risultati della ricerca

lampedusa

se non hai trovato quello che cercavi prova con un altro termine

Lampedusa

  di Ferdinando Tricarico Come s'accrocchiano ste carni dai colori cafardi sta babele di caini sti casini d'Abele? Come s'acconciano sti sconci cenci dell'inconscio senza troppe ciance sti sogni in bianco e...

Caroliade. Invective.

di Francesco Forlani Je soy poète e v'aggia mannà affancul vuje qui agressez les filles qui combattent site hommes em'merde hommes sanza pisci et fimmine pittate ca alluccate site...

Lampedusa / Marco Benedettelli

di Marco Benedettelli tratto da Chi brucia.Nel mediterraneo sulle tracce degli harraga. C’è un gruppo disteso sotto i piloni rugginosi di un rimorchiatore. Alcuni dormono, altri...

Pratiche di rovesciamento. Una Carta per resistere e rivoluzionare le geografie esistenziali delle politiche migratorie

di Martina Tazzioli Una Carta per rovesciare le geografie esistenziali e politiche inaccettabili inscritte dalle politiche migratorie, partendo dal presupposto che oggi le politiche di...

Rifugiati e diritto d’asilo: cosa (non) possono fare le ambasciate italiane

di Domenico Fornara (diplomatico) (pubblichiamo una risposta al nostro "Diritto d'asilo: una proposta politica"). Idee condivisibili (sostengo da sempre che occorra uscire da una mentalità di...

Diritto d’asilo: una proposta politica

Invece di investire denaro europeo e nazionale per erigere impossibili muraglie all’interno del Mediterraneo, facciamo funzionare, nei paesi extraeuropei colpiti dalle guerre, le nostre...

Per Lampedusa

Abbiamo ricevuto da Massimo Parizzi, amico di Nazioneindiana, una mail che ci sembra importante pubblicare tal quale. È un’indicazione rivolta a chi sente l’esigenza...

il silenzio dei vivi

di Orsola Puecher

E’ raro in questi giorni ascoltare e leggere parole risparmiate dalla retorica dell’indignazione e dalle sue formule, fra gli "inaccettabile…", "vergognoso…", "che non si ripeta più…" degli "indignati speciali". Una protratta e ripetuta deportazione a pagamento, in un piccolo tratto di mare, facilmente controllabile, dalle rotte prevedibili da anni, di donne uomini e bambini stipati per giorni in barconi fatiscenti, come in vagoni merci piombati di non lontana memoria, diventano un evento fatale, biblici sbarchi di "sventurati", quasi che il fato di Zeus e Poseidone avesse qualcosa a che vedere con ondate migratorie di cui si conoscono benissimo cause ed effetti.

Clandestinità

di Giovanni Giovannetti (prelevo, con il consenso degli interessati, questo molto interessante scritto dal Primo Amore, a.s.) «Se alle elezioni politiche avessimo proposto l’abolizione del reato...