La salvezza sta fuori, nel nulla

Pubblicato da
11 aprile 2015
Metropoli

di Giacomo Verri

In Metropoli, il nuovo romanzo di Massimiliano Santarossa, il racconto del futuro.

Nel duemilatrentacinque la Terra potrà riconoscere sulla propria groppa una sola enorme città: Metropoli. Sarà essa il solo ganglio della poststoria, il solo confine alle lande desolate che s’apriranno maestose quando tutto sarà azzerato, quando nel cielo, perpetuamente crollante di piogge,...
Leggi il seguito »

Insieme MRK 1034

Pubblicato da
10 aprile 2015

di Maria Grazia Calandrone

.

le spirali delle due ammoniti sul tuo petto
ripetono la forma delle galassie gemelle
PGC 9074 e PGC 9071
della costellazione del Triangolo

una (la 9074, di tipo Sa) mostra una sporgenza luminosa, l’intenzione di un’alba, ma porta i bracci avvolti strettamente intorno al proprio nucleo

l’altra, la galassia che si...
Leggi il seguito »

La famiglia che perse tempo

Pubblicato da
10 aprile 2015
La famiglia che perse tempo

di Marisa Salabelle

Di tutti i libri pazzi e strampalati che ha scritto mio fratello Maurizio, La famiglia che perse tempo è forse il più pazzo e strampalato. L’ha scritto che avrà avuto, quanto, ventott’anni? Non lo so con precisione perché a noi non diceva nulla e in famiglia, che scriveva,...
Leggi il seguito »

L’urlo e la musica: la scrittura della voce in Céline

Pubblicato da
9 aprile 2015

Céline mini di Andrea Inglese

… la voce umana, il suono meno ragionevole in tutta la natura…
Italo Svevo

[La voce tra rumore e canto – I excursus: il Joyce di Berio – II excursus: il Byron di Bene – Metafora della voce e teoria letteraria – Il romanzo come collettore delle voci inascoltate: Voyage au bout de la nuit - Il ritmo del fraseggiare – I romanzi della vociferazione assordante: Féerie pour une autre fois ] Continua a leggere »

XII quaderno di poesia italiana contemporanea

Pubblicato da
9 aprile 2015
Dodicesimo-quaderno-italiano

di Francesca Fiorletta

Guai a chi costruisce il suo mondo da solo.

Angelo Maria Ripellino

Il suono di queste parole mi riecheggia nella testa: Guai a chi costruisce il suo mondo da solo.

Il famoso verso di Ripellino è parte dell’epigrafe scelta da Diego Conticello, uno dei...
Leggi il seguito »

Non possiamo abituarci a morire. Per Luigi Di Ruscio

Pubblicato da
8 aprile 2015
Non possiamo abituarci a morire. Per Luigi Di Ruscio

Scriviamolo sui muri, la resistenza è ancora possibile, l’urgenza delle parole si frapponga fra noi e il resto.

La sconfitta non è definitiva, la speranza è tutta nella nostra capacità di ridere.

L.Di Ruscio

 

NON POSSIAMO ABITUARCI A MORIRE

( Festa-tributo-incontro sull’opera di Luigi Di ruscio )

A partire dall’opera di questo grande scrittore e poeta,  attraverso la...
Leggi il seguito »

Il sapore femminile

Pubblicato da
7 aprile 2015

peveredi Federico Pevere

Heidi Krieger è stata campionessa europea di lancio del peso. Ha avuto seri problemi di salute dovuti principalmente a ciò che le veniva somministrato. Heidi negli anni è diventata Andreas e ama Ute. Ute Winter è stata una campionessa di nuoto. Ha avuto seri problemi di salute dovuti principalmente a ciò che le veniva somministrato. Ute è rimasta Ute, e ama Andreas.

Continua a leggere »

L’aquila e il pastore (da “Estampas rurales”) – Gabriel Miró

Pubblicato da
0
7 aprile 2015
L’aquila e il pastore (da “Estampas rurales”) – Gabriel Miró

(questo testo è tratto da “Il Molino a vento e altre prose”, bella antologia di racconti di Gabriel Miró (1879-1930), Benito Pérez Galdós e Vicente Blasco Ibáñez, tradotti da Marino Magliani e Riccardo Ferrazzi, e curata da quest’ultimo, per Galaad Edizioni, 2015; nel mix di “desuetudine” e estrema potenza, a me ricorda da vicino il...
Leggi il seguito »

