Articoli con tag ‘ Viola Amarelli ’

Assenza

Pubblicato da
15 novembre 2016

> è uscito, per Carteggi Letterari, le edizioni,  Assenza di Carlo Bordini; qui la postfazione di Viola Amarelli, e alcuni testi <

Un libro febbrile questo di Carlo Bordini, dove si affollano aporìe che si rivelano complementarità, pacate allucinazioni, rêverie, in un flusso semionirico che procede a cerchi, a ripetizioni, ma nello stesso...
Leggi »

Auto-antologie-3. Viola Amarelli

Pubblicato da
9 aprile 2016

di Viola Amarelli

campagna d’inverno

La luce di gennaio che ora è febbraio filtra le foglie

dei sempreverdi

i tronchi con i rami pazienti di vento

questa immane stanchezza di

nuvole in corsa, riepilogo di temporali,

spossa il midollo e la pelle a toccarla si secca

restano, eroi, i cani randagi e le code di uccelli

ci vorrebbe un riposo incessante

un letargo che...
Leggi »

Francesco Filia, “La zona rossa”

Pubblicato da
17 dicembre 2015
Francesco Filia, La zona rossa

Piazza Municipio

I

Un solo un unico immenso vortice

di teste e corpi tra cantieri infiniti

della metro e cespugli radi di birra e piscio,

l’umanità di tossici e barboni è scomparsa

– per quest’evento di inferriate e plexiglas

proiettili che rimbalzano sull’asfalto

e strie di gas e lacrime nell’aria –…


Leggi »

La poesia di Viola Amarelli e l’escatologia del quotidiano – Il caso de L’ambasciatrice

Pubblicato da
16 luglio 2015

di Daniele Ventre

Nella strana, umbratile e popolosa plaga della scrittura di versi è raro scovare delle opere che mostrino al contempo un’espressa autonomia di discorso poetico e una consapevole e selettiva padronanza critica dei mezzi d’espressione. In una di queste opere, rarae aves della nostrana respublica letteraria – oggi forse non meno eterodiretta e...
Leggi »

Fortemente intrecciare terra e cielo: Paola Febbraro

Pubblicato da
21 ottobre 2014
Fortemente intrecciare terra e cielo: Paola Febbraro

di Viola Amarelli

Paola Febbraro

[ Comincio qui a documentare per appunti gli incontri della rassegna di Tu se sai dire dillo 2014. Una della serate era dedicata alla poetessa prematuramente scomparsa Paola Febbraro (1956-2008). Grazie a lei, tra l’altro, mi era stato possibile pubblicare nel 2006 un inedito di Amelia Rosselli, Lezione...
Leggi »

Paterson – La deriva del continente (Transeuropa 2014)

Pubblicato da
17 settembre 2014
Paterson – La deriva del continente (Transeuropa 2014)

Elisa Davoglio /
Viola Amarelli*

…A Paterson è consentito accendere per l’ultima volta un computer, per togliere il suo salvaschermo.

Gli concedono di raccogliere semi, travasare terra dai grossi vasi che ornano ancora l’ingresso, monumentali.

La cura del verde, la predisposizione all’ordine, alla santità.…


Leggi »

da L’ambasciatrice (inediti)

Pubblicato da
26 giugno 2014

di Viola Amarelli

 

difficile

 

-Troppo difficile da dire

-E tu non dire.

Un riccio rosso, rosari di sabbia
Le vene, l’arterie
L’avviene.

 

 

la candida, l’intatta

 

Cuore bambino dove
la briciola diventa meraviglia
e l’orco resta ucciso grasso
e sciocco
la candida, l’intatta
noncuranza.…


Leggi »

Nel debito d’affiliazione

Pubblicato da
12 marzo 2014

di Lorenzo Mari

Figlio di questo e di quella

Manto, Tiresia. Sei figlio di questo e di quella,
della storia e dell’incesto,
dell’impossibile piacere
di tutti, che è deserto
per chi resta. (O anche
un limbo tratto dall’inferno,
correggendo, lievi, la svista.)…


Leggi »

Viola Amarelli – Cartografie della pura presenza

Pubblicato da
27 gennaio 2014

di Daniele Ventre

Mappe per solitari*: questo explicit nominale in corsivo chiude, come suggello e anti-titolo, Cartografie di Viola Amarelli (Editrice ZONA, Arezzo, 2013): una trama di prose poetico-narrative dai titoli parentetici e parentetizzati che si presenta così con la facies di un testo implicitamente palindromo, in cui il tessuto del reale, riversato in un...
Leggi »

Baghetta 2013

Pubblicato da
6 luglio 2013

“A cosa servono i poeti in tempo di bisogno?” – anzi: “Come servire i poeti in tempo di bisogno?”

httpv://www.youtube.com/watch?v=QovHtczoXsg&feature=youtu.be

No Transmission No Poetry

Pubblicato da
10 gennaio 2013
No Transmission No Poetry


Per maggiori informazioni sulla sospensione del blog di poesia, diretto da Francesco Marotta si legga qui.
Nota Post
Avevo programmato questo post ieri mattina e in serata, grazie alla mobilitazione che c’è stata in rete e fuori, il guasto “tecnico” è stato superato.…


Leggi »

VIOLA AMARELLI nostra patria

Pubblicato da
30 aprile 2012


a) Nel 1856 Ciccillo è a Zurigo: ci lavora 4 anni, insegnando al Politecnico di Zurigo; vive in una stanza con dei canarini, ama Nina; scrive come sempre di quello che gli pare importante, le parole.
Leggi »

