Articoli con tag ‘ proesie ’

mater (# 13)

Pubblicato da
4
5 gennaio 2017

di Giacomo Sartori

wp_20161229_16_12_11_pro_rit

 

 

 

 

 

 

Sempre pollo!

sempre pollo!

sempre pollo!

declamavi

scimmiottando

l’agiata vicina

durante la guerra Continua a leggere »

mater (# 12)

Pubblicato da
13 dicembre 2016

di Giacomo Sartori

Volevo dirti

volevo dirti che

il libro su dio

vendicchia benino

anche se certo

la critica latita

(i clerici delle lettere

son così ligi

ai riti prestabiliti

così disattenti

così asserviti!) Continua a leggere »

mater (# 11)

Pubblicato da
6 dicembre 2016

di Giacomo Sartori

Al maestro dicevo

al maestro dicevo

ch’eri sempre fuori

sempre fuori

di giorno e di notte

(soprattutto la notte)

fuori con la pelliccia

fuori con i rossetti Continua a leggere »

mater (# 10)

Pubblicato da
22 novembre 2016
mater (# 10)

di Giacomo Sartori

 

 

In una foto

 

in una foto sulla neve

(sfondo di pareti

simili a pandori)

hai calzoni rastremati

di protosportiva

scarponi di pelle…


Leggi »

mater (# 9)

Pubblicato da
8 novembre 2016
mater (# 9)

di Giacomo Sartori

 

 

 

 

 

Come potevano

come potevano

l’incongruenza del pensiero

la presunzione

la foia di primeggiare…


Leggi »

mater (# 8)

Pubblicato da
24 ottobre 2016

di Giacomo Sartori

 

Portavi i fiori

portavi i fiori

sulla tomba di famiglia

brullo muro

nel cupo del colonnato

(neoclassicismo malmesso

dei cimiteri)

dov’è il dandy

che tanto t’è mancato Continua a leggere »

mater (# 7)

Pubblicato da
7 ottobre 2016

di Giacomo Sartori

Eri bella mentre morivi

eri bella

all’ospedale

senza rossetti e fronzoli

senza plateali

parole

 

eri bella

avviata alla morte Continua a leggere »

mater (# 6)

Pubblicato da
22 settembre 2016

di Giacomo Sartori

Adoravi i risotti

adoravi i risotti

il prosciutto di Parma

i formaggi cremosi

i bianchi secchi

i rossi leggerini

la frutta gonfia di succo

e i dolci

tutti i dolci

morbidi o crostosi Continua a leggere »

mater (# 5)

Pubblicato da
12 settembre 2016

di Giacomo Sartori

dsc_0662_rit_rid_sep

 

Il tuo fascismo

il tuo fascismo

era la voluttà della neve

l’asprigno di resina Continua a leggere »

mater (# 4)

Pubblicato da
24 agosto 2016

di Giacomo Sartori

 

Più di tutto

 

amavi i libri

i fiori

i cieli

i film

chiacchierare Continua a leggere »

mater (# 3)

Pubblicato da
8 giugno 2016

di Giacomo Sartori

 

come foglie di novembre

 

non mi dicevi ch’era morto

l’amico d’una vita

o l’ultraconfidente

crollato un altro bastione

dissertavi e divagavi

murata nella logorrea

(stizziti guizzi del mento) Continua a leggere »

mater (# 2)

Pubblicato da
24 maggio 2016

di Giacomo Sartori

 

come facciamo con le sedie

 

come facciamo con le sedie

ci tenevi tanto

a regalarmele tu

ma poi mancava il tempo

per andare a sceglierle

veniva la festa successiva

avevo altre urgenze

l’anno seguente ero  via Continua a leggere »

mater

Pubblicato da
10 maggio 2016

di Giacomo Sartori

 

poi ricordo

 

quando mi scopro stanco

o le cose smottano

mi dico che

devo proprio chiamarti

(il solito opportunista)

poi ricordo

che sei morta Continua a leggere »

un’iniezione e via

Pubblicato da
13 dicembre 2015

di Giacomo Sartori

t’ho sempre fatta aspettare

e t’innervosivi

non sopportavi l’inazione

e i legacci dei legami

melensi o plebei

che li giudicassi

(protofemminismo

in salsa vitalista

con afflati estetici

ma anche mussoliniani: Continua a leggere »

come sei bella Parigi

Pubblicato da
22 novembre 2015

di Giacomo Sartori

come sei grigia Parigi

al Bataclan hanno mitragliato

e mitragliato inermi rockettari

più ligi che dissacranti

in un silenzio di apnea

gli smartphone incalzavano

a bagno nel sangue

(le tattuate star californiane

se l’erano data a gambe)…


Leggi »

POETI (elenchi # 4)

Pubblicato da
22 aprile 2015

di Giacomo Sartori

DSC_0325_rid

 

 

 

 

 

 

 

poeti erotici

poeti eretici

poeti erratici

poeti ieratici Continua a leggere »

ma dove vai

Pubblicato da
12 aprile 2015

di Giacomo Sartori

ma dove vai

con quei passetti

cosa sgambetti

ancora ti alleni

con gravità di atleta

su e giù per il giardino

bimbina vecchia

(quasi un secolo

fascismo compreso!)…


Leggi »

se fossi un intellettuale

Pubblicato da
18 marzo 2015

di Giacomo Sartori

 

se fossi un intellettuale

farei ogni mattina

(prima o dopo la defecazione?)

seriosi gargarismi cerebrali

esegetici o anche prescrittivi

come usano gli intellettuali…


Leggi »

ditemi dov’è morta la giacca

Pubblicato da
11 marzo 2015

di Giacomo Sartori

avevo anch’io una giacca

nera con il collo cinese

sento ancora l’odore di treno

sul burro del velluto

le notti diafane di neve

dove sarà andata adesso

io non butto mai niente…


Leggi »

se muoio prima io

Pubblicato da
24 febbraio 2015

di Giacomo Sartori

se muoio prima io

solo pettegolezzi

e niente fiori recisi

e cazzatine da sgranocchiare

unte e un po’ letali

(per restare in tema)

poi pasta e fagioli

e vini laziali sinceri…


Leggi »

CULI (elenchi # 3)

Pubblicato da
26 gennaio 2015

di Giacomo Sartori

DSC_0167_webp

 

 

 

 

 

 

 

culi ampollosi di editori

culi cardinalizi di critici letterari

culi garruli di addette stampa

culi masochisti di scrittori Continua a leggere »

SCRITTORI (elenchi # 2)

Pubblicato da
10 novembre 2014

di Giacomo Sartori

DSCN1039_rid

 

 

 

 

 

 

 

scrittori dimenticati

scrittori dimenticandi

scrittori da dimenticare

scrittori dimenticoni Continua a leggere »

La laica religione (2/2)

Pubblicato da
1 settembre 2014
La laica religione (2/2)

di Giacomo Sartori

 

 

Un amico poeta

filosofo radicale

scrive che la scienza

è venduta al capitale

nonché serva

di ideologie padrone

queste sono verità astratte

lui non scava negli occhi

di questi apostoli…


Leggi »

La laica religione (1/2)

Pubblicato da
27 agosto 2014

di Giacomo Sartori

alberi caduti_2014_07_14-18 198

 

 

 

 

 

 

Per tutta la settimana

David ha contato i lombrichi

e Miguela la spagnola

ha spigolato fogliami fracidi

per la metagenomica

io misuravo con Brad

gli abeti schiantati Continua a leggere »



indiani