Deserto solitario

Pubblicato da
6 aprile 2015
Deserto solitario

(torna in libreria Desert solitaire. Una stagione nella natura selvaggia. Attualissimo, non ostante gli anni. Ringraziamo l’editore per averci regalato un estratto del libro. G.B.)

di Edward Abbey

Qui da solo, immerso nel silenzio, capisco il terrore che molti provano in presenza del deserto primordiale, la paura inconscia che li spinge a voler domare, alterare o distruggere...
Leggi il seguito »

cinéDIMANCHE #22 GEORGES PEREC Les lieux d’une fugue [1978]

Pubblicato da
5 aprile 2015
lieu small



"Era l’11 maggio 1947. Aveva 11 anni e 2 mesi. Era appena scappato di casa da Rue de l’Assomption numero 18, 16° arrondissement, indossava una giacca di panno grigia a tre bottoni, un paio di pantaloni corti blu ... "
Leggi il seguito »

Renzi, Lucia e la buona scuola

Pubblicato da
4 aprile 2015

di Giorgio Mascitelli

 

 

Si sa che Matteo Renzi è molto abile nelle battute e anche nel caso della sua uscita sull’insegnamento dei Promessi Sposi che andrebbe vietato per legge si è mantenuto all’altezza della sua fama. Boutade perfettamente calcolata, anche nell’usare un’affermazione scherzosa di Umberto Eco fatta in un contesto diverso, ha il pregio di...
Leggi il seguito »

Dell’evaporazione dei morti. Della bocca chiusa dei vivi.

Pubblicato da
3 aprile 2015
Dell’evaporazione dei morti. Della bocca chiusa dei vivi.

di Mariasole Ariot

Di Roberto Dalmonego ci si ricorda la saliva : una bava lenta, trascinata, un prolungamento inutile di un residuo di umanità, la scia delle lumache che sono già passate. Di Roberto Dalmonego ci si ricorda la camminata, uguale a tutte le camminate della...
Leggi il seguito »

Scrittori in tempo di guerra

Pubblicato da
3 aprile 2015
Cane di guerra


HANS CAROSSA
Kérdzi-Almàs, 25 novembre 1916
Pare che per i prossimi due giorni ancora saremo al sicuro da allarmi. Cerchiamo di sistemarci: molti tirano fuori libri e uniformi buone, qualcuno dispone sul tavolo una fotografia. Il mio alloggio è pieno d’irrequietezza; tutti i vicini entrano ed escono, poco fa è venuta qui una...
Leggi il seguito »

Miti Moderni/12: c’è tempo…

Pubblicato da
2 aprile 2015
Luigi Ghirri

Luigi Ghirri

di Francesca Fiorletta

«Che ore sono?» disse Michèle sbadigliando.
«Insisti, dopo tutto quello che ti ho detto?» rispose Adam.
«Sì, che ore sono?».
«È l’ora in cui, chiara nella notte, vaga intorno alla terra errante con la sua luce altèra…»

[Il verbale,  J.M.G.…


Leggi il seguito »

La lottatrice di sumo

Pubblicato da
1 aprile 2015
La lottatrice di sumo, Giorgio Nisini, Fazi Editore

di Giorgio Nisini

Margherita era stata una specie di “calamita dell’attenzione”, aveva ridato di colpo densità alle cose presenti, consentendomi di attraversare la fase finale della mia adolescenza senza perdere definitivamente il contatto con la realtà.…


Leggi il seguito »

La giornata del backup

Pubblicato da
31 marzo 2015
bruce

Jan Reister

Oggi è la giornata mondiale del backup, nota anche come la giornata del senno di poi. È dedicata alle persone che hanno perso per sempre i loro dati, non hanno mai fatto un backup e per soprammercato vengono redarguiti dai...
Leggi il seguito »

“Coniugare un luogo, un tempo e due persone”

Pubblicato da
31 marzo 2015

di Diego Bertelli

Mi dico: non temere questi fogli,
togli da sopra i risvolti
di polvere e memoria:
di quello che hai scritto per lei
non svelano niente.