VIOLA’s knives & αγωγή

Pubblicato da
22 gennaio 2012

di Orsola Puecher

VIOLA AMARELLI

(prendi un coltello)
 
Prendi un coltello-bambina.
Attenta ai mostri. Ai lupi. Ad amici e parenti.
E sconosciuti.
Prendi le forbici – gioia.
C’è il male e c’è la pazzia.
Attenta a non incontrarli, per ora, ora che è
troppo presta.…


Leggi »

(tagli)

Pubblicato da
12 settembre 2011

di Viola Amarelli

bozza 1

Un coltello, da roast-beef. Da decenni taglia affilato. Per caso è della marca migliore, la lega di acciaio all’epoca anche lei la migliore. Roba svizzera. La precisione: i tagliagole a mercede hanno bisogno di lame affilate.…


Leggi »

VIOLA AMARELLI la lastra e il cristallo

Pubblicato da
23 marzo 2011


 
1.1.
 
Una fatica la schianta, una fatica qualunque. Dipenderà dagli enzimi. O dagli ormoni, il metabolismo. L’ipofisi o la tiroide. Ci giurerebbe col cuore.
 
Procede a strappi. Con il lavoro. Con i bambini. Con i servizi di casa.…


Leggi »

Le nudecrude cose

Pubblicato da
9 dicembre 2010

di Viola Amarelli a. Le nudecrude cose se ne fottono o, più esattamente, restano imperturbabili. Hai voglia  a ricoprirle con tappezzieri, pittori, arredatori. C’è sempre la carta vetrata, al fondo il muro, l’asse maestro. Dietro, l’oceano. b.  Molti, furbissimi, ne profittano occultandole a proprio uso e consumo.…
Leggi »

Incendi occidentali

Pubblicato da
28 ottobre 2010
Incendi occidentali

di Viola Amarelli

I Rovescia. Ogni canto, e spigolo ad angolo.  Urlando, da pazzo l’isterico – in fiamme- il vinto – a disagio tra i sogni sgranati puliti i sogni degli altri…
Leggi »

MARIANGELA GUALTIERI Bestia di Gioia

Pubblicato da
5 ottobre 2010


 
    di Viola Amarelli
 
    “Bestia di gioia” (Einaudi, 2010), ultima raccolta di Mariangela Gualtieri, delinea con una scrittura limpida e appassionata insieme una ricerca giocata – nel senso più alto del termine – non sulle ma con le parole.…


Leggi »

Viola Amarelli   GENERAZIONI

Pubblicato da
23 agosto 2010

 

GENERAZIONI
 
di Viola Amarelli
 

1943
 
L’afa e la noia del ritorno
a casa dopo la scuola
tra sassi e rovi, balzando
gamba a gamba di corsa
vecchio gioco, ortiche e uccelli
ramarri e fossi e l’aria
bassa.…


Leggi »

Gradazioni di Viola

Pubblicato da
21 novembre 2009
Gradazioni di Viola

di
Viola Amarelli

Occorrono ossessioni,
fobie, dolori, dèmoni
per essere scrittura
sostengono gli amici,
come se grazia e gioia
per lieto contrappasso
fossero riservate
solo agli analfabeti…


Leggi »

Su Taccuino nero di Nadia Agustoni

Pubblicato da
9 novembre 2009
Su Taccuino nero di Nadia Agustoni

di Viola Amarelli

Nadia Agustoni ci consegna con Taccuino nero (edizioni Le Voci della Luna, 2009, prefazione di Francesco Marotta con note di Fabio Franzin e Francesco Tomada) uno degli esiti più felici della sua ricerca poetica. Scandito in tre sezioni (“Fabbrica”, “Paesaggio lombardo e voci” e le prose di...
Leggi »

VIOLA AMARELLI Notizie dalla Pizia

Pubblicato da
15 ottobre 2009
VIOLA AMARELLI Notizie dalla Pizia

 

  di Anna Lamberti-Bocconi

  Per circa due millenni le Pizie “profetizzarono” in nome e per conto di Apollo nel tempio di Delfi, tempio peraltro che, secondo il mito, nell’era ancestrale del matriarcato era...
Leggi »

due passi (fare)

Pubblicato da
7 agosto 2009
due passi (fare)

Viola

Vendeva specchietti, lucciole e perline
(ma li vendeva lieve)
Lustrava reboanti panzane da lattante
(il desiderio onirico che vero fosse il magnifico)
Ruffiano, aduso a darlo via il sedere
(semplicemente quello era il suo mestiere)
Pensava di essere furbo
(come qualunque giocatore al gioco)
Grugno di similporco, neanche porco vero
(umano...
Leggi »

Gradazioni di Viola

Pubblicato da
14 marzo 2009
Gradazioni di Viola

(labirinto)
di
Viola Amarelli

La forma delle dita, dei tuoi piedi
si accartoccia e che verrà dopo
è un bel imbroglio o, più esatto, il garbuglio
lo stesso per cui ridiamo insieme ora
bevendo l’aria, attenti alla suonata venisse
alcuno – non viene mai nessuno
per fortuna,
la forma temporanea che è il mondoLeggi »

Gradazioni di Viola

Pubblicato da
12 febbraio 2009
Gradazioni di Viola


di
Viola Amarelli

( necessità)

Sarà polvere, e brezza, e cerchio in goccia
o in ombra,
e cenere, e fumo di spirali e afa
pioggia e verde, e odore di muschio
e gran silenzio,
e fiamme e rombi e razzi cadenti di scie striate arcobaleni
argenti, fissi, immoti tristi
allegri sfingi
sarà l’acqua e...
Leggi »



indiani