita del volume:

STORIA DELL'INFORMAZIONE LETTERARIA IN ITALIA DALLA TERZA PAGINA A INTERNET 1925-2009

di

Gian Carlo Ferretti
e Stefano Guerriero

________________________

Goffredo Fofi
Filippo la Porta
Paolo Mauri
Massimo Raffaeli
Marino Sinibaldi

discuteranno con gli autori su
A CHI SERVE UN CRITICO LETTERARIOLeggi il resto »

A proposito della libertà oggi…

di Filippo La Porta

Nel riferimento dell’ultraliberale Popper all’“interferenza” mi colpisce l’accento posto non tanto sui “miei” diritti (che sempre si accompagnano alla forza per affermarli) quanto sul “mio”dovere di autolimitarmi (di fronte all’altro). E, come sapeva il liberal-socialista Calogero, sono proprio io che decido di far esistere l’altro, che lo “invento”come persona morale, attraverso un libero atto immaginativo e una scelta gratuita.… Leggi il resto »