Del resto d’inchiostro sulla carta,
dalla tua penna a una frase
di distanza, non fanno parola:

fanno che passi il momento
di...
Leggi il seguito »

les nouveaux réalistes : Milo Busanelli

Pubblicato da
31 marzo 2015
les nouveaux réalistes : Milo Busanelli

All’orizzonte

di

Milo Busanelli

Opera di Claude Lazar

All’imbarco nessun problema, durante il volo neanche, poi lei scopre di aver dimenticato la guida. Lui non si scompone: rimarranno tutto il tempo sull’isola, sempre nello stesso resort, al più cambiando spiaggia. La guida è inutile.…


Leggi il seguito »

Città in trasformazione

Pubblicato da
30 marzo 2015
Città in trasformazione

XXV Seminario internazionale e Premio di Architettura e Cultura Urbana

CITTÀ IN TRASFORMAZIONE
Risanamento e riuso. Periferie e aree dismesse. Spazi pubblici e mobilità urbana

Camerino 29 luglio – 2 agosto 2015
Palazzo Ducale – piazza Cavour

***

Temi di progetto e di conversazione
Le dinamiche sociali, politiche ed economiche in...
Leggi il seguito »

cinéDIMANCHE #21 ROBERTO ROSSELLINI Fantasia sottomarina [1940]

Pubblicato da
29 marzo 2015
polipo



"C'era una volta, così comiciano tutte le fiabe e così possiamo incominciare anche noi... c'era una volta dunque una remota profondità sottomarina, tranquilla come tutte le profondità sottomarine quando non c'è tempesta. "
Leggi il seguito »

Incontinental jazz: Aldo Romano

Pubblicato da
29 marzo 2015
Incontinental jazz: Aldo Romano

Note

di

Claudio Loi

Aldo Romano me lo ricordo a fianco di Antonello Salis e Gerard Pansanel in un album che si chiamava Calypso del 1983. Nel 1990 nel suo omaggio a Coleman dal bellissimo titolo To Be Ornette To Be con Paolo Fresu alla...
Leggi il seguito »

Les nouveaux réalistes: Calogero Virzì

Pubblicato da
27 marzo 2015
Les nouveaux réalistes: Calogero Virzì

L’amore secondo Fichte

di

Calogero Virzì

 

Johann Gottlieb Fichte Dressed as a Soldier (1813)

 

Lì, sospeso tra il paesino e il vulcano, stava il Chianu Nìuru, il piano nero. Formatosi nei secoli, tra un rigurgito magmatico e l’altro, il Chianu era una distesa aspra e nera.…


Leggi il seguito »

Book pride a Milano

Pubblicato da
26 marzo 2015
Book pride a Milano

 

Bookpride  a Milano Frigoriferi Milanesi, via Piranesi 10

venerdì 27 marzo h.14-22, sabato 28 marzo h.10-22, domenica 29 marzo h.10-22

Il Bookpride è una fiera dell’editoria indipendente promossa dall’ODEI ( osservatorio degli editori indipendenti) che vuole promuovere una filiera dell’editoria e del libro di qualità al di fuori del conformismo del clima culturale dominante.…


Leggi il seguito »

Miti Moderni/11: violini

Pubblicato da
26 marzo 2015
Enrico Benetta

Enrico Benetta

di Francesca Fiorletta

La violinista ha un vestito azzurro, con le balze, sale sul palcoscenico, il teatro è pieno ma nessuno batte le mani, è prima mattina e nessuno batte le mani, si aspetta soltanto, in silenzio, si sbadiglia e si aspetta, l’inizio del concerto.…


Leggi il seguito »

les infréquentables: Louis-Ferdinand Céline

Pubblicato da
25 marzo 2015
les infréquentables: Louis-Ferdinand Céline

Durante la trasmissione”Lectures pour tous”, diretta da Pierre Dumayet, Louis-Ferdinand Céline evoca le polemiche suscitate dalle sue opere, episodi della sua infanzia, le sue idee sulla violenza e sulla letteratura. L’intervista è del 17 luglio 1957. Si tratta della prima apparizione televisiva di Céline.…


Leggi il seguito »

Il viaggio fermo

Pubblicato da
25 marzo 2015

Non facevo in tempo a odiare nessuno di quelli che passavano lì davanti, non ce n’era proprio il tempo, è come dal finestrino del tram, mi dicevo, che non si fa in tempo a odiare quelli che vedi passando. Con la differenza che in quel caso è il tram che si muove e la gente sembra ferma, qui invece è la gente che si muove e passa e tu sei fermo dietro la vetrina.

(Luigi Malerba, Il serpente) Continua a leggere »

Vulnicura, diario mistico-regressivo di sciami e di cocci

Pubblicato da
24 marzo 2015
Vulnicura, diario mistico-regressivo di sciami e di cocci

di Viola Di Grado

Come ci canterò fuori
da questo mondo di dolore?
(…)
C’è uno sciame di suono
la nostra clessidra
e possiamo sentirla
e possiamo venirne colpiti
ci libererà dal dolore
ci renderà perfetti
questo posto di soluzioni
questo posto di soluzioni
questa sede di soluzioni.…


Leggi il seguito »